Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

esercizio elettrotecnica

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] esercizio elettrotecnica

Messaggioda Foto Utentemctn » 29 dic 2010, 23:41

Salve, mi è venuto un dubbio stupido su un semplice es. di elettrotecnica. Lo schema del circuito è il seguente:
Immagine

Mi chiedevo quale fosse a regime la tensione sul capacitore. Il generatore pilotato è caratterizzato da una resistenza di 2 Ohm. A regime l'induttore è ovviamente cortocircuitato.. Ma la tensione su R2 non dovrebbe essere la stessa imposta dal generatore?? Quindi come ottenere la Vc a regime?
Avatar utente
Foto Utentemctn
55 1 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 3 dic 2010, 11:26

1
voti

[2] Re: esercizio elettrotecnica

Messaggioda Foto Utentecarloc » 31 dic 2010, 17:39

il circuito pare indeterminato considerando i condensatori aperti e le induttanze in corto... ma io piuttosto avrei preso questa via...

la resistenza di ingresso vista dalla porzione di circuito qui sotto

vale R_v=\frac{V_p}{I_p}=R_2-H che con i valori numerici da R_v=0

allora nel circuito "completo" si ha che L è in corto e v_L=0 ma v_L=L\frac{d\,i_L}{dt} allora la derivata di i_L è sempre zero e dato che -si suppone visto che non è nei dati del problema- i_L(0^-)=0 allora anche i_L(t)=0 è identicamnete nulla

Se non ci passa corrente la tolgo dal circuito...

e a questo punto il circuito è risolubile -e pure facilmente- facendo l'equivalente di Thevenin di tutto meno il condensatore....
si ha R_t=R_1 e V_t=(R_1+H)I_g e il tutto si riduce ad un banale transitorio RC.

La tensione finale sarà v_C(t\rightarrow\infty)=V_t e ci andrà con una costatnte di tempo \tau=R_1C

Credo che il punto sia che "guardare" solo quello che avviene per t\rightarrow\infty non sia sufficiente in questo caso e sia invece necessario vedere anche lo stato precedente per risolvere l'indeterminazione.
Se ti serve il valore di beta: hai sbagliato il progetto!
Avatar utente
Foto Utentecarloc
33,4k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2130
Iscritto il: 7 set 2010, 19:23

0
voti

[3] Re: esercizio elettrotecnica

Messaggioda Foto Utentemctn » 1 gen 2011, 21:23

a questo punto il circuito è risolubile -e pure facilmente- facendo l'equivalente di Thevenin di tutto meno il condensatore....
si ha R_t=R_1 e V_t=(R_1+H)I_ge il tutto si riduce ad un banale transitorio RC.

La tensione finale sarà v_C(t\rightarrow\infty)=V_te ci andrà con una costatnte di tempo \tau=R_1C


Perfetto.. non ci avrei mai pensato :D Solo una cosa però: la resistenza equivalente Rt non dovrebbe essere pari a (R_1+H)  ? Cosicchè \tau=(R_1+H)C??
Avatar utente
Foto Utentemctn
55 1 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 3 dic 2010, 11:26

1
voti

[4] Re: esercizio elettrotecnica

Messaggioda Foto Utentecarloc » 2 gen 2011, 1:05

direi che, nella rete sotto, disabilitando i generatori indipendenti, cioè aprendo il generatore di corrente si ha I2=0 e anche H*I2=0 e quindi....
Se ti serve il valore di beta: hai sbagliato il progetto!
Avatar utente
Foto Utentecarloc
33,4k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2130
Iscritto il: 7 set 2010, 19:23

0
voti

[5] Re: esercizio elettrotecnica

Messaggioda Foto Utentemctn » 2 gen 2011, 13:28

giustissimo.. non so perché facevo dipendere il generatore pilotato da I1 anzichè I2.. :D
Avatar utente
Foto Utentemctn
55 1 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 3 dic 2010, 11:26


Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti