Pagina 1 di 1

Fatturazione enel su carichi sbilanciati

MessaggioInviato: 26 lug 2013, 8:33
da studiocampo
Salve,
supponiamo che da un contatore trifase i prelievi siano (per semplicita' supponiamo trascurabile il cos(phi)):
F1=10A
F2=15A
F3=20A
La domanda e' la seguente:
il consumo che pago e proporzionale alla somma delle tre potenze oppure alla potenza relativa alla corrente maggiore o cosa altro?
Grazie

Re: Fatturazione enel su carichi sbilanciati

MessaggioInviato: 26 lug 2013, 9:33
da nunziato
studiocampo ha scritto:per semplicita' supponiamo trascurabile il cos(phi))

Se trascuriamo il cos \varphi il carico è puramante reattivo. Se invece, per semplicità consideriamo il cos \varphi = 1, carico puramente resistivo avvremo:
Fase 1: P=230 \cdot 10= 2300 \ W
Fase 2: P=230 \cdot 15= 3450 \ W
Fase 3: P=230 \cdot 20= 4600 \ W
Per cui la Potenza che il "contatore" vede è : 2300+3450+4600 =10350 \ W
Supponiamo che questa situazione permanga per 1 ora, l'energia misurata dal contatore sarà di 10,35 kWh quindi dipenderà da tutte le correnti circolanti nelle tre fasi, a prescindere dallo squilibrio.
Quello che pagherai all'ente distributore sarà l'energia consumata ovvero i 10,35 kWh

Re: Fatturazione enel su carichi sbilanciati

MessaggioInviato: 26 lug 2013, 9:39
da attilio
Quello che paghi è l'energia attiva, nel tuo caso, se la fornitura trifase è superiore ai 15 kW in realtà paghi anche l'energia reattiva.

Istantaneamente i tuoi carichi assorbono una certa potenza dalla rete (non consideriamo la corrente), ed è ovvio che se tra una fase e il neutro stai prelevando 1 kW e tra un'altra fase e il neutro altri 3 kW, la potenza di cui stai usufruendo è di 4 kW (non di 3). Il tempo per cui si protrae tale richiesta di potenza, determina poi l'energia prelevata e conteggiata dal contatore (kWh).

Saluti


ops! sovrapposto a Foto Utentenunziato :oops:

Re: Fatturazione enel su carichi sbilanciati

MessaggioInviato: 26 lug 2013, 9:40
da studiocampo
Trascurabile intendevo cos(phi)=1 resistivo.
Quindi, provo a vedere se ho capito"
io prelevo da un contatore trifase un carico equilibrato da 10350W, oppure
prelevo la stessa potenza nel modo sbilanciato
all'ente distributore paghero' sempre la stessa cifra?
Allora perche' facciamo la corsa a bilanciare le fase?

Re: Fatturazione enel su carichi sbilanciati

MessaggioInviato: 26 lug 2013, 10:27
da Mike
Perché confondi la POTENZA con l'ENERGIA. Il bilanciamento serve ad evitare che le protezioni proprie o quelle del distributore intervengano per prelievi di potenza elevata solo su una fase.

Re: Fatturazione enel su carichi sbilanciati

MessaggioInviato: 26 lug 2013, 10:44
da studiocampo
Mike ha scritto:Perché confondi la POTENZA con l'ENERGIA. Il bilanciamento serve ad evitare che le protezioni proprie o quelle del distributore intervengano per prelievi di potenza elevata solo su una fase.

Grazie.
Ultima cosa e chiudo:
Quindi in fattura non ci sono penali per sbilanciamento?

Re: Fatturazione enel su carichi sbilanciati

MessaggioInviato: 26 lug 2013, 11:02
da nunziato
studiocampo ha scritto:Trascurabile intendevo cos(phi)=1 resistivo.

Si avevo capito ma era per precisare (deformazione professionale purtroppo)
studiocampo ha scritto:Quindi in fattura non ci sono penali per sbilanciamento?

No.