Pagina 1 di 2

Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 12:59
da mezzocorso
Salve, su un manuale di una caldaia per l'ingresso del circuito proveniente dal termostato (TA) è riportata la sigla TA ( 24 VRAC) . Esattamente cosa significa questa sigla? Io infatti conosco le classiche VDC e VAC per le tensioni continue ed alternate, ma VRAC non lo avevo mai incontrato.

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 13:12
da MarcoD
Che significhi tensione continua con residui di corrente alternata ?
Ossia uscita di un ponte raddrizzatore?

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 13:34
da mezzocorso
Non sono esperto,ma tipicamente i termostati chiudono semplicemente un contatto, dando così il consenso alla caldaia. Non è insomma una applicazione particolare. Si tratta semplicemente di togliere il ponticello sulla caldaia e collegare i due cavi in arrivo dal termostato, eppure riporta la dicitura 24 VRAC

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 13:36
da PietroBaima
mezzocorso ha scritto:Io infatti conosco le classiche VDC e VAC per le tensioni continue ed alternate, ma VRAC non lo avevo mai incontrato.

Bene, anzi male, dimenticale.

I volt sono volt, qualunque cosa rappresentino, sia grandezze continue che alternate, valori massimi, medi, efficaci e via discorrendo.

12 VDC è solo una cattiva scrittura per indicare V_{DC}=12 \ \text{V}, come qualunque altra scorciatoia errata per indicare le tensioni più disparate.

Un tecnico serio, quando sente queste storpiature, ha un raptus omicida, nella convinzione che la vittima vincerà il Darwin Awards per la morte più stupida.

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 13:40
da mezzocorso
Si si,hai ragione, ho riportato la dicitura così come riportata su questi manuali,per capire cosa intendessero,ma giuro che non scriverò mai più VDC :D

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 13:41
da PietroBaima
:D

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 13:51
da IsidoroKZ
Quella roba deve alimentare un solenoide di un elettromagnete che deve andare in continua o qualcosa che le assomigli.

VRAC dovrebbe voler dire Voltage (cosi` Foto UtentePietroBaima non soffre, non ho scritto volt!) Rectified Alternating Current.

In pratica prendi una tensione alternata efficace di 24 V, metti quattro diodi a ponte e hai una sinusoide raddrizzata a doppia semionda con valore efficace di 24 V circa, non serve nessun condensatore, ci pensa l'induttanza dell'avvolgimento a fare un po' di livellameno della corrente.

Talvolta i quattro diodi del ponte sono nel connettore.

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 14:06
da mezzocorso
Isidoro intanto ti ringrazio per la spiegazione, ma considerando che stiamo parlando di un ingresso sulla caldaia dei due cavi in arrivo dal termostato ambiente,non potrebbe trattarsi di un errore o di una errata traduzioone del manuale? Tanto più che nel capitolo descrittivo afferma: "Collegare il cronotermostato come indicato
nello schema elettrico di caldaia (vedi figg.11 e 11/a) dopo aver tolto il ponte esistente.
Il cronotermostato da utilizzare deve essere di classe II in conformità alla norma EN 60730.1 (contatto elettrico pulito)."
Nello schema in fig 11 si riporta appunto l'acronimo 24 VRAC accanto alla sigla TA(termostato ambiente)

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 14:11
da IsidoroKZ
Vuol dire che su questi due contatti c'e` una tensione efficace di 24 V e forma d'onda di sinusoide raddrizzata con doppia semionda.

Puoi mettere un link al manuale della caldaia?

Re: Acronimo VRAC

MessaggioInviato: 11 nov 2019, 14:25
da PietroBaima
IsidoroKZ ha scritto:cosi` Foto UtentePietroBaima non soffre, non ho scritto volt!

Ma che bravo...
:mrgreen: