Pagina 1 di 2

DI.CO.

MessaggioInviato: 11 giu 2013, 22:31
da vincenzolagati
salve a tutti.
DOMANDONE: nato in discussione con colleghi ad un corso tenutosi dalla abb.
nella DICO nella dicitura inteso come:
nuovo impianto,ampliamento,trasformazione,altro.......

nella dicitura ALTRO cosa si intende x l'impianto elettrico?
chi dice x altro... si intende adeguamento impianto;chi dice x altro ....si intende sostituzione di 1 int. di protezione. che a mio dire e' manutenzione straordinaria ma...chi dice x altro ....si intende adeguamento impianto ai fini della sicurezza e delle prestazioni.confusione!!!!!!!
comunque chi mi aiuta su 20 che eravamo indovinate 20 risposte diverseeeeeeee.
accetto consigli in merito e chiarimenti un salutone Vin. O_/ O_/

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 11 giu 2013, 23:38
da elettrodomus
Ciao, per altro credo si intenda tutto ciò che non è stato esplicitamente previsto dal legislatore: l'adeguamento o l'unificazione di due distinti impianti esistenti, ad esempio.

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 11:22
da serting
In effetto altro e "altro" scherzi a parte di seguito una sintesi dei concetti di nuovo impianto , trasformazione,ampliamento, manutenzione, altro:
Nuovo impianto : è un impianto ex novo ;
Ampliamento: quando si aggiunge almeno un circuito, ricorda che per circuito si intende la parte dell'impianto protetta da un proprio dispositivo di protezione;
Trasformazione: quando l'impianto subisce modifiche importanti ad esempio a cusa di cambiom di destinazione d'uso dei locali; cambio delle condfizioni di alimetazione pe esempio da basa a madia oppure da monofase a trifase; aumento di potenza con relatyivo cambio della sezione dei circuiti e delle protezioni; aggiunta dell'impianto di terra in un impianto che ne è sprovvisto; rifacimento di una parte dell'impianto ad esempio un loclae , un reparto ecc.
Manutenzione ordinaria: Il DM 37/08 art. 2, comma 1 lettera d) recita : "la manutenzione ordinaria è finalizzata "a contenere il degrado normale d'uso , nonchè a far fronte ad eventi accidentali che comportano la necessità di primi interventi che comunque non modificano la struttura dell'impianto su cui si interviene o la sua destinazione d'uso secondo le prescrizioni previste della nofrmativa tecnica vigente e dal libretto d'uso e manutenzione del costruttore" .In sinetsi nella mnautenzione ordinaria vengono sostituite piccole apparecchiature, obsolete o danneggite, con altre aventi le stesse caratteristiche tecniche;
Manutenzione straordinaria: si intende tutto ciò che non è nuova installazione, trasformazione ampliamento o manutenzione ordinaria per esempio l'aggiunta o lo spstamento di prese o punti luce su circuiti esistenti. La distinzione tra manutenzione ordinaria e straordinaria è utile per stabilere se bisogna rilasciare la DICO oppure no.
Altro: quanto non previsto nelle definizioni di cui sopra per esempio "altro" può essere l'adeguamento di un impianto ante 13/3/90 a quanto disposto dal DM 37/08 ART. 6, comma 3 .
Spero di essere stato di aiuto O_/
(rif. bibbliografico , Tuttonormel settembre 2008)

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 13:46
da vincenzolagati
ok all'ora per inteso come ALTRO si intende adeguamento impianto 37/08 per esempio .....quando non coincide con le altre chiamate es nuovo impianto ,trasformazione ecc...ecc...... ora mi e' piu' chiaro diciamo un'alternativa in piu' per chi emette la dico per emettere una dicitura piu' corretta .
capito grazie. :ok: :ok:

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 17:42
da serting
Con la mnutenzione ordinaria non adegui l'impianto, altro può essere utilizzato anche per quanto ho indicato nel precedente post.

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 18:52
da Pierluigi2002
Altro: tale opzione tratta tutta una serie di operazioni non rientranti nelle altre casistiche previste, ma che sono comunque regolate dal DM 37/08. Innanzitutto, è il caso dell’installazione domestica, intesa come installazione di un elettrodomestico effettuata direttamente sull’impianto senza l’interposizione di una presa a spina. Inoltre, è il caso dell’impianto elettrico di cantiere. Infine, non essendo prevista come voce specifica nel presente modello, è anche il caso della manutenzione ordinaria, la quale è da intendersi come la sostituzione di un componente di impianto (avariato, danneggiato, ecc.) con un altro di identiche caratteristiche elettriche.
Nel caso di impianti a gas, con “Altro” si può intendere la sostituzione di un apparecchio installato in modo fisso.

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 19:39
da paolo a m
Pierluigi2002 ha scritto: è anche il caso della manutenzione ordinaria, la quale è da intendersi come la sostituzione di un componente di impianto

... per la manutenzione ordinaria non serve la DiCo.

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 19:54
da serting
Pierluigi2002 ha scritto:Altro: tale opzione tratta tutta una serie di operazioni non rientranti nelle altre casistiche previste, ma che sono comunque regolate dal DM 37/08. Innanzitutto, è il caso dell’installazione domestica, intesa come installazione di un elettrodomestico effettuata direttamente sull’impianto senza l’interposizione di una presa a spina. Inoltre, è il caso dell’impianto elettrico di cantiere. Infine, non essendo prevista come voce specifica nel presente modello, è anche il caso della manutenzione ordinaria, la quale è da intendersi come la sostituzione di un componente di impianto (avariato, danneggiato, ecc.) con un altro di identiche caratteristiche elettriche.
Nel caso di impianti a gas, con “Altro” si può intendere la sostituzione di un apparecchio installato in modo fisso.


Per l'installazione di un elettrodomestico non occorre la Dico, per l'impianto in un cantiere, si tratta di un nuovo impianto "Altro" non è relativo ai luoghi (commercio, cantiere ecc) per la manutenzione ordinaria non ci vuole la dico confermo con forza la mia definizione avallato anche da un mio quesito a Tuttonormel di qualche anno fa.

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 19:59
da MassimoB
Potrebbe essere che non ho ben inteso quanto da te esposto Foto UtentePierluigi2002 ma credo che nella tua risposta vi sia un po di confusione

Re: DI.CO.

MessaggioInviato: 12 giu 2013, 20:16
da Pierluigi2002
Allora "ragazzi" se nella mia risposta vi è un po' di confusione, non ve la prendete con me, scrivete alla GEWISS, ho solo fatto il copia incolla della nota che appare, andando con il mouse sopra la voce"Altro" del software GW37/08.
Nel redigere la DI.CO. ho sempre usato "Altro" quando èra in vigore la 46/90 ed installavo il MTD.