Pagina 3 di 4

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 1:31
da Fabio992
Patty ha scritto:per Fabio992
il traguardo più importante è trasmettere il metodo scientifico

Sì.
Patty comunque la mia non voleva essere una critica ma ho espresso solo una mia opinione. Poi io non sono un insegnante né ho figli, quindi è probabile che capiate più voi di me su ste cose

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 1:35
da Patty
Fabio992 ha scritto:
aldofad ha scritto:Fino a 5 anni i bambini sono tutti geni. Poi vanno a scuola.

Concordo in pieno

Purtroppo hai ragione ... perché la scuola italiana si fa ancora come 60 anni fa
ma c'è speranza! Le maestre che si laureano adesso hanno tutta un'altra preparazione,
voglio essere ottimista x il futuro :ok:

Fabio992, non l'ho presa come una critica, la tua è un'opinione, respect :cool:

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 1:41
da Fabio992
Il problema non è solo la scuola quanto il mondo in cui i bambini crescono. Oltre le maestre cattive. Quelle sì sono un problema serio

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 1:46
da WALTERmwp
Fabio992 ha scritto:io non sono un insegnante né ho figli, quindi è probabile che capiate più voi di me su ste cose
... Foto UtenteFabio992 no, non credo siano dei requisiti necessari.
Dal mio punto di vista, se ci si riflette su un momentino, è possibile rendersene conto.

A prescindere dall'argomento, se riesci a catalizzare l'attenzione, chi ti ascolta è coinvolto e apprende.
Se quello che viene raccontato è di interesse si ascolta e si segue altrimenti ci si distrae e a quel punto le parole, in tal caso quelle dell'insegnante, come si dice, entrano da un orecchio ed escono dall'altro.
Penso sia nell'esperienza di tutti, della tua e della mia, quindi noi compresi; forse basta ripensare semplicemente al nostro trascorso scolastico, senza allargare il discorso ad altre situazioni.
E' ovvio poi, ma credo sia ragionevolmente condiviso, che i contenuti devono essere adeguati e rapportati alle persone alle quali parli.

Saluti

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 1:58
da Fabio992
E' proprio sul mio trascorso (trascorrendo) scolastico che mi baso. Una cosa imparata a memoria è una cosa noiosa, inutile, che si dimentica. Una cosa che so come funziona è una cosa interessante, che rimane in mente. Per anni la scuola mi ha fatto schifo perché mi venivano spiegate le cose "perché sono così".

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 1:59
da aldofad
Si ha rispetto del fuoco solo dopo che ci si e' scottati almeno una volta e della corrente elettrica solo dopo la prima scossa a 220 V. Alzi la mano chi da bambino non hai mai infilato chiodi o altra roba nelle prese a muro e per il dolore di quel momento ha associato il giusto pericolo a tutto cio' che riguarda l'elettricita'.

Si potrebbe dotare le maestre di un trasformatore di isolamento 220 V con una resistenza su un polo da 120K, il tutto dentro a una scatoletta con esposta una presa a muro dove i bambini fanno la prima esperienza di scossa elettrica in modo controllato, associando il pericolo alla presa in cui infileranno con le mani un paio di chiodi.
Adesso lo brevetto e lo mando subito al ministro dell'istruzione prima che mi fregate l'idea :mrgreen:

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 2:01
da Fabio992
aldofad ha scritto:Si ha rispetto del fuoco solo dopo che ci si e' scottati almeno una volta e della corrente elettrica solo dopo la prima scossa a 220 V. Alzi la mano chi da bambino non hai mai infilato chiodi o altra roba nelle prese a muro e per il dolore di quel momento ha associato il giusto pericolo a tutto cio' riguarda l'elettricita'.

Si potrebbe dotare le maestre di un trasformatore di isolamento 220 V con una resistenza su un polo da 120K, il tutto dentro a una scatoletta con esposta una presa a muro dove i bambini fanno la prima esperienza di scossa elettrica in modo controllato, associando il pericolo alla presa in cui infileranno con le mani un paio di chiodi.
Adesso lo brevetto e lo mando subito al ministro dell'istruzione prima che mi fregate l'idea :mrgreen:

#-o

Si potrebbe fare anche qualcosa di più. "Lezione 1: come cortocircuitare un accumulatore in modo semplice" :mrgreen:

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 2:38
da fairyvilje
Patty ha scritto:il traguardo più importante è trasmettere il metodo scientifico
osservare il fenomeno
fare ipotesi
verificare le ipotesi con altre osservazioni


Credo che queste quattro righe sintentizzino bene quello che in generale dovrebbe essere l'insegnamento alle elementari. Avrei davvero voluto avere insegnanti che abbracciassero questo tipo di didattica. =D> =D>

Ho letto delle cose che mi hanno lasciato un po' "infastidito" in questo topic. Io ho perso lo status di bambino da un po' meno tempo della maggior parte di voi :mrgreen: e ricordo ancora molto bene i miei anni alle elementari. Ricordo in particolare che i bambini erano curiosi. Vedono la realtà, si fanno le loro teorie più o meno assurde, ma legate da un sottile filo logico (anche solo per loro) e cercano conferme, chiedono perché più di quanto non si faccia per tutto il resto della vita. Dopo di che, la scuola ed i metodi su cui si basa (e magari anche una questione puramente fisiologica) ammazzano l'interesse, la passione e l'entusiasmo per quasi tutto. L'ho visto succedere in mio fratello e come lui la maggior parte di quelli che conosco.

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 3:24
da GuidoB
Foto UtentePatty, anch'io voglio farti i miei complimenti per la tua iniziativa.

Ti segnalo un mio articolo sulla pila di Volta, magari può esserti utile.

Ho un figlio di 8 anni a cui per il compleanno ho regalato un po' di materiale: lampadine, deviatori, LED, un campanello, un buzzer, motorini e un portapile. Mi ha chiesto schemi da realizzare e s'è messo a costruire circuiti come un matto. Eccone uno:

IMGP9082o.JPG
Due lampadine in parallelo controllate da doppio comando a due deviatori

Poi sono arrivati un alimentatore, un testerino analogico da pochi euro, delle resistenze e si è messo a misurare tensioni, correnti, resistenze e a fare serie e paralleli.
Ha visto qualche filmato su youtube, mi ha chiesto un chiodo e, solo soletto, ha costruito un'elettrocalamita (che funziona, anche se scalda un po').

Abbiamo costruito il motore elettrico qui sotto ispirandoci a questo kit (nella stessa web vendono molti altri kit didattici interessanti ed economici).

IMGP9019o.JPG
Modellino di motore elettrico

Si è davvero appassionato e passa molto tempo giocando con i suoi apparecchietti.

Io credo che stai facendo un ottimo lavoro nello stimolare la curiosità dei tuoi scolari. Brava!

Re: Domanda di base sui circuiti elettrici

MessaggioInviato: 26 gen 2015, 3:41
da aldofad
Segnalo a tal proposito questo sito http://sintak.fulcri.it/ zeppo di bellissimi prototipi didattici per tutti i gusti.