Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Lista offerte di lavoro o impiego

Aggiornamenti, orientamento, lavoro, attività professionali, riviste, libri, strumenti EY, Tips and tricks, consigli e pareri generici

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtenteSjuanez

0
voti

[141] Re: Lista offerte di lavoro o impiego

Messaggioda Foto Utentemarauder10 » 16 lug 2019, 22:13

Ciao mario_maggi, la mia ricerca si estende a tutta Italia! Provengo dalla Sicilia, ma le opportunità non sono moltissime dalle mie parti. Mi piacerebbe comunque rimanere a lavorare in Italia, anche con periodi di trasferta all'estero.
Avatar utente
Foto Utentemarauder10
25 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 29 giu 2013, 21:25

2
voti

[142] Re: Lista offerte di lavoro o impiego

Messaggioda Foto UtenteOasis91 » 16 lug 2019, 22:52

Nella mia zona (Alto Adige),ci sono diverse posizioni aperte nel settore impianti a fune-innevamento, segnalo ad esempio questa che potrebbe interessarti:

LEITNER ROPEWAYS CERCA UN ELECTRICAL TEST ENGINEER (F/M)
per la sede di Vipiteno

Lei sarà responsabile della verifica della funzionalità dei convertitori di frequenza e dei componenti elettronici di potenza nel processo di produzione dei nostri impianti a fune. Nella Sua funzione effettuerà test di prova e preparerà specifiche tecniche. Il supporto dei tecnici d’ assistenza sul campo completerà la Sua area di competenza.

Il candidato ideale ha conseguito un diploma tecnico a indirizzo elettrotecnico e ha idealmente già maturato esperienza nell’ambito dell’elettronica di potenza o stazioni di collaudo. Il Suo profilo si completa con buone conoscenze dei principali linguaggi di programmazione e dell’inglese.

Milioni di sciatori in tutto il mondo si affidano alla Sua competenza!
(Certo non sarà a un tiro di schioppo da casa tua ma Leitner è un azienda che paga piu che bene anche i neoassunti)
Avatar utente
Foto UtenteOasis91
174 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 152
Iscritto il: 26 ott 2015, 20:56

2
voti

[143] Re: Lista offerte di lavoro o impiego

Messaggioda Foto UtenteCptBurp » 31 lug 2019, 21:30

mario_maggi ha scritto:E' vero che è così difficile trovare programmatori di PLC?
Io sono anziano ed avrei problemi ad imparare adesso a programmare, ma non mi sembra un brutto lavoro. Se potessi, lo farei.
Mi fate capire com'è la situazione?
Ciao
Mario

Non so se può interessare ancora, ma per (piccola) esperienza personale è un lavoro molto "a rischio".
Nel senso.
Fine anni 90 ho frequentato (e finito discretamente) una scuola professionale per elettricista civile e industriale. Mi sono trovato bene, ho imparato una caterva di cose (tecniche e pratiche) e tra le altre cose abbiamo avuto anche un po di lezioni e pratica di PLC (Siemens S7). Molto interessante, veramente. Sarebbe stato bello, però, acquistarne almeno uno usato per fare un po' più di pratica... cosi è andato tutto presto nel dimenticatoio (±) :?
Non riporto le "disavventure" avute, poi, con le aziende di impianti elettrici, sarebbe OT (+ interessate ai guadagni "veloci" che altro e non sono nemmeno sempre stato pagato totalmente con "furbate" di vario tipo).
"Illuminato" dal PLC... ho provato a cercare un po'.
Parlo dell'inizio degli anni 2000, perciò ancora Pre-Crisi.
Trovato quasi niente, solo alcune richieste al Nord-Italia per figure "già esperte".
Poi, relativamente anche vicino alla mia città, ho trovato una azienda che offriva un piccolo "corso-stage" (gratuito e non pagato) in previsione di un eventuale assunzione anche per non già esperti.
Anche se cercavo un lavoro "classico" (per necessità di soldi), mi sono presentato e ho frequentato un po'.
Loro usavano gli Allen-Bradley e il "corso" serviva anche per questo. Corso molto interessante e persone anche cordiali.
Però... ad un certo punto, uno dei "capi" mi prende da parte e mi chiede... in caso di assunzione, cosa avrei richiesto di condizioni economiche... :shock:
Morale della favola, non assumevano con contratti "classici", ma "collaborazioni" di vario tipo... e "temo" facevano lo stesso scherzo con tutti per vedere chi "chiedeva di meno".
Peccato, il corso era veramente interessante e mi piace l'argomento... e se non avessi avuto problemi di soldi (dovevo prendere il treno A&R ogni volta) avrei almeno continuato il "corso-stage"... ma non era sicuro questo il lavoro che cercavo.
Considerando che (ho lavorato anche un periodo in una ferriera, giusto per fare un esempio) un lavoro del genere può diventare veramente molto "a rischio" se non si è più che esperti (che io NON ero, e "temo" nemmeno chi cercavano loro, visto l'andazzo) e non si ha almeno un minimo di "tranquillità" economica e logistica (fretta per finire il lavoro » x l'azienda; bisogno di intascare almeno quei pochi soldi » x propria sopravvivenza; e attrezzature a carico proprio » in quanto collaboratore esterno)... se avessi dovuto fare una programmazione di una siviera di acciaio liquido e incandescente... magari di fretta... per quei 4 spiccioli... magari anche solo con le attrezzature che mi potevo permettere io (ben poche cose)... con il rischio sempre presente di un qualche sbaglio o una qualche "interazione" non prevista e non voluta... senza, magari (anzi, sicuramente... visto l'andazzo), nemmeno la possibilità di provare il listato "sul campo" per eventuali correzioni... e, poi, questa, in qualche situazione fa qualche movimento NON previsto né voluto... e qualcuno ci rimane sotto ?
Vite e danni a parte, chi dovrebbe esserne responsabile ?
A quel punto ci ho messo una pietra sopra e bon.

Questo è quello che ho trovato, al Nord-Est all'inizio degli anni 2000.
Magari sono solo stato "sfortunato", non lo so.
Mi ricordo, già prima che iniziassi la scuola di elettricista, che in TV spesso si lamentavano che non trovavano personale specializzato... ma chi avrebbe dovuto specializzare il personale se non le aziende che ne hanno la possibilità ?
E qualcuno (ho anche sentito imprenditori di persona) si lamentava pure che... "tu addestri una persona e dopo che ha imparato, e ti comincia a "rendere", questa se ne va in un'altra azienda".
Forse che questa persona NON sia stata trattata proprio... "bene" ? ! ?
Parlo di assunzioni "regolari"... e, per esperienza personale, anche tanto lavoro e NON sempre pagato tutto. Attrezzature scarse e vecchie, mezzi anche al limite (e oltre, qualche volta :? ) del ritiro dalla circolazione. Colleghi che spesso ti considerano solo un potenziale concorrente al loro posto di lavoro, se non addirittura "lo schiavetto di turno" in quanto ultimo arrivato... e ti trattano di conseguenza, invece di "collaborare al lavoro". Veder fare cose fuori dalle normative e dalle basilari regole di sicurezza elettrica e... essere tacciato come quello che "vuole rendere difficile il lavoro facile" solo perché hai osato far osservare la "cazzata" al "vecchio dell'azienda".
E poi si stupiscono se alcuni se ne vanno appena possono/trovano... e non è sempre possibile, visto che il "resto" (anche quando/se lo trovi) non è, poi, tanto diverso; anzi, potrebbe anche essere peggio, oltrepassata "la facciata". (l'ho capito col tempo e a mie spese :-x)
Di sicuro dopo la "crisi" le cose NON saranno migliorate. Anzi, sono tanti anni che non vedo proprio nessun annuncio di nessun tipo.
Adesso sarà solo un "assalto allo sfruttamento sfrenato".
Non voglio pensare di dover anche scrivere codice, per aziende del genere, che dovrebbe far funzionare qualche grosso e pericoloso macchinario in qualche grossa fabbrica "malandata" anche questa.

