Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Avvicinarsi alla programmazione

Linguaggi e sistemi

Moderatori: Foto UtentePaolino, Foto UtenteMassimoB, Foto Utentefairyvilje

0
voti

[1] Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto UtenteMajorzz90 » 23 dic 2018, 12:42

Ciao a tutti,

Per motivi di lavoro, probabilmente, dovrò avvicinarmi alla programmazione.

Non ho mai avuto la possibilità di studiare un linguaggio di programmazione.

Parto da zero insomma.

A quanto sembra dovrò partire da Java.

Ora chiedo a voi quale testo per principianti potrei iniziare a studiare.

Ed inoltre in cosa consiste la programmazione? A che cosa serve?

Secondo voi sarebbe oppurtuno frequentare un corso? Quante ore medie servirebbero per arrivare ad un buon livello?

Chiedo grazie in anticipo e prego i moderatori di spostare la discussione, se aperta nella sezione errata.

Buona Domenica a tutti.

Saluti :ok:
Avatar utente
Foto UtenteMajorzz90
0 3
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 28 mag 2017, 17:15

2
voti

[2] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto Utentedimaios » 23 dic 2018, 12:55

Majorzz90 ha scritto:A quanto sembra dovrò partire da Java.


Questa non è la scelta ideale nel 2018 ed in generale ma se per lavoro devi partire da questo non vedo alternative.

Majorzz90 ha scritto:Ed inoltre in cosa consiste la programmazione? A che cosa serve?


La programmazione serve ad istruire una macchina su ciò che deve fare, come lo deve fare e soprattutto quando.
Esistono vari linguaggi per istruirla ed ognuno ha chiaramente pro e contro.


Majorzz90 ha scritto:Secondo voi sarebbe oppurtuno frequentare un corso?


Assolutamente si se parti da zero, in realtà ne dovrai frequentare più di uno.
Alcuni online sono decisamente buoni. Puoi partire da li a patto che tu sappia l'inglese.
Studiare informatica senza sapere l'inglese è impossibile, tutta la documentazione online è fondamentalmente in inglese.

Majorzz90 ha scritto: Quante ore medie servirebbero per arrivare ad un buon livello?


Ore? Per raggiungere un buon livello servono anni.
Questo non vuol dire che per anni tu non possa lavorare nel settore mentre stai ancora studiando ma non conosco neanche un programmatore professionista che non abbia trascorso migliaia di ore sulla tastiera a studiare, partorire codice e soprattutto a comprendere il software scritto dai "big" del settore.
Non ti scoraggiare, tutti devono passare attraverso questo training altrimenti rimarrai un dilettante con tutto ciò che comporta.
Se vuoi diventare un programmatore professionista devi scrivere codice di livello e non è una cosa banale.
Ingegneria : alternativa intelligente alla droga.
Avatar utente
Foto Utentedimaios
28,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3206
Iscritto il: 24 ago 2010, 14:12
Località: Behind the scenes

1
voti

[3] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto Utenteboiler » 23 dic 2018, 15:06

Quoto in tutto Foto Utentedimaios e aggiungo che Java è strettamente orientato agli oggetti.
Visto il tuo stato di principiante totale mi chiedo se non sia il caso di partire con della teoria OOP pura, prima di mettersi a guardare la sintassi del linguaggio.

Non sto dicendo che sia la cosa giusta da fare... ma potrebbe esserlo ;-)

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
15,3k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2590
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[4] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto Utentearkeo2001 » 23 dic 2018, 18:29

Un amico è stato anni fa vittima di un esperimento didattico in cui partendo da zero hanno imparato il paradigma a oggetti partendo dal C++. Ne fui abbastanza inorridito ma oggi escludere questa possibilità è un po' (solo un po', lo so) come dover passare necessariamente per il regolo calcolatore: ci sono vantaggi e svantaggi. Per quella che è la mia idea e la mia immagine della programmazione è tranquillamente possibile partire col paradigma a oggetti, tanto più che penso che i veri problemi (conoscenza degli algoritmi, i problemi di ingegnerizzazione del software, etc.) siano da tutt'altra parte e purtroppo (per il carico di lavoro) vadano affrontati e prescindono dal linguaggio. Insomma, perché no java? :D
--
Avatar utente
Foto Utentearkeo2001
455 3 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 309
Iscritto il: 1 ago 2012, 9:12

0
voti

[5] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 23 dic 2018, 18:46

Sono un pochino perplesso dall'esposizione dell'OP, però sono certo sarebbe utile e d'interesse conoscere le motivazioni questa affermazione
dimaios ha scritto:
Majorzz90 ha scritto:A quanto sembra dovrò partire da Java.


Questa non è la scelta ideale nel 2018 ed in generale ma se per lavoro devi partire da questo non vedo alternative.(...)
se vuoi quando puoi, grazie Foto Utentedimaios.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,2k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6444
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[6] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 23 dic 2018, 19:04

Se non hai mai programmato, Foto UtenteMajorzz90, anzitutto devi leggere e imparare riga per riga questo testo, che ti fornirà una panoramica di base sulla programmazione e sui linguaggi.
Fatto questo, visto che a te serve Java (che è davvero inadatto a fare da primo linguaggio, come notava Foto Utentedimaios, ma tant'è...), procurati il manuale per neofiti di Schildt (il quale, a dispetto della più che giustificata fama del suo autore, è almeno decente) oppure il testo di Savitch e studialo da cima a fondo, svolgendo contestualmente tutti gli esercizi proposti.
Come terzo passo, procurati un buon libro di algoritmi (questo è il migliore, ma anche questo va bene, e forse è addirittura più adatto ai neofiti) e studialo, così da capire come si ragiona quando si scrive del codice e, secondariamente, cosa sta dietro molte delle funzionalità offerte da Java.
A questo punto, impara un po' di tecniche di programmazione utili leggendo questo testo, che è relativamente datato ma non per questo meno interessante.

Arrivato qui, avrai imparato quanto ti serve per iniziare a scrivere programmi minimamente sensati. Credo sia ovvio che, in realtà, sarai ancora ad un livello così basso non poterti neanche definire programmatore (almeno secondo i canoni di chi fa bene le cose), perché ti mancheranno competenze fondamentali sui sistemi operativi, sul funzionamento dei compilatori, sull'architettura dei calcolatori, sull'effettiva natura dei linguaggi di programmazione e su un'infinità di altri argomenti... ma da qualche parte devi pur cominciare. Per studiare molte di queste cose, comunque, potrai avvalerti dei consigli bibliografici contenuti nella nostra biblioteca di informatica e nella nostra biblioteca di elettronica/matematica/fisica.
Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non dirò una parola sulla politica e sul M5S, del quale aspetto solo l'estinzione.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
5.000 1 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 979
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

1
voti

[7] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto Utenteboiler » 23 dic 2018, 19:27

Ci sarebbe anche questo
https://www.pearson.com/us/higher-educa ... 17088.html
che include nello stesso libro un'introduzione a Java e teoria della programmazione.

Disclaimer: io ho imparato su questo libro ed odio Java. Non so dire se le due cose sono correlate :mrgreen:
Scherzo, il libro nella sua parte teorica è buono. È il linguaggio che è una ciofeca.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
15,3k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2590
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[8] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto Utentearkeo2001 » 23 dic 2018, 20:05

Ammetto che anche io non amo Java così come qualsiasi linguaggio non abbia i puntatori
--
Avatar utente
Foto Utentearkeo2001
455 3 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 309
Iscritto il: 1 ago 2012, 9:12

0
voti

[9] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 23 dic 2018, 20:23

wruggeri ha scritto:(...) che è davvero inadatto a fare da primo linguaggio, come notava dimaios, ma tant'è...)(...)
però mi pare che @dimaios abbia inteso un'altra cosa , cioè che "Questa non è la scelta ideale nel 2018 ed in generale", ovvero(ma è una mia interpretazione) non si tratterebbe del neofita in quanto tale piuttosto del linguaggio da prediligere, invece di java, al netto d'una imposizione ovviamente.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,2k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6444
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[10] Re: Avvicinarsi alla programmazione

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 23 dic 2018, 23:15

arkeo2001 ha scritto:Ammetto che anche io non amo Java così come qualsiasi linguaggio non abbia i puntatori


Sia benedetta l'assenza dei puntatori, invece: uno strumento in meno da mettere in mano agli incompetenti per far danno :roll:
...E per chi vuole i puntatori, ci sono linguaggi come Eiffel che sono ben più adatti di Java agli ambiti dove certe funzionalità servono davvero.

WALTERmwp ha scritto:però mi pare che @dimaios abbia inteso un'altra cosa , cioè che "Questa non è la scelta ideale nel 2018 ed in generale", ovvero(ma è una mia interpretazione) non si tratterebbe del neofita in quanto tale piuttosto del linguaggio da prediligere, invece di java, al netto d'una imposizione ovviamente.


Mi sono espresso male: con quella mia esternazione, non stavo criticando Java, il quale ha moltissimi punti di forza e se dovessi scegliere sarebbe probabilmente il linguaggio con cui programmerei le mie applicazioni per calcolatori general-purpose (ma io non programmo applicazioni per calcolatori general-purpose, quindi... :mrgreen: ), bensì stavo criticando l'idea di iniziare a studiare la programmazione con Java, il quale tra le tante cose "nasconde" certi elementi che invece il neofita dovrebbe toccare con mano almeno una volta e rende "difficoltoso" convincere il neofita della necessità di conoscere bene l'algoritmica (esempio tipico con cui mi sono scontrato più volte: tizio che mi dice "a che serve conoscere e saper scrivere il quicksort o l'algoritmo di Kruskal, se tanto Java ha le librerie che implementano già gli algoritmi che mi servono?"(*)).
Poi, chiaramente, è possibile che Foto Utentedimaios intendesse tutt'altro, non so :mrgreen:



(*) Il buon Philip Dick fa dire a un suo personaggio le parole "Ti vedo stupido, vedo tutti cretini, vedo la stupidità vincere [...] Distrutti dai nostri giganteschi intelletti: ragionare e ponderare e far niente. Gli idioti comandano, noi straparliamo.". Vorrei incidermele addosso.
Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non dirò una parola sulla politica e sul M5S, del quale aspetto solo l'estinzione.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
5.000 1 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 979
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

Prossimo

Torna a PC e informatica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti