Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dubbi riscaldamento a pavimento

Caldaie, climatizzatori, isolamento termico, impianti di illuminazione e di insonorizzazione

Moderatori: Foto UtenteMassimoB, Foto Utentepaolo a m, Foto UtenteDarioDT, Foto UtenteGuerra

1
voti

[71] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 4 mar 2015, 14:51

Se la caldaia si accende significa che la temperatura dell'acqua è scesa. E' presumibile perché è stata utilizzata per scaldare gli ambienti più che per dispersione. Il voler tenere la temperatura dell'acqua più bassa non necessariamente diviene un risparmio economico.
Hai troppo caldo? Prova ad abbassare i termostati ambiente.
Sei soddisfatto della temperatura ambiente? Non è detto tu possa risparmiare con i componenti che hai.
Quali motivi concreti hai per dire che a parità di comfort puoi ulteriormente risparmiare?
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4738
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

0
voti

[72] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto Utentelittlesaint » 4 mar 2015, 15:06

Io penso di poter risparmiare perché vedo che con la temperatura a 35 di mandata mi trovo 23/24 gradi e sto bene, leggermente caldo ma sto bene..ma credo che anche con 1 o 2 gradi menò potrei comunque star bene...quindi per abbassare la temperatura e risparmiare non so se mi conviene di più:
- agire sui termostati
-strozzare i flussometri
-abbassare la temperatura di mandata

Molti nel forum dicono di lasciar perdere i termostati perché altrimenti si genera un alternarsi di temperatura..ovvero il termostato fa staccare a 24..riattacca (nel mio caso) a 22 e quindi avrei continui sbalzi di due gradi. Per questo avevo scartato l'uso dei termostati. E poi , sempre dalle opinioni che leggo sul forum, lo staccare e riattaccare della caldaia consuma di più della fiamma sempre accesa al minimo... :roll:
Avatar utente
Foto Utentelittlesaint
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 apr 2012, 21:52

1
voti

[73] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 4 mar 2015, 15:21

Ogni impianto è a sè, perché dipende da molti fattori.
Se hai trovato un buon equilibrio, allora lascia i termostati come sono (anche perché hai la temperatura impostata in ambiente).
Molte variabili sono legate tra loro, perciò devi prima trovare l'equilibrio.
E' evidente che avere una mandata di 40° ed impostare i ternostati a 18° può far sì che il sistema oscilli continuamente. (dispersioni, temperature esterne, ...).
Però tieni presente che si avvicina la primavera, perciò le considerazioni che fai, sono temporanee; questo inverno dovrai farne di altre.
Poi subentra anche la soggetività: per me 25° in casa sono tanti; preferisco vestirmi un po' di più anzichè girare in infradito in casa durante l'inverno. Perciò ti ho suggerito di abbasssare la temperatura sui termostati (un grado e poi vedi cosa succede).
Tutte le tre azioni che hai elencato possono essere attuate contemporaneamente alla ricerca dell'equilibrio dell'impianto. Siamo in marzo però....
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4738
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

0
voti

[74] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto Utentelittlesaint » 4 mar 2015, 16:39

Ok vi ringrazio proverò un po' le varie soluzioni tenendo conto che è marzo.
Pensate che la funzione del termostato "notturna" che imposta al termostato 5' in meno possa essermi utile in qualche modo?mi sembrano tanti 5' in meno la notte...un po' assurda come funzione...
Avatar utente
Foto Utentelittlesaint
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 apr 2012, 21:52

1
voti

[75] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto UtenteElectro » 4 mar 2015, 18:32

Electro ha scritto:Monta la sonda esterna e fai lavorare l'impianto a temperatura scorrevole.

Insisto.
Poi passerai alle regolazioni degli offset.
"La progettazione, il primo presidio della sicurezza" [Michele Guetta]
Avatar utente
Foto UtenteElectro
2.122 2 2 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:14
Località: Bari

0
voti

[76] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto Utentelittlesaint » 4 mar 2015, 19:01

Purtroppo non riesco a trovare un termotecnico che sappia fare il suo lavoro...sono di Firenze ed ho già chiamato due ditte:
chi non sa se la sonda va a nord o a sud, est, ovest, chi mi dice non metterla che tanto poi la vorrò levare, chi sente il pavimento per capire se riscalda perché dai flussometri non sa capire se l'acqua circola o meno....insomma almeno che qualcuno di voi non conosca un termoidraulico affidabile a firenze....devo proseguire senza sonda...
Avatar utente
Foto Utentelittlesaint
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 apr 2012, 21:52

0
voti

[77] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto Utentelittlesaint » 6 mar 2015, 0:33

Raga scusatemi ma ho bisogno di voi!! Volevo provare le varie vie suggerite e mi sono reso conto che quando apro l'acqua calda dal rubinetto..se la lasci aperta magari 2 o 3 minuti..se poi parte la caldaia per il riscaldamento a pavimento, smetto di ricevere acqua calda dal rubinetto...è normale questo?!?! Possibile che ogni tanto quando riparte la caldaia smette l'acqua calda sanitaria?...
Avatar utente
Foto Utentelittlesaint
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 apr 2012, 21:52

0
voti

[78] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto Utentelittlesaint » 6 mar 2015, 9:46

Foto UtenteGuerraDimenticavo..la mandata del riscaldamento è 35 e quella di acs 45... magari può dipendere da questo.. :cry:
Avatar utente
Foto Utentelittlesaint
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 apr 2012, 21:52

1
voti

[79] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 6 mar 2015, 10:45

Smette per quanto? 45°C freddoloso...
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4738
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

0
voti

[80] Re: Dubbi riscaldamento a pavimento

Messaggioda Foto Utentelittlesaint » 6 mar 2015, 11:23

Foto UtenteGuerraApro l'acqua calda e dopo 1 minuto circa inizia a venire fredda e se guardo la caldaia vedo infatti che è partito il riscaldamento a pavimento...dopo 30secondi circa il riscaldamento a pavimento stacca e riattacca nuovamente l'acs che dopo altro 10 secondi ritrovo nuovamente calda...e continua così il ciclo... Per " 45' freddoloso" intendi che ti sembrano tanti 45 gradi di acs? In realtà anche impostando il miscelatore tutto dalla parte calda non scotta...è calda ma ci stai sotto tranquillamente...
Ecco vorrei precisare anche questo non so se può aiutarvi a capire:
l'acqua calda che tengo aperta non è miscelata con la fredda, il miscelatore è totalmente a sinistra su hot!
Avatar utente
Foto Utentelittlesaint
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 25 apr 2012, 21:52

PrecedenteProssimo

Torna a Termotecnica, illuminotecnica, acustica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti