Pagina 169 di 175

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 19 dic 2018, 22:56
da mir
guzz ha scritto:non siamo sopra i 2 metri, quindi non è lavoro in quota...

E no! Foto Utenteguzz , osserva bene, nella valutazione dei rischi si deve considerare il "muletto" con un'altezza minima di 1 metro, l'operatore di certo alto oltre 1 metro, e siamo già oltre i 2 metri, s epoi aggiungi che per manovrare l'interruttore, l'operatore ha anche alzato il braccio, vien da se che siamo ben oltre i 2 metri, pertanto si configura lavoro in quota ... quindi .. assenza completa dei DPI, ed utilizzo improprio del "muletto" ... :mrgreen:

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 19 dic 2018, 23:13
da Franco012
Qui siamo certamente sotto i due metri di quota, però uno degli operai è senza la cuffia antirumore...

862108.jpg
Lavori senza i previsti DPI.

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 19 dic 2018, 23:16
da claudiocedrone
Invece è giusto così, è chi taglia che deve indossare le cuffie per non sentire l'altro quando lo affetterà.

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 20 dic 2018, 18:03
da guzz
mir ha scritto:
guzz ha scritto:non siamo sopra i 2 metri, quindi non è lavoro in quota...

E no! Foto Utenteguzz , osserva bene..

mamma mia che ignoranza delle normative sui lavori in quota.

l'altezza va misurata al "piano" di calpestio!

verrei là a strapparti il patentino per i lavori in quota e, già che ci sono, anche quello per l'uso delle PLE!!!

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 20 dic 2018, 20:03
da setteali
Quella del muletto è fantastica....chissà se asi abbassa anche :-)

Invece quella della capretta umana, mi sa di bufala, la lama mi pare che non giri si vedono i denti fermi, segatura non se ne vede.
O_/

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 20 dic 2018, 20:42
da mir
guzz ha scritto:verrei là a strapparti il patentino per i lavori in quota e, già che ci sono, anche quello per l'uso delle PLE!!!

e però..calma..cosi ti viene un coccolone .. :D ..e poi è Natale, bisogna stare sereni ed essere più buoni.. ;-)
Comunque, premesso che si scherza (come spero sia un fake l'immagine postata in [1672] da Foto Utenteiosolo35 ), Foto Utenteguzz , se non erro la tua definizione ..
guzz ha scritto:l'altezza va misurata al "piano" di calpestio!

non è corretta, il Testo Unico all'Art.107 definisce il lavoro in quota come quelle attività lavorative che espongono il lavoratore al rischio di caduta da una altezza superiore a due metri rispetto ad un piano stabile, ne sono quindi compresi anche le attività di scavo che prevedono profondità superiori a quella sopra indicata.
E non fornisce una precisa disamina del "piano stabile", e forse quella di riferimento "al piano di calpestio" può essere limitata, in quanto non è detto che il piano di calpestio sia un piano stabile, probabilmente il legislatore con il termine di "piano stabile" ha voluto indicare un piano sicuro, ad esempio credo che sia "stabile , il piano di un solaio" ,mentre "non lo sia un soppalco, o dei taveloni su un cavedio".. ovvio che quest'ultima è una mia interpretazione da
guzz ha scritto:mamma mia che ignoranza delle normative sui lavori in quota.
, pertanto probabilmente errata, quindi meglio aspettare quella di un esperto..cosi io mi aggiorno ( e mi riprendo il patentino) .. :mrgreen:

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 21 dic 2018, 13:09
da Danielex
Foto Utentemir e Foto Utenteguzz tutti bocciati!

Vedi qui
O_/ :mrgreen:

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 21 dic 2018, 13:45
da Franco012
Da quello che ho capito, questo è sicuramente un lavoro in quota:

Lavoro in quota 01.jpg
Lavoro in quota.

Mentre qui possiamo stare tranquilli, il rischio di caduta è praticamente inesistente:

Lavoro a livello terra.jpg
Lavoro a livello terra.

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 21 dic 2018, 17:36
da speedyant
Il famoso bagno galvanico!

Re: Ambratheryou

MessaggioInviato: 21 dic 2018, 18:54
da mir
Danielex ha scritto:mir .. bocciati!

e perché sarei bocciato ?.. :-k
mir ha scritto:il Testo Unico all'Art.107 definisce il lavoro in quota come quelle attività lavorative che espongono il lavoratore al rischio di caduta da una altezza superiore a due metri rispetto ad un piano stabile,...probabilmente il legislatore con il termine di "piano stabile" ha voluto indicare un piano sicuro, ad esempio credo che sia "stabile , il piano di un solaio" ..

Danielex ha scritto:Vedi qui..

infatti :
Si è infatti condivisibilmente ritenuto, in giurisprudenza, ha precisato la Sezione IV, che “l'altezza superiore a m 2 dal suolo, tale da richiedere le particolari misure di prevenzione prescritte dall'art. 122 del D. Lgs. n. 81 del 2008 (che ha sostituito l'art. 16 del D.. P. R. n. 164 del 1956, ponendosi però in continuità con esso), va calcolata in riferimento all'altezza alla quale il lavoro viene eseguito, rispetto al terreno sottostante, e non al piano di calpestio del lavoratore (Cass., Sez. 4, n. 43987 del 28-2-2013, Rv. 257693; Cass., n. 741 del 1982; n. 7604 del 1982; n. 5461 del 1983)”.

se non interpreto male, si conferma che il piano di calpestio non va considerato.