Scusate se ho scritto parecchio e un po'... lamentandomi... ma era rilevante per l'argomento in oggetto.
Questa è stata la mia esperienza, almeno in quegli anni nell'estremo Nord-Est, e credo che per questa tipologia di lavoro, se non si trova una azienda più che seria che ha anche la "pazienza" e le "risorse" per affiancarti ad un loro operaio esperto (e serio e corretto, altrimenti è ancora peggio) per fare la necessaria pratica sul campo... per poi assumerti "seriamente"... sia una tipologia di lavoro dove veramente "il gioco NON vale la candela".
Anche se (purtroppo) il PLC è veramente un gran bel "attrezzo" con cui si possono fare veramente tante belle cose, se uno è appassionato di automazione (a scuola andavo matto per gli esercizi con relè, temporizzatori e elettrovalvole; abbiamo fatto anche qualcosina di pneumatica) e anche informatica; e il PLC ne è una ottima sintesi.

O_/
Avatar utente
Foto UtenteCptBurp
15 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 18 apr 2013, 17:13

3
voti

[144] Re: Lista offerte di lavoro o impiego

Messaggioda Foto Utentecarlomariamanenti » 1 ago 2019, 11:53

Ciao Foto UtenteCptBurp, ho letto delle tue tristi esperienze e mi permetto di aggiungere alcune osservazione che potrebbero portare i molti a pensieri che non sono nella realtà dei fatti così come tu li descrivi.

Innanzitutto mi dispiace leggere delle tue "disavventure", professionali ma ti assicuro che se è vero, (nessuno dubita di quello che scrivi), che esistono purtroppo realtà e persone come quelle che hai avuto la sfortuna di incontrare; è altresì vero che una grande parte, (la maggioranza a mio modesto avviso), delle realtà e delle persone che operano nell'automazione industriale che sono esattamente l'opposto di quello che tu descrivi: serietà, professionalità e sicurezza sono le parole chiave che le distinguono.

Io non so con chi tu abbia avuto a che fare ma anche quando scrivi di responsabilità inerenti alla "sicurezza" in merito ad eventuali "bachi" software rimango basito: innanzitutto il software non è certificabile, il software safety, (motion e/o plc), deve essere validato ma anch’esso non può essere certificato. Partendo da questo presupposto è una corretta analisi in termini della sicurezza dei sistemi per il quale si scrive il software di controllo la chiave di prevenzione a quanto tu descrivi; analisi che come puoi ben immaginare deve essere fatta da professionisti e a seguito della quale si procede con la finalizzazione di progetto dell'architettura hardware e software dei sistemi in oggetto, sicurezza compresa.
In ogni caso, se la sicurezza di un sistema fosse demandata ad una CPU "grigia" allora mi permetto di asserire che non si sta parlando di automazione.

Non so dove in quale luogo tu viva, non ti conosco e non conosco quindi il tuo skill tecnico e quale sia la tua professione; sappi che se fossi interessato a fare questo tipo di lavoro con realtà e persone serie e casomai abitassi in zona Milano, Brianza: allora fammi uno “squillo” perché la richiesta di programmatori Junior e Senior da queste parti, (così come immagino altrove), è sempre elevata e quindi la possibilità di una eventuale collocazione è seria.

Buon lavoro, -carlo.
Avatar utente
Foto Utentecarlomariamanenti
58,5k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 18 gen 2012, 10:44

0
voti

[145] Re: Lista offerte di lavoro o impiego

Messaggioda Foto UtenteCptBurp » 10 ago 2019, 4:09

Ciao.
Premetto subito che NON ho nessuna intenzione di iniziare polemiche o flamme di nessun tipo, ma leggendo la tua risposta... temo... ci siano stati alcuni "Qui, Quo, Qua", e aggiungo solo un paio di precisazioni che forse possono chiarire un po' meglio quello che ho scritto ;-)

* - Le mie principali "disavventure" le ho avute in aziende di installazione di impianti elettrici.
E' solo alla luce delle mie (purtroppo tante) "disavventure" con aziende di impianti elettrici, che... dopo aver capito di "cosa e come" (anche questa azienda) cercavano... lavoratori (diciamo)... che ho abbandonato l'idea dell'ambito dell'automazione.
Alla fin fine, in quell'ambito, ho avuto UNA sola esperienza diciamo... poco chiara... e per "analogia" con altre "brutte" esperienze... e "immaginando" quale avrebbe potuto essere "l'andazzo", ho rinunciato.
Non nego assolutamente che ci possano essere aziende, serie e corrette, dove tutto funziona come dovrebbe... solo che io non le ho trovate.

* - Non ho parlato proprio di ""sicurezza" in merito ad eventuali "bachi" software"
Casomai, dopo aver "saggiato la filosofia dell'azienda" (prendere il meno pretenzioso cercando di pagarlo il meno possibile), mi sono preoccupato per il "possibile andazzo dei lavori" con una azienda del genere. E fin quando programmi una imbottigliatrice di qualche azienda vinicola (è il mio pensiero "virtuale", non ho reali esperienze lavorative in questo ambito), se qualcosa va male (generalmente per estrema fretta di intascare i soldi e scarsa propensione a fornire attrezzature e materiali; cosa generalmente "normale" in aziende di questo tipo) la macchina potrebbe rovinare un po' di bottiglie e "sprecare" un po' di vino. Ed è comunque un danno. Chi si assume la responsabilità ? Chi ha programmato ? Magari di fretta, con il fiato sul collo del "capetto di turno" o direttamente del titolare, se l'azienda è piccola... perché hanno fretta d'intascare i soldi. Magari anche con l'ansia che hai già altri lavori che ti aspettano perché assumere personale costa... ma loro prendono più lavori possibile, per guadagnare il più possibile... e, magari, anche con "colleghi" che cercano di scaricarti il più possibile del lavoro (per fare loro il meno possibile) o che cercano di "farti le scarpe" (con angherie di vario genere) per "ruffianaggine verso il capo" o per paura di essere messi in secondo piano e/o di perdere il lavoro (tutte cose viste in aziende di impianti elettrici).
E...
Se tutto questo capitasse su una macchina più complessa e più pericolosa... dove si può anche rischiare di perderci la vita ? Io, per esperienza personale, ho subito pensato ad una Siviera di una qualche Acciaieria, ma anche qualunque altra situazione simile.
Non parlo di "bachi software", ma di programmazione "normale"... di fretta di concludere perché l'azienda ha da intascare... di fretta di "consegnare il lavoro", preso al prezzo più basso per "fregare" la concorrenza, o per Sub-Sub-Sub appalti (tutte cose viste in altri casi, ma con certe aziende...).
Quando facevo pratica a scuola, poteva capitare una svista di programmazione o anche semplicemente una condizione, non prevista e non voluta, che fa incartare il macchinario... ma lo puoi scoprire solo se provi il tuo listato direttamente sulla macchina, perché nel simulatore software (se lo hai) fila tutto liscio. Bisogna proprio montarlo sul hardware e provarlo anche in tante condizioni diverse perché lo stesso hardware potrebbe avere una qualche "anomalia strana" solo in qualche condizione particolare. E poi trovare la correzione al listato per evitare questa condizione anomala.
Ma "temo" questo sia possibile solo con aziende serie il cui interesse sia prima la "qualità del lavoro" e la "sicurezza del cliente".
Io, certa "retorica" l'ho sentita veramente tante di volte... ma l'ho vista quasi mai. Almeno nel mio ambito e per mia conoscenza.
Spero di essere stato un po' più chiaro.

* - Cosa sia una "CPU "grigia"" non ho la più pallida idea.
Come mi sembra di aver ben specificato, NON sono un esperto in questo campo (infatti, come già scritto, avevo scartato tante richieste di lavoro dove cercavano personale "già esperto"), so solo quello che ho studiato a scuola (PLC Siemens S7 300, quello che usavamo a scuola dove andavo) e partecipato a ± mezzo corso-stage sui Allen-Bradley ("± mezzo corso" per problemi di soldi).
Ho letto di alcuni che parlavano di programmazione in C & C++
Io ho sempre pensato che il linguaggio C & C++ fosse specifico dei PC, io ho imparato in tutt'altra maniera... Aveva un suo linguaggio specifico (non ricordo il nome) che si inseriva tramite una specie di terminale "manabile" con finestrella e tastiera direttamente collegato al PLC.
Ma avevo anche un software che simulava il PLC al PC e si potevano inserire dei comandi predefiniti (credo che si definisca "a blocchi") in una apposita finestra e testarne il comportamento "virtuale" al PC. Poi, se tutto funzionava, (e se ricordo bene) si ricavava il listato "virtualmente funzionante" in linguaggio suo da inserire direttamente sul PLC "vero" ... e lo si provava veramente "sul campo".
E generalmente funzionava, ma su certi listati più complessi, non sempre filava tutto come voluto e servivano le correzioni... e altro test... ed, eventualmente, altre correzioni fin quando funzionava tutto come voluto.
Purtroppo, come già detto, sono passati tanti anni e non mi ricordo più esattamente, potrei anche sbagliarmi sulla procedura esatta.
Questo è quello che ricordo di quegli anni.
Ma ho ancora tutti gli appunti di tutto e (credo) anche quel software.
Se serve posso cercarlo ed essere più preciso.
E quanto sopra vale anche come premessa di quanto sotto ;-)

* - Ti ringrazio per l'offerta a Milano-Brianza, ma non credo di essere il candidato adatto... perché è passato troppo tempo (non mi ricordo più un tubo di programmazione :-| )... perché (come già scritto) NON ero esperto già quella volta (cosa che mi sembra anche tu cerchi), figuriamoci adesso dopo tanti anni... perché, anche se fossi uscito da scuola ieri, e fossi "fresco" di programmazione, avrei qualche difficoltà ad iniziare un nuovo lavoro, dove ho "pratica zero", con anche la necessità di mantenermi completamente (al momento avrei anche qualche difficoltà ad acquistare un camper usato o un furgone da adattare per dormirci dentro aspettando di vedere se il "lavoro funziona"; non ho problemi di "adattamento", ma solo di "danaro" :mrgreen: ).
Forse 19 anni fa... ora non credo sia più possibile.
P.S.
Vivo giusto 400/500 km più ad est, ma non vorrei "offendere" qualcuno della mia "zona", perciò mi scuserai se rimango un po' sul "vago" ;-)


E...
Permettimi solo un piccolo "pensiero personale", ma ti prego assolutamente di NON prenderla sul personale, perché anch'io non ti conosco e non ho nessun motivo per mettere in dubbio quello che scrivi.
Però...
Immagino sarai un qualche "quadro" in una qualche azienda del settore; da quello che scrivi e come lo scrivi.
E capisco che, magari, lavori in una azienda che è veramente seria e lavora bene... non ho dubbi, ce ne sono sicuramente.
Ma permettimi di "dubitare", nei principi generali, solo questa tua affermazione:
"è altresì vero che una grande parte, (la maggioranza a mio modesto avviso), delle realtà e delle persone che operano nell'automazione industriale che sono esattamente l'opposto di quello che tu descrivi: serietà, professionalità e sicurezza sono le parole chiave che le distinguono".
Sicuramente alcune lo saranno... magari anche molte... la maggioranza ? ! ?
Non ho grandi esperienze specifiche in quel ambito (come più volte ribadito), ma per analogia con tante altre realtà... permettimi di dubitare sul termine "maggioranza". Sarebbe quasi un miracolo.
Sarei anche tentato di credere che sono io ad essere particolarmente "sfortunato": Ho iniziato montando reti paramassi in zone montane sopra le strade (non ti dico cosa ho visto e non sono neanche stato pagato tutto), poi come antennista (± storia simile), montaggio stand in fiere (sembrava non male fin quando volevano chiudere ed aprire come "cooperatriva"; servono altre spiegazioni #-o ), poi artigiano "muratore-volante" (convinto da un [ex]"amico-truffaldino" che se ne è solo aprofittato, ma lui è uno di quelli con il "culo ben coperto" [non dico come perché non ho voglia di problemi], purtroppo io no), poi in una ferriera (lavoro di M, turni di M e paga di M; non ho messo il naso molto in giro, non ne avevo il tempo, ma... il "menefreghismo generale" che girava la dentro...), poi elettricista (potrei scrivere parecchio in questo caso)...
Quello che mi fa ricredere sulla mia "presunta sfortuna" è il fatto che, con il tempo, ho iniziato a seguire un po' meglio i TG (telegiornali), programmi come "Le iene", "Striscia la Notizia", "Report" (grande esempio di giornalismo investigativo; dovrebbero fargli un monumento)... e con il tempo... mi sono fatto un po' "l'occhio" e me ne sono successe di vari colori, anche al di fuori dell'ambiente lavorativo.
Non so come funziona da te, ma dalle mie parti, nonostante sia l'estremo nordest, la società (o quantomeno la "parte di società" che ho conosciuto io) funziona tutta con il culto del "branco", il culto dell'"intrallazzo" e il culto dell'"omertà".
Se condividi questi "culti" puoi "essere dentro", se non li condividi "sei fuori"... se provi a contestarli, li hai tutti "nemici". E a nessuno gliè ne frega una beata mazza della realtà dei fatti, tutti guardano solo il proprio "comodo/interesse", danno ragione ai propri "amici" (anche se hanno torto), e danno torto ai propri "nemici" (anche se hanno ragione). Tutti servili al "potente di turno" e pronti a "fare le scarpe" al "debole di turno".
E questo non solo nell'ambiente di lavoro, ma anche negli aspetti più "banali" della vita quotidiana (non ti racconto dei miei problemi di condominio... ma anche certi "amici" che frequentavo e non frequento più... #-o ).
La mia stessa famiglia E' un problema, ma (al momento) meglio di dormire sotto ai ponti e andare a mangiare dai frati... :?

Non so quanti anni hai (io, ormai, sono già abbastanza dentro gli 'anta), non so dove hai vissuto e... dove lavori ora (credo a Milano-Brianza, però... :mrgreen: )... ma se hai trovato una azienda seria che lavora correttamente (e non ho nessun motivo per dubitarlo ;-) )... NON credere che questa sia "la norma" !
Per esperienza temo che questa sia solo una "fortunata eccezione".
Se veramente lavori in una azienda del genere, NON mollarla... tientela stretta con le unghie e con i denti !
E se non mi credi, guardati un po' intorno... cercando anche "un po' più in là"... cercando di guardare "oltre le apparenze" (tutti persone "perbene", fin quando non li prendono... se non hanno il "culo coperto"... o fin quando dura...)... cercando anche in altri ambiti e facendo le opportune analogie (l'uomo è sempre lo stesso, e i comportamenti pure).

E... auguri pure a te per il lavoro :ok:


O_/

P.S.
Scusate per il papiro, ma è argomento che sento particolarmente... sopratutto in questi ultimi anni :?
Avatar utente
Foto UtenteCptBurp
15 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 18 apr 2013, 17:13

0
voti

[146] Re: Lista offerte di lavoro o impiego

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 10 ago 2019, 8:23

CptBurp dal profondo nordest ti posso dire che anche qui ci sono ditte e persone serie. Devi essere qualificato per lavorare in certi ambiti o adattarti alla gavetta.
Non programmo PLC ma lavoro nell' automazione e ti posso assicurare che se un'azienda non lavora bene e fa le cose alla casso fa un lavoro poi basta.
Volevo scrivere anche io il mio papiro na sono sulla tastiera del telefono che rischia di volare dalla finestra riprendo in altro momento
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.397 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1394
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

Precedente

Torna a Informazioni varie più o meno utili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite