Pagina 1 di 1

Inosservanza art. 8 del DM 37/08

MessaggioInviato: 29 nov 2013, 12:12
da raifox
Siamo quasi nel 2014 e come tutti sappiamo il DM 37/08 "esiste" da oltre 5 anni.
Vorrei un vostro parere sui provvedimenti che si potrebbero adottare per "combattere" l'inosservanza sistematica da parte del fornitore (ENEL e/o altri) di quanto prescritto all'art. 8 (che riporto per comodità) e che in sostanza obbliga l'ente a sospendere la fornitura in caso di mancata presentazione della DiCo o DiRi per gli impianti elettrici "alimentati" dalla propria rete.

Come immaginabile le implicazioni sono diverse, ne cito un paio che secondo il mio parere sono le più gravi:
- prima di tutto viene a mancare la sicurezza degli impianti non essendoci di fatto nessun "controllo" degli stessi da parte di NESSUNO, parlando di impianti residenziali sotto i 6 kW e simili (non soggetti a progetto da parte di professionista per intenderci)
- vengono penalizzati gli installatori "onesti" che nei propri preventivi giustamente tengono in considerazione il costo da loro sostenuto per la gestione e la predisposizione della documentazione di progetto da allegare alla DiCo etc.
- sono di fatto "sostenuti" il lavoro in nero e le realizzazioni effettuate da personale non qualificato perché senza rilasciare alcuna dichiarazione tracciabile vengono meno le responsabilità dell'installatore penalizzando il committente in caso di infortuni e/o incidenti.

Di questo problema ne parlai anche con l'autorevole Carrescia di TNE in occasione di un corso ormai due anni fa, e sebbene anche lui fosse perplesso su questo argomento non mi sembra che qualcuno abbia mai fatto qualcosa né mi è parso di vedere approfondimenti da qualche parte.

Sono sicuro che ad ENEL convenga pagare qualche milione di sanzione ogni anno (sempre che gli venga inflitta ma non lo so) che sospendere momentaneamente l'erogazione del servizio a chissà quanti milioni di utenti in attesa dell'adeguamento degli impianti (con relativo mancato inotroito certamente più gravoso in termini economici), però non credo che sia una situazione accettabile considerati tutti gli incidenti domestici che più spesso di quanto se ne parli sono riconducibii ad un problema/difetto degli impianti elettrici.

Se qualcuno ha un'idea su come poter procedere per risolvere si faccia avanti...


Art. 8. Obblighi del committente o del proprietario
3. Il committente entro 30 giorni dall'allacciamento di una nuova fornitura di gas, energia elettrica, acqua, negli edifici di qualsiasi destinazione d'uso, consegna al distributore o al venditore copia della dichiarazione di conformita' dell'impianto, resa secondo l'allegato I, esclusi i relativi allegati obbligatori, o copia della dichiarazione di rispondenza prevista dall'articolo 7, comma 6. La medesima documentazione e' consegnata nel caso di richiesta di aumento di potenza impegnata a seguito di interventi sull'impianto, o
di un aumento di potenza che senza interventi sull'impianto determina il raggiungimento dei livelli di potenza impegnata di cui all'articolo 5, comma 2 o comunque, per gli impianti elettrici, la potenza di 6 kW.
4. Le prescrizioni di cui al comma 3 si applicano in tutti i casi di richiesta di nuova fornitura e di variazione della portata termica di gas.
5. Fatti salvi i provvedimenti da parte delle autorita' competenti, decorso il termine di cui al comma 3 senza che sia prodotta la dichiarazione di conformita' di cui all'articolo 7, comma 1, il fornitore o il distributore di gas, energia elettrica o acqua, previo congruo avviso, sospende la fornitura.

Re: Inosservanza art. 8 del DM 37/08

MessaggioInviato: 29 nov 2013, 14:02
da Mike
Molto semplicemente faranno un decreto legge che abrogherà il comma 5 dell'art. 8.

Re: Inosservanza art. 8 del DM 37/08

MessaggioInviato: 29 nov 2013, 14:16
da studiocampo
A me un funzionario regionale enel, parlando di questo problema mi ha detto : "....mica possiamo sospendere la fornitura al 50% delle abitazioni...."

Re: Inosservanza art. 8 del DM 37/08

MessaggioInviato: 29 nov 2013, 14:30
da Serafino
Per essere precisi l'articolo parla del nuovo o del modificato, quindi delle zozzerie pregresse se ne impippa bellamente.
Osservazione incidentale: congruo preavviso, da un punto di vista "leguleo" significano anche 5 anni....
Notate come il DM non dice "io non ti alleccio" ma piuttosto io ti staccherò....
Poi dopo entra in gioco l'avvecato lupo de lupis che affermerà tranquillamente che "sospendere una fornitura di energia elettrica non è possibile perché:

a) d'inverno c'è freddo e la gente non la si può lasciare al freddo,
b) d'estate c'è caldo e la gente non deve sudare.
c) e la gente che ha degli "elettromedicali in casa?"

Ovviamente si scorda che se non "formalizzi il pagamento della bolletta con degli €" ti depotenziano e poi ti staccano, quindi i mezzi tecnici per intervenire ci sarebbero tutti!

Re: Inosservanza art. 8 del DM 37/08

MessaggioInviato: 29 nov 2013, 14:31
da maxxy
Mike ha scritto:Molto semplicemente faranno un decreto legge che abrogherà il comma 5 dell'art. 8.

come fu il comma che obbligava i notai a richiedere la DIRI i DiCo e integrarla nell'atto pena nullità della vendita... cosa è durato? Qualche millisecondo....
D'altronde chi se ne frega se gli impianti sono schifosi e fatiscenti mettendo a serio pericolo la vita degli ignari acquirenti, l'importante e fa ingrassare i palazzinari e compagnia varia...

Re: Inosservanza art. 8 del DM 37/08

MessaggioInviato: 29 nov 2013, 14:42
da Serafino
Su coloro che ingrassano, facendo una lista, metterei:

1- palazzinari
2- padroni di casa
3- elettricisti della domenica
4- nerolavoranti
5- amici degli amici che firmano dichiarazioni di conformità (alias dichiarifici)
6- venditori di materiale elettrico (perché mica vendono solo alla ditta dei bravi ragazzi che si presentano con un progetto in mano...)
7- coloro che vendono energia elettrica (e che dovrebbero staccare la luce)
8- notai (certo anche loro, che prendono senza dare o dando poco nel caso degli impianti)

Re: Inosservanza art. 8 del DM 37/08

MessaggioInviato: 29 nov 2013, 15:51
da Mike
maxxy ha scritto:come fu il comma che obbligava i notai a richiedere la DIRI i DiCo e integrarla nell'atto pena nullità della vendita... cosa è durato? Qualche millisecondo....
D'altronde chi se ne frega se gli impianti sono schifosi e fatiscenti mettendo a serio pericolo la vita degli ignari acquirenti, l'importante e fa ingrassare i palazzinari e compagnia varia...


Esatto! D'altronde quante migliaia di leggi ci sono che non vengono applicate?
Come disse Churchill:

Se due persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" togli il cartello.

Questo si chiama pragmatismo! Da noi invece facciamo leggi su leggi che poi non servono a nulla perché non vengono applicate.