Pagina 1 di 1

Consiglio letture per colloquio lavoro

MessaggioInviato: 23 giu 2019, 20:22
da TRNCEnry
Buonasera a tutta la community !

Prima di ogni cosa congratulazioni per aver realizzato questo grande portale che spazia verso ogni tipologia di argomentazione ... mi chiamo Enrico ed ero alla ricerca di un consiglio per un opportunità di lavoro davvero molto importante nel campo dell'elettrotecnica ed elettronica .

Sono 30enne e il mio diploma di perito è ormai nel cassetto così come tante nozioni imparate sui banchi di scuola :lol: , ho avuto diversi anni fa un esperienza di lavoro di 4 anni in ABB nella produzione di inverter ad alta potenza , con operazioni di assiemaggio,cablaggio e collaudo. Dopo diversi anni mi ritrovo a dover affrontare un colloquio di lavoro per un azienda di grande spessore (non faccio nome perché ancora non sono certo sia quella che penso,ma lo escludo :D ) che si occupa della produzione di assiemi e sottoassiemi a radiofrequenza .

Tenendo conto che il colloquio si dividerà in due parti, prima con le risorse umane e poi il cosidetto colloquio "tecnico" , avevo bisogno di capire un paio di punti .

1. Generalmente in questa tipologia di colloqui quali punti si vanno a toccare, tenendo conto della mia esperienza , al di là delle nozioni base di elettrotecnica e la funzione di un inverter che potrebbero chiaramente domandarmi.

2. Cosa mi conviene ripassare a livello teorico vista la mia "pausa" da ogni concetto ... esiste qualche lettura con esempi pratici di schemi elettrici e le nozioni base ?

Ringrazio anticipatamente per le risposte . ;-)

Re: Consiglio letture per colloquio lavoro

MessaggioInviato: 23 giu 2019, 20:28
da abusivo
TRNCEnry ha scritto:...avevo bisogno di capire un paio di punti...

Io ne ho ancora un paio di milioni di punti da capire e per il momento posso solo darti il benvenuto sul forum!
Aggiungo inoltre una buona permanenza e un buon divertimento...

Re: Consiglio letture per colloquio lavoro

MessaggioInviato: 24 giu 2019, 16:36
da cicciob90
Benvenuto nel forum Enrico.
Per la pochissima esperienza che ho secondo me all'azienda non interessa cosa sai, ma cosa puoi imparare. Io ho fatto dei colloqui "tecnici" in cui le domande sono state veramente sommarie, quasi a capire se avessi mai sentito il nome di un determinato dispositivo o linguaggio di programmazione. Per cui vai tranquillo, fagli vedere che sei sveglio e che hai voglia di imparare.
Io invece volevo chiederti: ho fatto un colloquio per uno stage con abb e a quanto pare sembra essere andato bene, il problema è la paga (misera) e il fatto che non diano garanzie sulla successiva assunzione. Tu sai come si comportano con gli stagisti?