Pagina 1 di 4

Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 18:28
da antoelectronic
Ciao a tutti! Un alternatore trifase quand'è che funziona in saturazione? Grazie

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 18:49
da EdmondDantes
Quale paragrafo stai studiando e da quale libro?

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 18:56
da antoelectronic
Il paragrafo della macchina sincrona del Cottignoli. Mi piacerebbe sapere quando la macchina va in saturazione in modo da essere studiata con Poitier invece che Behn Eschemburg grazie

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 19:08
da EdmondDantes
antoelectronic ha scritto:Behn Eschemburg


Hans Behn-Eschenburg

antoelectronic ha scritto: Poitier


Potier

Hai le idee un po' confuse.
Leggi questo articolo.

Comunque, la saturazione può essere raggiunta, aumentando la corrente di eccitazione oltre il valore nominale della stessa. Questo e' un esempio classico utile per costruire la curva caratteristica di magnetizzazione della macchina (funzionamento a vuoto).

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 19:15
da antoelectronic
Chiedo scusa mi concentravo sulla domanda :D Dal testo risulta che può andare in saturazione con l'autoeccitazione provocata da un carico capacitivo

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 19:24
da EdmondDantes
Nel caso di carico puramente capacitivo le AS risultanti sono maggiori rispetto a quelle di eccitazione. In questo caso si dice che la reazione di armatura e' magnetizzante.
La f.e.m. a carico e' maggiore rispetto alla f.e.m. a vuoto e la macchina può andare in saturazione.
Anche qui esiste un esempio ormai classico.

Agli albori dell'elettrotecnica e delle prime linee di trasmissione si verificavano parecchi incendi o comunque innalzamenti della tensione dopo aver dato tensione alle linee di trasmissione A.T. (a vuoto o a bassissimo carico*).
In molti si misero a studiare il problema, ma il primo ad arrivare alla soluzione del problema fu un certo Sebastian Ziani de Ferranti: il famoso effetto Ferranti.

In pratica una linea A.T. aperta in arrivo e' un importante carico capacitivo e non deve mai essere alimentata in tali condizioni.

*
Il problema si verificava soprattutto di notte proprio a causa del basso carico alimentato.

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 19:49
da antoelectronic
Interessante...ma in pratica la macchina viene fatta ruotare con una Iecc nominale e quindi una E0 nom....quindi la macchina lavora lontana dalla saturazione...Potier quando si applica

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 19:59
da EdmondDantes
In tutti quei casi di funzionamento tali da indurre un livello di magnetizzazione superiore a quello nominale, portando il punto di funzionamento della macchina oltre il ginocchio della curva caratteristica di magnetizzazione.

Il diagramma di Potier non e' banale. E' in grado di tener conto (in parte) della saturazione pur ammettendo il regime sinusoidale e quindi la linearità della macchina.

Ci sono diverse curve da esaminare: in cto-cto, a vuoto, "swattata" induttiva e capacitiva, curve caratteristiche di carico, triangolo di Potier e cosi' via.

Leggi l'articolo che ti ho evidenziato. Devi stare attento alle ipotesi e al tipo di macchina.
Non lo puoi utilizzare sempre... ;-)

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 20:21
da antoelectronic
Intendi dire che se il rotore è a poli sporgenti cambia la riluttanza, di conseguenza la reazione di indotto è dipendente dalla posizione di rotore

Re: Saturazione alternatore

MessaggioInviato: 6 apr 2019, 20:53
da EdmondDantes
Leggi l'articolo. Risponderà ai tuoi dubbi anche se salterai gli integrali.