Pagina 7 di 7

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 10 giu 2019, 23:13
da claudiocedrone
edgar ha scritto:
sidro007 ha scritto:Pensavo, sostituendo il piattello di plastica con uno di metallo, tipo una puleggia

Se non li trovi altrove RS ne ha vari modelli

Oppure recuperi il coperchio del filtro dell'aria di un trattore...

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 10 giu 2019, 23:37
da setteali
Allargando la fantasia per l'autocostruzione usando materiale economico e di facile reperibilità :
in ferramenta acquisti una matassina di filo di ferro nero di 2 mm, è filo di ferro cotto e non protetto ed è malleabile al massimo, con un po' di pazienza avvolgi a spirale stretta su un bullone di 8 mm fissato su una tavoletta ed ogni due o tre spire gli fai tre o quattro magliette di saldatura a stagno, una volta raggiunto il diametro adatto, lo monti.
Alex

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 10 giu 2019, 23:40
da claudiocedrone
:shock: In pratica una stampante 3D per metalli manuale :mrgreen:

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 13 ago 2019, 17:43
da sidro007
Eccomi qua, scusate l'assenza ma ho dovuto andare in ferie per avere il tempo di fare delle prove.
Alla fine ho trovato dei dischetti metallici in ferramenta, delle rondelle da cappotto, ho cercato di inserirne il più possibile per fare spessore.

Risultato: con 5 rondelle come in foto il ronzio si è attenuato ed ora è metà di prima. Ma non è sparito.
Credo che meglio di così non si possa pretendere da queste casse.

Grazie a tutti per l'aiuto.

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 13 ago 2019, 20:51
da setteali
Dovresti rovare ad isolarle una dall'altra anche con un semplice foglio di carta.
Alex

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 15 ago 2019, 23:34
da BrunoValente
Suggerisco un paio di prove da fare per capire meglio l'origine del ronzio.

Con il trafo in posizione originale provare a scollegare il secondario dal circuito per verificare se il ronzio sparisce: se sparisce vuol dire che il ronzio si genera a causa del campo magnetico disperso del trasformatore che si accoppia con il circuito.

E' pur vero che i toroidi minimizzano il problema del campo disperso ma è anche vero che lo minimizzano solamente e non lo eliminano del tutto: ho avuto a che fare con questo genere di problemi e posso assicurare che non se ne viene fuori facilmente.

Se invece il ronzio permane allora vuol dire che l'accoppiamento non è con il circuito ma con l'altoparlante e l'altra prova da fare è staccare anche i due fili di collegamento dell'altoparlante dal circuito: se in queste condizioni il ronzio dovesse sparire vorrebbe dire che l'accoppiamento avviene tra il trafo e i fili di collegamento dell'altoparlante e una discreta riduzione si dovrebbe ottenere attorcigliando strettamente tra loro i fili dell'altoparlante in modo da ridurre la superficie della spira che formano e quindi anche l'accoppiamento.

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 4 set 2019, 21:45
da tonydtb
Ciao
Esistono le D.I. per risolvere il problema.
Se disponi di un mixer con la 48V puoi comprare una più economica e passiva altrimenti devi acquistare una con la batteria da 9V.
Vedi allegato
Spero di essere stato utile.

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 4 set 2019, 22:02
da claudiocedrone
Dubito che la DI box possa servire a qualcosa Foto Utentetonydtb, se leggi il thread all'inizio vedrai che il ronzio in questione è un difetto intrinseco della cassa anche senza alcuna sorgente collegata.

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 4 set 2019, 22:06
da setteali
:ok: :ok: mi hai preceduto di un caffè @claudiocedrone, in tutto e per tutto.
Alex

Re: Ronzio su cassa attiva Gemini

MessaggioInviato: 5 set 2019, 13:02
da BrunoValente
Concordo, Foto Utentetonydtb deve aver frainteso.