Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

luci per ripetizione di stoccata autoalimentate 12V

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtentePaolino

0
voti

[11] Re: luci per ripetizione di stoccata autoalimentate 12V

Messaggioda Foto Utentecucudril » 9 lug 2018, 9:44

GuidoB scusa se non ti ho risposto prima ma era da una settimana che avevamo problemi con internet...

Se si accende sempre una sola luce alla volta, con strisce come quelle del link l'alimentatore va bene da 12 V, 1 A.


Alle volte si possono accendere due luci:

- nella SPADA verde e rossa insieme quando è doppio colpo (in questa arma vale la stoccata di risposta entro un tempo limite e viene assegnato un punto ad entrambi gli schermidori)
- nel FIORETTO dipende... nel senso... alle volte può capitare che si accendono le due luci colorate (verde e rossa, punto annullato perché non vale il doppio colpo) oppure una luce colorata e la luce bianca (vuol dire che uno dei due tiratori ha colpito un bersaglio non valido)
- nella SCIABOLA è come nel fioretto, può entrare il doppio colpo ma non entrerà mai un colpo luce colorata/luce bianca

Mi è sorta una curiosità. Hai detto che gli schermitori sono collegati a un cavo tripolare ricoperto di kevlar. Non conosco il costo né l'eventuale scomodità di essere collegati a questo cavo, ma ho pensato che se:
- la pedana è conduttiva,
- gli schermitori dotati di un apparecchio a pile con trasmettitore radio,
- gli schermitori dotati di scarpe con suola conduttiva,
si potrebbero eliminare i cavi e i relativi avvolgitori.


Il costo del cavo è minimo, il kevlar viene messo solo sui cavi aerei per dare robustezza ad un cavo che durante un assalto viaggia su di una carrucola compiendo più volte il tragitto - centro pedana>fondo pedana attacco - oppure - centro pedana>fondo pedana difesa -.
La pedana (quelle in alluminio, non le mie perché per motivi di risparmio ho messo delle pedane in gomma) è messa a massa tramite il segnalatore di stoccata, utile durante le gare perché il giudice deve sapere se l'arma ha toccato l'avversario oppure se ha toccato la pedana o terra ma gli schermidori non possono assolutamente mettere delle scarpe conduttive perché in alcuni casi (come hai scritto tu
se uno schermitore desse una stoccata mentre salta
) la stoccata entra effettuando un salto in avanti (fleché o balestra) o un salto indietro (arresto al braccio armato su affondo dell'avversario) quindi sarebbe una soluzione impossibile da applicare.

Sai se esistono già soluzioni del genere, e se funzionano bene?


Non penso che esistano... sennò nelle Olimpiadi, dove si tengono le gare di scherma più importanti, le avrebbero già utilizzate ma finora ho visto solo rulli oppure segnalatori Wi-Fi moooolto cari...

Per rivelare una stoccata, sai qual è la corrente in mA e per quanto tempo deve passare?


No, non saprei dirti la corrente quanti mA deve avere...

Inoltre non ho capito se sulla punta della spada c'è un pulsante vero e proprio, oppure solo due borchie metalliche che vengono cortocircuitate da un gilet conduttivo.


Sulla SPADA c'è un pulsante vero e proprio che chiude il contatto mentre sul FIORETTO la segnalazione avviene tramite pulsante/gilet conduttivo.

Grazie di tutto
Avatar utente
Foto Utentecucudril
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 27 giu 2018, 8:10

1
voti

[12] Re: luci per ripetizione di stoccata autoalimentate 12V

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 11 lug 2018, 0:46

Grazie Foto Utentecucudril delle interessanti informazioni.

Non mi sono dimenticato di te, abbi un po' di pazienza perché in settimana il tempo è tiranno...

Nel frattempo volevo segnalarti che ho scoperto questo apparecchio per scherma senza fili, adatto solo per allenamento visto che non può garantire tutte le segnalazioni necessarie in gara. Inoltre va tarato bene perché anche il sudore può modificare alcune segnalazioni.

Per quanto riguarda l'accensione contemporanea di luci non preoccuparti. Si tratta solo di scegliere un alimentatore in grado di fornire la corrente necessaria.

Stavo vedendo dei pannellini LED quadrati per illuminazione a luce bianca tipo questi, ma mi sembrano un po' piccoli per il tuo uso, a luce troppo forte, e inoltre è difficile trovarli a 12 V. Per cambiare il colore a verde o rosso si possono usare apposite vernici (lacche) trasparenti colorate, oppure fogli colorati di acetato da tagliare a misura. Vanno poi protetti, visto che le lacche o i fogli di acetato sono un po' delicati.

Forse la soluzione a strisce LED autoadesive che avevo proposto inizialmente è la più adatta. Io metterei, a distanza di un centimetro dai LED, un "sandwich" fatto di un foglio di plexiglas opalino, quadrati di acetato colorati davanti alle luci verde e rossa, nastro adesivo nero e largo per tenere fermi i fogli di acetato e "incorniciarli", e davanti al tutto un foglio di policarbonato trasparente di protezione. Verrebbe una cosa di questo tipo:

È così che lo intendevi?
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
13,8k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2112
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

0
voti

[13] Re: luci per ripetizione di stoccata autoalimentate 12V

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 18 lug 2018, 1:00

Ecco lo schema più o meno definitivo.

Ho preferito mettere i MOSFET sulla stessa basetta che ospita i fotoaccoppiatori. In questo modo si potranno collegare in parallelo, senza ulteriore elettronica a bordo, vari altri pannelli (anche 10 - 20, purché l'alimentatore li sopporti).

Nei pannelli ci saranno solo le strisce LED. Per collegarli alla scheda ci vorranno cavi quadripolari 4 x 0,5 mm² per pannello (la sezione minima dipende anche dalla lunghezza dei cavi).

Puoi trovare i componenti per esempio qui:
4N35 (datasheet per piedinatura),
RFP50N06 (datasheet per piedinatura),
alimentatore 12 V 2 A (per un solo pannello).
Se i pannelli sono più di uno occorrerà un alimentatore più potente, in grado di fornire tutta la corrente necessaria. Il valore esatto della corrente si potrà sapere effettuando misure sulle strisce LED. Probabilmente 2 A per pannello bastano e avanzano.

Se tu volessi collegare molti pannelli, sarebbe conveniente collegare le striscette LED in serie a due a due, in modo da poterle alimentare a 24 V e dimezzare così la corrente e la sezione dei fili necessaria. Il pilotaggio dei MOSFET in tal caso richiederebbe una piccola modifica (portare R4, R5 e R6 da 100 Ω a 10 kΩ). Anche l'alimentatore per ottenere Vcc sarà in questo caso da 24 V.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni chiedi pure.
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
13,8k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2112
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

Precedente

Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti