Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

1
voti

[71] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utente6367 » 14 gen 2018, 22:14

E andiamo avanti. Due esplosioni da gas. Per fortuna nessun morto ma tanti feriti e danni.

http://www.ansa.it/lombardia/notizie/20 ... ee780.html
http://www.ilgiorno.it/sud-milano/crona ... -1.3661668
Avatar utente
Foto Utente6367
18,8k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6064
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

2
voti

[72] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 gen 2018, 10:22

La CO non c'entra con le esplosioni (anche se può essere esplosivo a determinate condizioni) ma è il gas più pericoloso in assoluto per la sicurezza delle persone perché inodore. Si crea per un difetto del generatore di calore e/o per la mancanza dei requisiti di areazione necessari per il ricambio dell'aria nell'ambiente in cui si soggiorna e quindi per la mancanza di comburente. Se si seguono le normative il rischio è molto basso.
Il GPL è un gas molto pericoloso, essendo pesante rispetto all'aria si intrufola dappertutto e può creare sacche di gas che possono deflagrare. Anche in questo caso se si segue la norma tecnica il rischio è basso. Il metano è meno pericoloso come gas e anche qui è sufficiente seguire la noma tecnica.
La cosa certa è che se si usano dei generatori di calore puramente elettrici il rischio esplosione e di produzione di CO va a zero.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14226
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[73] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 15 gen 2018, 10:43

un altro motivo che dovrebbe spingerci a usare maggiormente l'energia elettrica...

L'incidente di Sesto mi ha colpito per l'immagine dei muri esterni totalmente scomparsi...a parte che sembra una casa fatta col cartone, mi chiedo se questo abbia aiutato a ridurre i danni alle persone.

Un ricordo di gioventù che forse dovrebbe far capire che molto si è fatto ma si può fare di più...

Da studenti avevamo preso una casa in zona Città Studi a Milano. C'era uno scaldaacqua a metano a camera aperta e un tubo scarico fumi abbastanza lungo (un paio di metri a memoria) che andava in facciata.

Io ricordo l'odore del gas che bruciava male, ma da ragazzi non si pensa a certi pericoli...mio cugino usava fare docce lunghe, roventi e con la finestra sbarrata, una volta lo sentimmo stramazzare nella doccia e lo tirammo fuori che aveva la bava alla bocca.

Se fosse stato solo a casa forse sarebbe finita male...

Ora con gli scaldaacqua turbo a camera chiusa almeno questo rischio dovrebbbe essere quasi annullato.
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7587
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[74] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utentefpalone » 15 gen 2018, 11:26

Il principio è quello delle bombe termobariche, sicuramente tale da aprire un appartamento come se fosse fatto di cartone; anche se pure le tamponature fossero fatte di cemento armato il risultato sarebbe stato simile.
Per avere un'idea di massima, la combustione di 1 g di TNT rilascia circa 1 kcal, quella di 1 g di GPL rilascia più di 10 kcal. Una bombola di 25 kg di GPL può rilasciare la stessa energia di una bomba da 250 kg.
Nessuna sorpresa quindi che se esplode qualcosa del genere in una casa non rimane in piedi nulla.
Nel mio paese qualche anno fa è esplosa una villetta per via del GPL (bombolone in giardino): della villa non è rimasto neanche un muro in piedi ed anche le case vicine (tra i 20 ed i 100 m) hanno subito danni strutturali, non solo alle finestre.

Purtroppo la percezione del rischio nel pubblico è bassa, principalmente influenzata dall'abitudine.
Dopo quest'incidente speravo che ci fosse più attenzione al problema e che molta gente abbandonasse il GPL per il riscaldamento domestico per passare alle pompe di calore, peraltro con vantaggi anche in termini economici...
tutto inutile, ancora oggi praticamente tutti quelli che non hanno accesso alla rete di distribuzione del gas naturale utilizzano il GPL, con bombolone in giardino. :cry:
Avatar utente
Foto Utentefpalone
11,8k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2304
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

3
voti

[75] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utente6367 » 15 gen 2018, 11:32

Mike ha scritto:La cosa certa è che se si usano dei generatori di calore puramente elettrici il rischio esplosione e di produzione di CO va a zero.


Ce ne si rende conto parlando con colleghi stranieri.
Anche all'estero usano il metano anche se in media molto meno che da noi.
Solo in Italia ne facciamo un uso così capillare ove il metano arriva direttamente a tutti i singoli appartamenti o locali.

Per molti è una tecnologia obsoleta e non sicura.

La classica domanda che fanno è:
vi sentite sicuri? non avete paura?
quanti morti? quante esplosioni all'anno avete in Italia?
Avatar utente
Foto Utente6367
18,8k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6064
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[76] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 15 gen 2018, 11:35

Ovviamente il termine cartone era riferito all'aspetto esteriore... e all'apparente esiguità delle pareti, probabilmente 20-25 cm senza neanche intercapedine.

Ma mi ha colpito un tale sventramento senza vittime, era questo che volevo evidenziare.

Il caso di Rozzano (esplosione in esterno) forse è dovuto ad una bombola di GPL, quello di Sesto non credo, immagino si tratti del classico caso di fuga di gas metano.

Nell'articolo dicono che sia "esplosa una tubazione"...vabbe'...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7587
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[77] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 15 gen 2018, 11:50

Non capisco, non riesci a restare in tema, non leggi cosa scrivono gli altri, usi continuamente maiuscole (che equivale a urlare) e offese...

Mi riferivo al fatto che, per quanto riportato dai notiziari (ma se hai fonti più affidabili riportale) quei due appartamenti erano abitati.
E a quanto sembra, nonostante lo stato degli appartamenti dopo l'esplosione, il ragazzo (unico ferito lieve) è stato ferito da un soprammobile...


Sarà solo il caso, la fortuna, la Provvidenza...ma mi aveva incuriosito, tutto qui. Se smettessi di inseguire tutto quello che scrivo per replicare ne guadagnerebbe il forum, e anche tu...

Poi per quanto mi riguarda le vittime sono un dato oggettivo, ma mica dobbiamo pensarla tutti allo stesso modo ehhhh... O_/
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7587
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[78] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 gen 2018, 12:35

6367 ha scritto:Per molti è una tecnologia obsoleta e non sicura.

Però solo oggi possiamo dire che è una tecnologia obsoleta, sono pochi anni che si è compresa la convenienza e la priorità all'isolamento dell'involucro rispetto al generatore di calore. Prima il dimensionamento era tutto basato sul generatore di calore e per scaldare ambienti poco isolati c'era poca alternativa.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14226
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

2
voti

[79] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utente6367 » 15 gen 2018, 12:49

Mike ha scritto: Prima il dimensionamento era tutto basato sul generatore di calore e per scaldare ambienti poco isolati c'era poca alternativa.


Dipende delle politiche energetiche.
In Europa non si è mai fatto un uso così intenso del gas come in Italia, anche prima delle pompe di calore.
In molti casi, il riscaldamento elettrico a effetto Joule è ritenuto del tutto normale.
In altri casi, il metano è diffuso ma non nei singoli appartamenti.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,8k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6064
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

2
voti

[80] Re: Incidenti da gas e da altri combustibili domestici

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 15 gen 2018, 13:00

L'uso del gas credo sia diffuso in Italia anche a causa del costo dell'energia elettrica...di fatto costa ben 3-4 volte (al kWh) rispetto al metano.
Con una costosa PdC si arriva al pareggio, più o meno, e le persone purtroppo (o giustamente) ragionano anche col portafogli non solo con la testa


Comunque le caldaie esterne erano e sono più sicure, anche se con quelle stagne il rischio si è molto ridotto.

Ma mi sembra evidente che un conto è parlare di intossicazioni da CO, un altro di esplosioni, che in maggioranza sono dovute a fughe di gas nelle abitazioni.

E le fughe di gas arrivano anche dai fornelli....

Probabilmente in quella casa (con un 73enne proprietario) c'era ancora un piano cottura senza la valvola di sicurezza ormai obbligatoria ...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7587
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

PrecedenteProssimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti