Pagina 3 di 3

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 9:26
da richiurci
Pienamente d'accordo anche se non sempre è possibile, perfino da acquirenti a volte non possiamo evitare ditte o prodotti con comportamenti discutibili, per mancanza di alternative.

Comunque le segnalazioni sui forum, se fatte con attenzione, riescono ad aiutare qualche utente, per lo meno quelli che hanno voglia di interessarsi e capire.

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 9:59
da arkeo2001
E poi tanto per incasinare ancora di più le valutazioni: quante ditte oneste hanno dovuto chiudere perché facevano cose molto buone, con il massimo della passione e questo li ha tenuti anche poco al di sotto della soglia minima di spregiudicatezza (non sempre negativa) per sopravvivere? Chiaramente di qui all'obsolescenza programmata c'è un abisso ma tutto questo giusto per ribadire che la sopravvivenza di una realtà commerciale è un delicatissimo mix di fattori molto diversi tra loro.

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 10:08
da venexian
E anche di questo dobbiamo ringraziare i cinesi.

L'acquisto in massa di prodotti cinesi a prezzo irrisorio ha fatto insorgere nella clientela la convinzione che un livello qualitativo infimo è accettabile se compensato dal prezzo conveniente. Questo ha escluso dal mercato chi invece di produrre i LED in ciabatte e canottiera, intagliava il legno costruendosi le sgorbie a mano.

Cultura di valore persa a vantaggio di chi cultura non ne ha, non ne vuole avere e come oggi produce LED, domani farà con lo stesso spirito fibbie per cinture.

E' anche colpa nostra. Forse è tutta colpa nostra.

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 10:30
da brabus
Qualcuno ha detto IKEA?

:twisted:

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 12:45
da ness1
La regola è che la qualità viene barattata per la quantità o qualcosa di simile. E questo vale un po' in tutte le cose.
È un discorso molto meno banale di quanto possa apparire se guardato in larga scala.

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 15:09
da WALTERmwp
venexian ha scritto:L'utilità di ciò che ho scritto non è nell'evitare a qualcuno l'acquisto dalla specifica azienda, ma per quel granello che forse va ad aggiungersi al piatto giusto della bilancia che c'è dentro ognuno di noi (...)
questo va nello spirito che, personalmente, condivido, uno ci mette quel che può, quando può.
Ma credo valga in generale, in tutte le dinamiche che implicano delle scelte.

Saluti

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 16:05
da NSE
Adesso provo a fare per un attimo il bastian contrario (altrimenti sarebbe troppo noioso).

E se tutto ciò fosse fatto nell'interesse dei consumatori?

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 16:56
da arkeo2001
NSE ha scritto:Adesso provo a fare per un attimo il bastian contrario (altrimenti sarebbe troppo noioso).

E se tutto ciò fosse fatto nell'interesse dei consumatori?


Questa tesi circola da un po', ed è un argomento utilizzato da alcuni produttori. L'idea sarebbe che se un oggetto durasse troppo tempo non ci sarebbe incentivo alla ricerca. Purtroppo c'è un fondo di verità (purtroppo perché io sono un consumatore) e come sempre si tratta di trovare un compromesso. Però il progresso c'è sempre stato, anche negli anni '60 era estremamente accelerato se pensiamo che negli anni '40 il radar era una realtà e lo sforzo tecnologico che ci è voluto è stato immenso.

Io credo che vediamo il passato diversamente semplicemente perché ne abbiamo un ricordo vago mentre il progresso che possiamo vedere ci appare inevitabilmente veloce. In altre parole poche scuse: se quando ero ragazzino un frigorifero o una lavatrice duravano tranquillamente 20 anni non vedo perché non sia possibile oggi. Magari 15 perché l'energia è sempre più cara e ogni risparmio dovuto alla tecnologia è una necessità. Ma ho alcuni elettrodomestici che ho tentato di scegliere dando priorità a marca e qualità, che a cinque anni non ci sono arrivati.

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 17:01
da NSE
Foto Utentearkeo2001. Non sapevo che esisteva un qualcosa del genere.
pensavo molto più semplicemente che deve essere particolarmente costoso garantire: ricambistica, assistenza, personale preparato e magazzinaggio, per una serie di prodotti per 30 anni (es.). Ci sarebbero dei costi che graverebbero comunque sul prodotto finale?

Re: Obsolescenza indotta

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 17:09
da arkeo2001
NSE ha scritto:Foto Utentearkeo2001. Non sapevo che esisteva un qualcosa del genere.
pensavo molto più semplicemente che deve essere particolarmente costoso garantire: ricambistica, assistenza, personale preparato e magazzinaggio, per una serie di prodotti per 30 anni (es.). Ci sarebbero dei costi che graverebbero comunque sul prodotto finale?


Non lo so. La mia unica esperienza di lavoro per una ditta ha riguardato un prodotto così di nicchia che lo sforzo è stato quello di assicurarne la durata nel tempo (anche perché c'e pochissimo personale per l'assistenza che si può fare solo da loro e il costo globale minimo si otteneva/ottiene/boh con una ottima affidabilità del prodotto).

Ci vorrebbe qualcuno che abbia una grossa esperienza in quel settore a cavallo tra progettazione e il commerciale; so che sul forum ci sono diverse figure così e se vorranno aprirci i forzieri della loro scienza sicuramente sarà una lettura interessante per tutti.