Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono installato

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[31] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 30 mar 2012, 13:17

Domanda per chiarirmi le idee: da chi e come ò certificata l'idoneità dei certificatori a certifcare? Non è uno scioglilinua, è una domanda vera! ;-)

Ciao
Piercarlo
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[32] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto Utentemaxxy » 30 mar 2012, 13:36

un po' come ..... chi contolla i controllori? :D

Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,
lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.
- Albert Einstein
Avatar utente
Foto Utentemaxxy
2.058 2 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 13 nov 2008, 10:08

0
voti

[33] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto UtenteCandy » 30 mar 2012, 13:39

Dipende dai chi sono i certificatori a cui ti riferisci.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10132
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

0
voti

[34] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto Utenteluk79 » 30 mar 2012, 14:03

Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in
ci vuole un bel coraggio per aprire una discussione pubblica, con un titolo del genere.sono senza parole :shock:
Avatar utente
Foto Utenteluk79
31 3 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 232
Iscritto il: 9 nov 2010, 15:58
Località: Milano

3
voti

[35] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 mar 2012, 14:52

Piercarlo ha scritto:Domanda per chiarirmi le idee: da chi e come ò certificata l'idoneità dei certificatori a certifcare? Non è uno scioglilinua, è una domanda vera! ;-)

Ciao
Piercarlo


Non esistono certificatori di impianti elettrici, le figure delle attività riservate per legge sono solo tre:

1 - progettista, iscritto all'albo professionale per il settore di competenza (chi certifica e controlla i professionisti? L'albo professionale)

2 - installatore, abilitato dalla CCIAA per il settore di competenza (chi certifica e controlla gli installatori? La CCIAA, il ministero attività produttive, le associazioni artigiane, gli enti preposti)

3 - Organismi di verifica di impianti ai sensi DPR 462/01 - terra, scariche atmosferiche, luoghi con pericolo di esplosione - (chi certifica e controlla gli Organismi? Il Ministero attività produttive)
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,8k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14244
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[36] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto Utenteguzz » 30 mar 2012, 15:25

scusate se torno indietro, ma questa frase l'ho visto solo ora.

simosvalvolato93 ha scritto:ma sai conoscendo gente, con tanto di blasonata laurea, a cui chiedi per favore passami un cappellotto e una manciata di fascette, e ti guarda come se avessi chiesto chissà chè

sinceramente se mi chiedevi un cappellotto pure io ti guardavo male. dalle mie parti i cappellotti sono una parte anatomica maschile...
forse se utilizzavi un nome più adeguato, tipo morsetti forbox (sempre se ti riferisci a quelli), te li avrebbe passati. no? a scuola non ti insegnano il linguaggio tecnico adeguato al mondo del lavoro? a me lo insegnavano...

simosvalvolato93 ha scritto:poi certamente non intendo far di tutte le erbe un fascio, ci sono fior di ingegneri che non sono neanche da paragonare a un semplice elettricista come me.

io direi che tutti gli ingegneri non sono paragonabili agli elettricisti come te.
primo perché l'ingegnere non deve saper installare un impianto, ma deve sapere come progettarlo. e tra le due cose c'è un abisso.
secondo, perché l'ingegnere ha studiato molto più di te, sa cose che te nemmeno immagini e si assume molte più responsabilità.
Avatar utente
Foto Utenteguzz
3.497 3 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2069
Iscritto il: 8 set 2011, 19:14
Località: Possagno (TV)

0
voti

[37] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 30 mar 2012, 17:33

Mike ha scritto: Non esistono certificatori di impianti elettrici, le figure delle attività riservate per legge sono solo tre:

1 - progettista, iscritto all'albo professionale per il settore di competenza (chi certifica e controlla i professionisti? L'albo professionale)

2 - installatore, abilitato dalla CCIAA per il settore di competenza (chi certifica e controlla gli installatori? La CCIAA, il ministero attività produttive, le associazioni artigiane, gli enti preposti)

3 - Organismi di verifica di impianti ai sensi DPR 462/01 - terra, scariche atmosferiche, luoghi con pericolo di esplosione - (chi certifica e controlla gli Organismi? Il Ministero attività produttive)


Grazie, almeno un po' le idee si sono chiarite ma non ancora completamente. Mi spiego: in un certo senso chi dovrebbe "certificare" le competenze e le abilitazioni di una persona dovrebbero essere altre persone con le stesse competenze con una maggiore (e comprovata) esperienza nel settore: il neo-ingegnere viene controllato da altri ingegeneri veterani e sperimentati, così come succede per medici, piloti (istruttori) ecc. per tutte quelle mansioni la cui mala esecuzione può comportare danni o addirittura la morte di altre persone: Ebbene, in tutti questi enti, a parte il caso degli albi professionali, da noi dove si inseriscono queste figure umane che poi sono quelle che verificano concretamente l'idoneità dei candidati a una data mansione (e che naturalmente firmano i documenti che conferiscono tale idoneità)?

Scusa se la domanda è un po' confusa ma m'interessa veramente capirci qualcosa non solo su cosa dicono le nome ma, più vitale ancora, su chi poi le applica e le fa applicare non quando è andato a fuoco qualcosa (o qualcuno è andato al camposanto) ma che previene che si arrivi a questo punto con tutti i provvedimenti richiesti dalle circostanze.

Ciao
Piercarlo
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

2
voti

[38] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 mar 2012, 17:55

Per la figura del progettista, una volta passato l'esame di stato e l'iscrizione all'albo, hai la piena idoneità nel progettare secondo i limiti previsti dalla tua categoria professionale e dalla deontologia professionale, per esempio progetto solo quello che so fare in scienza e coscienza e per quello che non so mi affianco a un collega preparato.
L'installatore invece non ha alcun esame preventivo o dimostrativo della sua competenza ma è sufficiente che dimostri di avere i requisiti richiesti dalla legge, per esempio è sufficiente una laurea tecnica (architetto), oppure un diploma tecnico e due anni alle dirette dipendenze di una ditta installatrice, oppure tre anni come operaio specializzato, ecc.
I verificatori degli Organismi privati devono sottostare ai requisiti richiesti dalla regolamentazione specifica e in ogni caso la responsabilità è tutta dell'Organismo privato.

I controlli sono effettuati dagli enti preposti quali: Comuni, VVF, ASL, INAIL (Ex ISPESL), ecc.; ma non sono periodici, ma solo a campione o in caso di segnalazioni, infortuni, ecc.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,8k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14244
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[39] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto Utenteelettrodomus » 30 mar 2012, 17:55

Attualmente gli installatori non devono sostenere un esame, né sono soggetti a qualsivoglia controllo sul proprio operato (così mi risulta, se si eccettua il rilascio di dichiarazioni per campi diversi dalla propria abilitazione); semplicemente deve possedere i requisiti professionali, che sono desumibili dal DM 37/08 (vedi articoli 3 e 4). Al momento della richiesta di abilitazione, la Camera di Commercio valuta se effettivamente il richiedente li possiede e quindi concede o meno l'abilitazione. Da lì l'installatore opera. Da ciò si comprende che il decreto non permette di chiarire la vera conoscenza del mestiere, ma suppone che dato un certo background, questa conoscenza ci sia. Poi l'installatore si prenderà le sue responsabilità in ambito civile e penale. Detto fra noi, la categoria a cui appartengo credo sia quella maggiormente messa "in morsa" dalla legge, anche se molti di noi non se ne accorgano, e anche se spesso nulla di male accade. Ma questo non sempre.

Edit, vedo adesso che mi ha anticipato Foto UtenteMike
Igor
Avatar utente
Foto Utenteelettrodomus
10,1k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2607
Iscritto il: 28 gen 2011, 22:38
Località: Bassa Bresciana

5
voti

[40] Re: Chi mi firma l'impianto elettrico di casa che mi sono in

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 mar 2012, 18:02

elettrodomus ha scritto:Detto fra noi, la categoria a cui appartengo credo sia quella maggiormente messa "in morsa" dalla legge, anche se molti di noi non se ne accorgano, e anche se spesso nulla di male accade. Ma questo non sempre.


Esatto!!! L'attività di installazione di impianti è attività riservata per legge e per esercitarla devi essere abilitato, mentre puoi aprire un'impresa di costruzioni e costruire un grattacielo senza alcuna abilitazione! E sono proprio le imprese edili che hanno rovinato il mercato negli anni passati, in quanto avendo in mano l'80% del processo di costruzione non hanno mai dato importanza agli impianti e li hanno messi sempre in secondo piano, bastava solo che costassero poco per farci la cresta sopra di almeno il 20%.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,8k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14244
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti