Pagina 2 di 3

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 11 mar 2015, 11:34
da claudiocedrone
:oops: :oops: :oops: ... Già... quello che non esiste è un inverter con entrata 230 V monofase e uscita 400 V trifase, era questo che ricordavo male... #-o non avendo più toccato l'argomento dal 19 settembre scorso; perdonate l'intromissione e per di più ad mentula :oops: :oops: :oops: O_/
P.s. Ma quando scrivo qualche bischerata io, i voti negativi vi restano nel mouse ? :mrgreen:

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 11 mar 2015, 11:42
da udos46
https://www.inverterdrive.com/HowTo/240 ... -AC-Motor/


no guarda che ci sono in 230 e out 400 volt

se lo trovo , lo posto

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 11 mar 2015, 11:49
da carlomariamanenti
claudiocedrone ha scritto:...P.s. Ma quando scrivo qualche bischerata io, i voti negativi vi restano nel mouse ? :mrgreen:


Foto Utenteclaudiocedrone, noi si è buoni, molto buoni :mrgreen:

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 11 mar 2015, 11:51
da claudiocedrone
:-) Foto Utenteudos46, mi sa che è meglio se leggi prima questo... http://www.electroyou.it/forum/viewtopic.php?f=1&t=54103#p527303 O_/

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 11 mar 2015, 16:20
da flori2
claudiocedrone ha scritto: Già... quello che non esiste è un inverter con entrata 230 V monofase e uscita 400 V trifase, era questo che ricordavo male



Certo che esiste. O ci metti un trasformatore oppure uno stadio booster in DC.

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 12 mar 2015, 11:05
da econom
Buon giorno,

a proposito di motori trifase 220/380 e inverter, vorrei sapere se c'è la possibilità con alimentazione domestica 3,3 kW di alimentare un motore trifase da 4 hp nominali 220/380(utensile per legno) con inverter 3 kW monofase /trifase. Se l'alimentazione domestica è tutta disponibile allo scopo è fattibile muovere tale motore o si rischia lo scatto del limitatore?
Inoltre sui vecchi motori(datati 30 40 anni) l'inverter rischia di compromettere il motore anche se usato occasionalmente?
Grazie

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 12 mar 2015, 11:26
da attilio
riprendo quanto avevo già scritto ieri sera, poi ho cancellato perché il tuo messaggio era stranamente sparito

secondo me puoi farcela, la partenza a vuoto e l'impostazione di una rampa ottimale dovrebbe scongiurare l'intervento del limitatore

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 12 mar 2015, 12:19
da FilippoKK
Buongiorno nuovamente a tutti.
Ho novità, allora ho provato ad informarmi su quanto può costare un inverter da 3 kW, al che mi hanno chiesto cosa ci dovessi fare. Spiegata la situazione mi hanno subito fermato, dicendomi che, avendo già provato con un utilizzo molto simile, non ha funzionato(il montacarichi non ha accennato ad alzarsi). né avendo a disposizione l'allacciamento a 6 kW monofase e sostituendo i motori(con 2 monofase) e ne azionando questi ultimi con inverter vettoriali, quindi modificando la rampa di frequenza all'avviamento.
Non so quanto queste informazioni siano veritiere, di certo scoraggiano leggermente.

Ora mi chiedo, conviene che io provi ad alimentare due motori trifasi che nominalmente assorbono 6 kW in totale, con un contatore monofase ed allacciamento 3 kW? :cry: Se pur con gli accorgimenti detti io proverei, sarei tentato, ma un'inverter non ha un costo così irrisorio e la mia paura è andare a spendere una cifra non così bassa per poi ritrovarmi al punto di partenza.

Se qualcuno avesse qualche idea, consiglio, suggerimento: è molto ben accolto!

Grazie a tutti

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 12 mar 2015, 12:50
da davemad
frustatemi se dico una sciocchezza, ma utilizzare un riduttore meccanico ? ovviamente l'elevatore ci metterà più tempo , ma basterebbe un motore più piccolo ( e quindi meno potente)

Re: Alimentazione motori trifasi con inverter

MessaggioInviato: 12 mar 2015, 13:00
da carlomariamanenti
davemad ha scritto:frustatemi se dico una sciocchezza, ma utilizzare un riduttore meccanico ? ovviamente l'elevatore ci metterà più tempo , ma basterebbe un motore più piccolo ( e quindi meno potente)


Nessuno ti frusterà per questo, ma aggiungere un riduttore significa richiedere meno coppia al motore ma a maggiore velocità; quindi il consumo, (ipotizzando una riduzione ideale senza perdite), rimarrà pressoché invariato.