Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Come vede il mondo un fisico?

Leggi e teorie della fisica

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteIanero, Foto UtentePietroBaima

0
voti

[11] Re: Come vede il mondo un fisico?

Messaggioda Foto UtenteIanero » 9 giu 2018, 9:24

Ho già preso due libri, tranquillo :-)
Andrò mooooolto piano, finalmente posso sviscerare tutto quello che leggo come ho sempre desiderato, e come mi hai sempre confermato essere la cosa giusta da fare.

A proposito, le tue descrizioni sono sempre così belle :-)
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
6.769 5 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 3340
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

1
voti

[12] Re: Come vede il mondo un fisico?

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 giu 2018, 9:27

Tienimi aggiornato sulle tue mosse, magari imparo pure io qualcosa, please.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
73,7k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8618
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[13] Re: Come vede il mondo un fisico?

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 giu 2018, 9:53

PietroBaima ha scritto:Lo vede come qualcosa di troppo difficile per essere compreso appieno e, proprio per questo, ancora più affascinante. Lo vede come la ragione per la quale il proprio cervello è vivo.


Come dire: il motore della sua curiosità.

Quando pensa ad una pianta dice: "è bello pensare che su questo pianeta ci sono dei sistemi per immagazzinare energia dalla sua stella e conservarla."

Per lui un leptone è un animale domestico, ma lo è anche una galassia.


Bellissima! Quando torno a casa so che altro nick appioppo alle mie gatte: leptoncine! :D

Io non so quanto mi possa considerare affine a un fisico (penso molto poco nonostante la fisica mi interessi parecchio); "sento" però, dall'insieme di frammenti e info sparse apprese nella vita, che il mondo non esiste solo come conseguenza di un evento (big bang) o di (per chi ci crede) un "atto di volontà" ma, in qualche modo, come risposta ad una necessità. O, detto altrimenti, l'universo (questo e così com'è) esiste perché la sua esistenza è necessaria a un equilibrio o a un "pareggio contabile" che altrimenti sarebbe in sbilancio. E cerco di capire quale sia la contabilità che sta dietro a tutto quanto.

O forse di capire quali croccantini piacciono (e perché gli piacciono) all'universo! ;-)
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5565
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[14] Re: Come vede il mondo un fisico?

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 giu 2018, 10:19

Sicuramente tra preti e fisici non corre buon sangue, a cominciare dal fatto che i primi hanno ripetutamente cercato di fare al forno i secondi. Ma credo che la differenza maggiore stia nel fatto che i fisici cercano di interagire col mondo attraverso la sua comprensione per quello che è, accettandolo di conseguenza, anziché attraverso l'imporgli di essere capiti in virtù di un presunto esserne "a parte" anziché esserne parte e basta. Sono proprio due modalità opposte di vivere. Un fisico degno di questo nome accetta la natura, un prete no.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5565
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

1
voti

[15] Re: Come vede il mondo un fisico?

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 giu 2018, 11:27

Un fisico si impegna soprattutto a capire la natura per controllarla attraverso i "comandi" (le leggi fisiche) che la natura stessa, una volta compresa, mette a disposizione. Un prete, nella sua presunzione di essere o di disporre di un tramite diretto con qualcosa che sta sopra la natura e la controlla da fuori, non sente alcuna necessità di capire la natura: gli basta "chiedere" (pregare, dare ordini ecc.) per ottenere (o credere di ottenere ciò che vuole.

Secondo me la vera differenza tra il fisico e i prete è che il primo è figlio di un pensiero raziocinante, prodotto ormai da un cervello umano pienamente evoluto secondo i termini con cui noi, oggi, intendiamo questa condizione. Il prete invece è il residuo ereditato da una condizione preumana in cui il cervello non era ancora arrivato al livello di evoluzione necessario a sostenere pienamente il pensiero raziocinante con tutta la sua complessità.

Anche se poi la capacità raziocinante umana moderna è stata utilizzata a piene mani per costruire un'ideologia per difendere disperatamente l'indifendibile (il pensiero preumano appunto) ciò che difende è una condizione intellettiva preumana, ormai superata, di incapacità mentale ad affrontare, analizzare, capire e accettare la realtà fisica per quella che è: una realtà indipendente dalla nostra mente. Ora il solo ostacolo a tale accettazione è la pura e semplice ignoranza (non di rado dolosa) delle cose come stanno, non come probabilmente era un tempo una vera e propria limitazione organica del cervello a "vedere" il mondo attraverso il ragionarci sopra.

Sotto questo aspetto, mi auguro che le religioni diventino quanto prima un capitolo di archeologia-paleontologia psichiatrica, perché ormai quello è il loro posto nella storia della specie...
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5565
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

3
voti

[16] Re: Come vede il mondo un fisico?

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 9 giu 2018, 15:51

Ah sì? A me sembra che entrambe siano state sostituite, e con grande successo, dalla religione del neoliberismo... Del resto religioni (di qualsiasi salsa) e ideologie (anche qui di qualsiasi salsa) hanno in comune uffici propaganda (anche a livello universitario), soldi da spendere in immense produzioni di aria fritta e zeloti senza testa pronti a dire la loro laqualunque su qualsiasi cosa purchessia, anche quando quanto han da dire vale meno di un peto e il miglior contributo che avrebbero potuto dare sarebbe stato un bel tacere.


Chiudo il thread perché a questo punto non ha più alcun senso continuarlo, neppure come divagazione.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,7k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5565
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

Precedente

Torna a Fisica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti