Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Iniziare con i PIC

Tipologie, strumenti di sviluppo, hardware e progetti

Moderatore: Foto UtentePaolino

0
voti

[11] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto Utentepusillus » 1 feb 2020, 19:44

EcoTan ha scritto:Io non rinunzierei ad una schedina pronta Arduino con le sue saldature SMD...

Concordo in pieno! Io iso dei "nano" e dei "pro mini" con la breadboard per prototipare..
Se devo fare roba più complessa uso una breakout custom stm32
https://hackaday.io/project/165643-stm3 ... kout-board .. e utilizzo un RTOS, in un progetto complesso ti facilita parecchio il lavoro.
Immagine
https://github.com/ScarsFun
“Non è morto ciò che può vivere in eterno,
E in strani eoni anche la morte può morire.”
Avatar utente
Foto Utentepusillus
2.112 1 5 11
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 5 mar 2016, 15:19
Località: Latina

0
voti

[12] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 1 feb 2020, 20:10

Macelettronic ha scritto:Avevo visto Arduino, ma non mi ispirava più di tanto (...)
secondo me il suggerimento di @pusillus è mirato.
Quella schedina è già di per sè piccolina, in mancanza d'esperienza non è semplice miniaturizzare uno stampato fai da te, poi ci sono implicazioni dovute alla programmazione.
Le probabilità di stancarsi prima dell'accensione di un led sono elevate.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6823
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[13] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto UtenteMacelettronic » 2 feb 2020, 12:23

EcoTan ha scritto:Io non rinunzierei ad una schedina pronta Arduino con le sue saldature SMD. Poi una scheda ospite (shield) su scala tradizionale puoi sempre farla per le alimentazioni, adattamenti in entrata, in uscita, segnalazioni, comandi e tutto quello che serve.


Il problema delle schede già fatte, sono le loro dimensioni stabilite, comodissime ma a volte di misure errate, ad esempio mi è capitato di creare schemi sulla millefori tagliate rotonde oppure ad L o divise in tre parti, ecco perché preferisco crearmele da me :)

comunque darò un'occhiata ad Arduino visto che si possono creare le schede da soli :)
Avatar utente
Foto UtenteMacelettronic
50 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 1 feb 2012, 11:08

0
voti

[14] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto Utentepusillus » 2 feb 2020, 12:49

Pensi di riuscire, con un PCB artigianale , ad avvicinarti a queste dimensioni?
125027323026146872.jpg

Di solito si usa una schedina del genere e la si alloggia su una millefori o un PCB custom
Immagine
https://github.com/ScarsFun
“Non è morto ciò che può vivere in eterno,
E in strani eoni anche la morte può morire.”
Avatar utente
Foto Utentepusillus
2.112 1 5 11
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 5 mar 2016, 15:19
Località: Latina

0
voti

[15] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto UtenteMacelettronic » 2 feb 2020, 13:19

pusillus ha scritto:Pensi di riuscire, con un PCB artigianale , ad avvicinarti a queste dimensioni?
125027323026146872.jpg

Di solito si usa una schedina del genere e la si alloggia su una millefori o un PCB custom


Sicuramente no :D
Però ti faccio un esempio, mi è capitato di creare la barra lampeggiante delle ambulanze su un modellino 1:43, la millefori l'ho nascosta dentro il modellino e divisa in due parti per nasconderla meglio, cosa che non puoi fare con PCB già assemblate.
Devo capire meglio come funziona Arduino, se è più semplice e ti lascia libero di creare la tua PCB, diventa una valida alternativa a quello che cercavo :)
Ad esempio il classico lampeggio di due Led che per adesso creo con ne555, con Arduino lo farei con un altro componente ma sempre creandomi io la PCB?
Arduino lo useri solo come programmatore del microcontrollore che prenderebbe il posto del ne555, senza ogni volta dover collegare Arduino per farlo funzionare?
Avatar utente
Foto UtenteMacelettronic
50 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 1 feb 2012, 11:08

0
voti

[16] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto Utentepusillus » 2 feb 2020, 13:47

Arduino è un abiente di sviluppo che permette di programmare diversi microcontrollori (i PIC mi pare di no) e nasconde all'utente la parte a basso livello del micro. Quindi per utilizzare questo ambiente non occorre conoscere in dettaglio come funziona un particolare microcontrollore. In Quella foto c'è un microcontrollore su cui gira Arduino e ci sono tutti i componenti indispensabili per far funzionare il micro che dovresti collegare anche se non intendi utilizzare arduino e programmare il micro, in questo caso un Atmel atmega328p, in C o Asm.
Immagine
https://github.com/ScarsFun
“Non è morto ciò che può vivere in eterno,
E in strani eoni anche la morte può morire.”
Avatar utente
Foto Utentepusillus
2.112 1 5 11
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 5 mar 2016, 15:19
Località: Latina

0
voti

[17] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto UtenteMacelettronic » 2 feb 2020, 16:16

Ok quindi Arduino farebbe a mio caso, perché se ho capito bene, se voglio creare un PCB da zero, posso farlo, poi programmo il microprocessore ed ottengo quello che voglio.
Ad esempio se mi occorrono 5 PCB che facciano da crepuscolare nel diorama, potrei creare 5 PCB poi con Arduino programmare il chip e metterlo sullo zoccoletto delle PCB fatte da me, senza dover tenere collegata la scheda Arduino nel diorama ogni volta che voglio accenderlo corretto?

Se si, potete darmi un'altra info?
Tenendo conto che in casa ho già condensatori, resistenze, Led, transistor ecc
Compresa basetta di prova, fili per ponticelli ecc
Dovrei solo prendere i connettori e fili per collegare la PCB da me creata ad Arduino per la programmazione del chi ed in caso volessi modificare la funzione in futuro (se possibile farlo), ad esempio in caso di lampeggio Led, magari in futuro voglio modificare la frequenza di lampeggio basta semplicemente modificare il programma e riprogrammare il chip, quindi potrei farlo collegando Arduino alla PCB senza staccare il chip da questa, giusto?

Ok a se ho capito tutto bene, adesso vorrei capire, quale Arduino prendere, online trovo vari modelli Arduino senza tener conto dei cloni.
Se ho capito bene per la prova del programma su scheda di prova e la programmazione dei chip che andranno sul diorama basterebbe Arduino uno rev 3, quella del link qui sotto?

https://www.amazon.it/Arduino-Uno-Rev3- ... _mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&keywords=arduino&qid=1580652905&sr=8-3

Oppure cosa devo prendere?
Ovviamente qualcosa, che in futuro mi permetta di fare anche altro, visto che ho trovato sul sito Arduino sensori di temperatura, di umidità, sensori infrarossi ecc ecc
Avatar utente
Foto UtenteMacelettronic
50 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 1 feb 2012, 11:08

1
voti

[18] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto Utentepusillus » 2 feb 2020, 19:27

Macelettronic ha scritto:Ok quindi Arduino farebbe a mio caso, perché se ho capito bene, se voglio creare un PCB da zero, posso farlo, poi programmo il microprocessore ed ottengo quello che voglio.
Ad esempio se mi occorrono 5 PCB che facciano da crepuscolare nel diorama, potrei creare 5 PCB...

Se vuoi puoi farti il tuo PCB personalizzato con un Micro con sopra arduino, ma te lo sconsiglio per i motivi che ti ho detto prima.
Per "crepuscolare" cosa intendi? un sensore di luminosità tipo fotoresistenza? se ti occorrono 5 sensori del genere sparsi sul tuo diorama, ti basta una scheda arduino per gestirli tutti.
Macelettronic ha scritto:poi con Arduino programmare il chip e metterlo sullo zoccoletto delle PCB fatte da me.
senza dover tenere collegata la scheda Arduino nel diorama ogni volta che voglio accenderlo corretto?

Non è proprio così: Arduino è il sistema di sviluppo software ed un piccolo bootloader all'interno del Micro che permette di caricare il programma. Puoi anche utilizzare un ISP ed evitare di usare il bootloader. La scheda arduino rimane nel diorama ma non cambia nulla a livello hardware con un micro qualsiasi, Cambia solo il fatto che nella memoria del micro ci gira un programma fatto con il sistema di sviluppo di Arduino.

Macelettronic ha scritto:Tenendo conto che in casa ho già condensatori, resistenze, Led, transistor ecc
Compresa basetta di prova, fili per ponticelli ecc
Dovrei solo prendere i connettori e fili per collegare la PCB da me creata ad Arduino per la programmazione.

Ti stai complicando la vita inutilmente per utilizzare arduino ti serve la scheda Arduino (ce ne sono diversi modelli) Un cavo USB e il suo ambiente di sviluppo https://www.arduino.cc/en/main/software
Macelettronic ha scritto: del chi ed in caso volessi modificare la funzione in futuro (se possibile farlo), ad esempio in caso di lampeggio Led, magari in futuro voglio modificare la frequenza di lampeggio basta semplicemente modificare il programma e riprogrammare il chip, quindi potrei farlo collegando Arduino alla PCB senza staccare il chip da questa, giusto?

Riprogrammi la scheda Arduino tramite la seriale/USB
Macelettronic ha scritto:Ok a se ho capito tutto bene, adesso vorrei capire, quale Arduino prendere, online trovo vari modelli Arduino senza tener conto dei cloni.

Sbagli: I cloni funzionano molto bene e costano 1/10 dell'originale.
Il costo dell'originale è ingiustificato, se vuoi contribuire allo sviluppo di Arduino e premiare chi ha lavorato per questo, la cosa che ritengo piu giusta è fare una donazione a chi ha sviluppato il Framework, che poi è la parte che fa la differenza https://www.arduino.cc/en/main/donate ...inoltre lo hanno inventato in Italia
Macelettronic ha scritto:Se ho capito bene per la prova del programma su scheda di prova e la programmazione dei chip che andranno sul diorama basterebbe Arduino uno rev 3, quella del link qui sotto?
....
Oppure cosa devo prendere?

Quello da te indicato è Arduino Uno che è il primo HW che è stato rilasciato. E' studiato per impilare dei PCB tramite quei connettori a pettine sulla basetta. Quindi nel tuo caso non vanno bene, visto che hai bisogno di miniaturizzare.
Ti consiglio "Arduino Nano" o "Arduino Pro Mini" che sono abbastanza piccoli e costano pochissimo. Il primo ha un adattatore USB/seriale integrato, ed è un po piu grande, il secondo è più piccolo ed hai bisogno di un adattatore USB/Seriale esterno. Inoltre se hai il Breadboard e vari componenti il "nano" è fatto apposta. Io ti consiglio di prenderli entrambi. Se hai pazienza di 1 mesetto li prendi su Aliexpress 2 o tre pezzi per tipo e anche un adattatore USB/ser tipo questo: https://www.aliexpress.com/item/32647600973.html
Macelettronic ha scritto:Ovviamente qualcosa, che in futuro mi permetta di fare anche altro, visto che ho trovato sul sito Arduino sensori di temperatura, di umidità, sensori infrarossi ecc ecc

Anche i sensori li trovi su Aliexpress ad 1/10 del prezzo. Li colleghi tranquillamente a quei modelli che ti ho indicato.

Ti consiglio di iniziare a leggere Tutorial per chi è a zero, tipo questo: https://www.imparareaprogrammare.it/pro ... on-arduino
comunque trovi in rete una mole impressionante di documentazione e tutorial.
Credo ci sia in rete pure qualche simulatore se vuoi cimentarti subito con qualche piccolo programma.
Inoltre ci sono programmi già fatti da altri praticamente per qualsiasi cosa ti viene in mente. Prova a googlare "diorama arduino" e vedi che esce fuori! :mrgreen:
Immagine
https://github.com/ScarsFun
“Non è morto ciò che può vivere in eterno,
E in strani eoni anche la morte può morire.”
Avatar utente
Foto Utentepusillus
2.112 1 5 11
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 5 mar 2016, 15:19
Località: Latina

0
voti

[19] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto UtenteMacelettronic » 3 feb 2020, 18:18

Ok grazie do una lettura al tuo link :)
Avatar utente
Foto UtenteMacelettronic
50 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 1 feb 2012, 11:08

0
voti

[20] Re: Iniziare con i PIC

Messaggioda Foto UtenteIconos » 25 mag 2020, 8:22

Macelettronic ha scritto:Ciao ragazzi, da tempo vorrei iniziare a giocare con i PIC, tempo fa volevo prendere il pickit3, ma poi ho abbandonato l'idea ed ho continuato a fare i miei piccoli circuiti con millefori e NE555

Adesso mi è tornata la voglia di cambiare e di iniziare appunto con i PIC, vorrei prendere il pickit4, visto che i precedenti sono fuori produzione, però vorrei prendere anche una scheda demo per provare i vari programmi che posso scrivere, ricordo che per il pickit3 c'erano le demo board ma per la versione 4 non trovo nulla.
Inoltre vorrei prendere la basetta per la programmazione del chip, Manon ricordo come si chiama :(

Potete consigliarmi qualcosa per iniziare?

Ho letto questa pagina del sito ed ho già scaricato i programmi indicati a fine articolo.
https://www.electroyou.it/francescofp/w ... -microchip

Grazie per l'aiuto e buona serata :)


Buongiorno! Io ultimamente ho realizzato piccoli moduli con i 12f675.... tutto SMD, gli unici a giro passante sono i relè e il connettore per la programmazione "in circuit".
Sono molto soddisfatto dal risultato raggiunto 4cm x 3cm circa, su questo PCB ho montato fotoaccoppiatori, regolatori di tensione ecc ecc :ok:
Avatar utente
Foto UtenteIconos
8 1
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 18 mag 2020, 8:58

PrecedenteProssimo

Torna a Realizzazioni, interfacciamento e nozioni generali.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti