Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Velocità di propagazione della corrente elettrica

Leggi e teorie della fisica

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtentePietroBaima, Foto UtenteIanero

0
voti

[21] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 11 dic 2017, 16:00

Infatti. L'unica vera informazione che si può fare è descrittiva; puoi solo descrivere una lavatrice, cosa fa, come lo fa e dire, se serve, dove si può vederne una per collegarne la percezione alla descrizione. Stop.
Proprio per questo le analogie non servono a niente: tanto vale descrivere come sono le cose alla maniera dei tastatori ciechi che girano intorno all'elefante - e questo vale anche se ci vedi perfettamente.

Ora a me non interessa una definizione di cosa sia la corrente: la corrente è qualcosa che corre e amen! :mrgreen: Quel che mi interessava sapere è come uscire dal paradosso di avere qualcosa "che corre" quando ciò di cui è composto fisicamente (in questo caso le cariche elettriche) in realtà non corre affatto. Esattamente come una fila di palle da biliardo di cui, colpita la prima, si muove solo l'ultima.

Nel caso delle palle da biliardo, ciò che tiene ferme le palle pur lasciando passare l'impulso di energia cinetica, è la loro inerzia che, magari relativamente esigua per la singola palla, non lo è affatto per l'intera fila di palle. Nel caso delle cariche elettriche, che cosa prende il posto dell'inerzia che c'è nelle palle da biliardo?

Questo è quello che mi piacerebbe sapere! Sperando naturalmente di non rompere le palle a nessuno! :mrgreen:

;-)
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,3k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5453
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

3
voti

[22] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 11 dic 2017, 16:22

Un po' che ho molto da fare, un po' che scrivete velocemente, un intervento che volevo fare un po' di tempo fa arriva solo a pagina 3 del thread.

Questo e` un tentativo di confondere le idee a Foto Utentemario_maggi :D

Metti una biro appoggiata sul tavolo, poi comincia a spingerla adagio da una estremita`. Adagio vuol dire ad esempio 1 cm/s. Quando cominci a spingerla ad esempio dal fondo, quanto tempo passa prima che la punta cominci a muoversi?
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
100,0k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 17938
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[23] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 11 dic 2017, 16:25

Piercarlo ha scritto:(in questo caso le cariche elettriche) in realtà non corre affatto

Non direi che non corre affatto, la carica elettrica si sposta adagio ma si sposta.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
4.953 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2666
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[24] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 11 dic 2017, 16:32

EcoTan ha scritto:Non direi che non corre affatto, la carica elettrica si sposta adagio ma si sposta.


MOOOOOLTO adagio... Se la trasmissione dell'energia dipendesse da loro, per avere luce alla sera dovremmo girare l'interruttore alla mattina prima di uscire. Invece (per fortuna) non è così.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
20,3k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5453
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[25] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto UtenteIanero » 11 dic 2017, 19:10

Comunque il punto su cui intendevo far pensare Piercarlo era: un'onda è una perturbazione che trasporta energia, in particolare il termine perturbazione per la tua domanda (se l'ho capita, ma ultimamente mi sbaglio spesso) è ciò che serve.
Un'onda elettromagnetica è in particolare una variazione nello spazio e nel tempo di due grandezze, campo elettrico e magnetico. Oscillando e autosostenendosi a vicenda queste possono propagarsi. Come la genero un'onda elettromagnetica? Accelerando una carica, per esempio facendola muovere su e giù sinusoidalmente. Perché ora una guida d'onda confina il campo? Il mantello della guida è un pezzo di metallo, con una certa conducibilità, ovvero hai a disposizione degli elettroni circa liberi di muoversi quando 'sentono' una forza. Come fanno ste cariche a deviare il percorso dell'onda? Esse sottoposte al campo incidente cominciano a oscillare insieme ad esso, ed essendo delle cariche in moto accelerato esse generano a loro volta un campo elettromagnetico variabile. Questo processo avviene tanto meglio quanto più il metallo è ideale, cioè quanto più la conducibilità è alta (ideale = infinita). L'onda che ti ritrovi riemessa da queste cariche andrà a sbattere di nuovo, ad esempio dall'altro lato, sulla parete metallica, e il processo andrà avanti. In altre parole la propagazione va avanti per riflessioni multiple all'infinito (se tutto è ideale e la guida non è troncata).
Le cariche libere del mantello, che in un certo senso 'ballano' insieme al campo che arriva, altro non sono che delle correnti (di volume). Queste sono tanto più schiacciate in uno strato sottile del metallo quanto più (di nuovo) la conducibilità è alta. Se questa fosse infinita le correnti sarebbero concentrate in uno strato infinitesimo e sarebbero responsabili di una discontinuità di campo tra dentro la guida e fuori di essa (confinamento totale).

Spero di non averti confuso.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
6.410 5 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 3062
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

0
voti

[26] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 12 dic 2017, 7:38

Tanto per curiosare, da questo link:
http://ishtar.unibo.it/em/elet/campo.html
trovo che "la velocità di deriva è tipicamente dell'ordine dei millimetri al secondo".
L'elongazione è l'integrale della velocità, essendo una sinusoide dividiamo per la pulsazione e moltiplichiamo per radice di 2, a 50 hertz vengono dei micron.
La supposta linea di 1000 km, ma in corrente continua, un elettrone la percorre tutta in 10 alla 9 secondi, 32 anni.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
4.953 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2666
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[27] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 12 dic 2017, 8:01

ecotan,
la velocità di deriva è tutt'altro argomento.
Chiedevo quanto tempo passa dalla messa in tensione di una linea da 1000 km al rilevamento dell'inizio della presenza di tensione sul lato non alimentato. Le risposte che indicano pochissimi millisecondi mi sembrano centrate e attendibili.

IsidoroKZ,
Questo e` un tentativo di confondere le idee a mario_maggi :D

Me le sono chiarite da solo:
https://www.youtube.com/watch?v=heVtMxIexrI
https://www.youtube.com/watch?v=_lBxDkaqGyA
O_/
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
14,2k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3205
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

0
voti

[28] Re: Velocità di propagazione della corrente elettrica

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 12 dic 2017, 8:13

mario_maggi ha scritto:la velocità di deriva è tutt'altro argomento

Sì certo. Tornando (forse) all'argomento, mi viene da confrontare un cavo coassiale per antenna TV attuale con uno di qualche decennio fa, o peggio con un cavo RG8 per ricetrasmittenti. Una volta si spendeva un capitale in rame, oggi si è capito che conta di più il dielettrico, meglio se contenente aria. Sbaglio?
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
4.953 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2666
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

Precedente

Torna a Fisica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite