Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipendente

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[11] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto Utentekowalski » 19 feb 2012, 22:23

Grazie mille! Ho anche postato un altro problemino sul forum relativo all' impedenza di un doppio bipolo.
http://www.electroyou.it/phpBB2/viewtopic.php?f=2&t=32874
E poi vorrei avere qualche dritta sul metodo delle correnti di maglia, magari su questo stesso esercizio, se non disturbo troppo.
Grazie mille!
Avatar utente
Foto Utentekowalski
-2 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 15 apr 2011, 18:41

0
voti

[12] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 19 feb 2012, 22:53

kowalski ha scritto:E poi vorrei avere qualche dritta sul metodo delle correnti di maglia, magari su questo stesso esercizio,


Per quanto riguarda le correnti di maglia basta scrivere le 3 KVL alle due maglie elementari superiori piu' quella alla maglia doppia inferiore ed aggiungere una equazione Jolly che lega le due correnti alle maglie elementari inferiori alla corrente impressa dal GIC.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
53,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12599
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[13] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto Utentekowalski » 19 feb 2012, 23:32

RenzoDF ha scritto:\left( V_{C}-V_{K} \right)G_{1}-I_{2}-V_{K}Y_{2}=0


Chiarissimo.

Ora provo ad avventurarmi nel sistema di correnti di maglia. Scelgo un albero in modo da includere il G.d.C. nel coalbero e provo a proseguire..

Per quanto riguarda invece il problema della potenza attiva, reattiva e apparente erogate dal generatore di tensione e(t)?
Avatar utente
Foto Utentekowalski
-2 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 15 apr 2011, 18:41

0
voti

[14] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 19 feb 2012, 23:52

kowalski ha scritto:Per quanto riguarda invece il problema della potenza attiva, reattiva e apparente erogate dal generatore di tensione e(t)?

Una volta ricavati i potenziali complessi, basta calcolare la corrente erogata dal GIT

I_{g}=J+V_{K}Y_{2}+V_{A}Y_{3}

e usare la relazione notevole per la potenza complessa

S=E\,I_{g}^{*}

dove l'asterisco e' usato per indicare il complesso coniugato.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
53,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12599
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[15] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto Utentekowalski » 20 feb 2012, 0:01

Chiaro come la luce del sole.Grazie mille. :D
Procedo con il mio sistema
Avatar utente
Foto Utentekowalski
-2 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 15 apr 2011, 18:41

1
voti

[16] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 20 feb 2012, 0:27

kowalski ha scritto:Procedo con il mio sistema

Aspettando il tuo metodo, posto il mio :-)



\left\{ \begin{align}
  & aV_{2}-E-Z_{3}(x-w)=0 \\ 
 & E-Z_{1}y-Z_{2}(y-k)=0 \\ 
 & -V_{2}-V_{1}-Z_{4}w+aV_{2}-Z_{1}y=0 \\ 
 & k-w=J \\ 
 & V_{1}=jX_{4}w+jX_{M}k \\ 
 & V_{2}=jX_{M}w+jX_{5}k \\ 
\end{align} \right.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
53,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12599
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[17] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto Utentekowalski » 20 feb 2012, 0:59

Scusami Renzo, perché si ha che k-y=J?
Non dovrebbe essere k-w=J?
Vedo anche che, nello scrivere le equazioni, non hai individuato un sistema di maglie indipendenti. Come hai proceduto di preciso? perché questo sistema è molto molto più semplice del mio.
Avatar utente
Foto Utentekowalski
-2 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 15 apr 2011, 18:41

0
voti

[18] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 20 feb 2012, 1:09

kowalski ha scritto:Non dovrebbe essere k-w=J?

Si, ovviamente.

kowalski ha scritto:Vedo anche che, nello scrivere le equazioni, non hai individuato un sistema di maglie indipendenti. Come hai proceduto di preciso?

Come sarebbe a dire che non sono indipendenti? :-)
Con il metodo delle correnti di maglia si usano delle KVL a maglie indipendenti, ma la scelta non e' unica, per esempio in questo caso avevo prima pensato di scrivere le due KVL alle maglie elementari superiori e alla maglia doppia inferiore, poi in fase di scrittura ho preferito usare la maglia esterna.
Ho scelto questo nuovo percorso in quanto ho intravisto la "convenienza" ad associare il termine V2 al termine aV2, per semplificare l'equazione.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
53,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12599
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[19] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto Utentekowalski » 20 feb 2012, 1:16

Scusa per l'insistenza, Renzo, ma vorrei cercare di capire bene tutto per poter usare questo metodo in altri esercizi. perché quella esterna è una maglia indipendente?
Intanto mi preparo ad importunarti sull'altro post. :lol:
Avatar utente
Foto Utentekowalski
-2 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 15 apr 2011, 18:41

0
voti

[20] Re: Metodo dei Pot. Nodali in circuito con Generatore Dipend

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 20 feb 2012, 1:22

kowalski ha scritto:... perché quella esterna è una maglia indipendente?

Perche' il percorso topologico non e' incluso nell'unione dei due precedenti percorsi associati alle due maglie elementari superiori, ovvero in poche parole, perche' con le altre due equazioni sul muto induttore non ero ancora "passato", o ancora perche' i tre percorsi differiscono per almeno un bipolo attraversato.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
53,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12599
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

Precedente

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti