Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Tensione di fase diversa

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[11] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 18 mar 2014, 18:35

Avresti un 2,5% con carico equilibrato da 40 kW su tre fasi (anche meno in realtà).

Fai una misura della corrente assorbita e ci leviamo il dubbio.
Magari dati di lunghezza ed assorbimento non sono precisissimi.

Comunque non saprei proprio cos'altro potrebbe essere...
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.858 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2889
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[12] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto UtenteCorsari » 18 mar 2014, 18:40

Io ho il dubbio atroce che chi ha fatto l'intervento ha piazzato da qualche parte delle giunzioni di cavo che non sono proprio fatte bene.
comunque grazie ti aggiorno
Avatar utente
Foto UtenteCorsari
16 1 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 201
Iscritto il: 14 ott 2009, 23:06

1
voti

[13] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 18 mar 2014, 18:45

Lo ritengo improbabile perché con una caduta del genere su un difetto puntuale la dissipazione di potenza sarebbe tale da fondere il cavo e tutto quello che gli sta attorno. Se nulla ha preso fuoco probabilmente la spiegazione è un'altra.

Misura la corrente (a condizionatori accesi) e poi ci ragioniamo di nuovo. :ok:
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.858 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2889
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[14] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto Utenteelettro » 18 mar 2014, 19:39

Per capire realmente l'entità della cdt% sarebbe indicato effettuare una doppia misura simultanea a monte e a valle della conduttura, la misura a monte, meglio eseguirla sui morsetti del Gem; con carico stabile.
Le linee montanti, salvo accordi diversi con il committente, non dovrebbero essere al din sopra del valore indicato del 2%.
Allo stato pratico, le fasi non sono mai associate a carichi analiticamente identici in un caso del genere - quindi lo squilibrio di tensione tra le fasi R-S-T ed il neutro N - è razionale rilevarlo.
Ora - bisogna capire se, i condizionatori siano del tipo centralizzato in trifase o sono sigole unità monofasi ripartite tra i conduttori attivi..?
Avatar utente
Foto Utenteelettro
843 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2741
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[15] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto Utenteattilio » 18 mar 2014, 23:05

Corsari ha scritto:Io ho il dubbio atroce che chi ha fatto l'intervento ha piazzato da qualche parte delle giunzioni di cavo che non sono proprio fatte bene.

E' solo un dubbio, o qualcosa di più?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,3k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8385
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[16] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto Utenteelettro » 19 mar 2014, 10:48

Corsari ha scritto:Io ho il dubbio atroce che chi ha fatto l'intervento ha piazzato da qualche parte delle giunzioni di cavo che non sono proprio fatte bene.


Sulle giunzione ho scritto tanto, chissà se la mia ipotesi risponde allo stato dei fatti.,..?
Avatar utente
Foto Utenteelettro
843 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2741
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[17] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 19 mar 2014, 11:04

Foto Utenteattilio, Foto Utenteelettro, una giunzione con quella CdT e la corrente corrispondente a 40 kW di assorbimento (anche equilibrato) dissiperebbe circa 1,5 kW (!!). La cosa sarebbe ben visibile, non credete?
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.858 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2889
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[18] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto Utenteelettro » 19 mar 2014, 11:36

La cdt% su quella fase dovrebbe essere desunta con una misura incorciata nel medesimo istante come ho detto in un post precedente, e con un carico stabile, per il momento non sappiamo se la misura è stata eseguita con questo criterio...
Semmai con un analizzatore di rete installato a quadro, la condizione delle grandezze e dei carichi sarebbe di facile lettura, ma non sappiamo se è presente questo dispositivo.
A mio avviso, c'e' un carico su di una fase che non è stato considerato, e quando si attivano anche i condizionatori centralizzati (immagino) la cdt% aumenta.
Quando negli impianti datati - emergono delle esigenze in fatto di utilizzatori aggiutnin in un tempo successivo ed installati- è facile trovare delle fasi caricate in modo irrazionale, quando i carichi potrebbero essere equilbrati con altera sequenza.
Detto questo aspettiamo qualche info in più, e una misura certa.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
843 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2741
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[19] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 19 mar 2014, 11:47

Appunto. L'ipotesi più probabile è l'eccessivo assorbimento.

In quanto al resto... lasciamo tranquillo l'ufficio complicazione affari semplici una volta tanto...
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.858 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2889
Iscritto il: 21 dic 2010, 1:10
Località: Mantova

0
voti

[20] Re: Tensione di fase diversa

Messaggioda Foto UtenteCorsari » 19 mar 2014, 14:26

Abbiamo fatto un po di prove.

Dunque con tutto spento abbiamo 228 V sul Quadro Generale.

Accendendo un solo carico di 30 kW (friggitrice) abbiamo i seguenti valori:
206 / 225 / 228.

Accendendo altri carichi per circa 80 kW (MA ESCLUDENDO LA FRIGGITRICE) abbiamo i seguenti valori:
200 / 223 / 227

Abbiamo provato la tensione prima e dopo interruttore generale quadro generale ed è la medesima.

Abbiamo provato tensione a valle del contatore e a valle dell’interruttore generale impianto ed è la medesima. 230 V su tutte le fasi.

Cosniderazione:
- fosse il cavo con 30 kW avrei zero problemi.....
- visto che si tratta di una cucina elettrica possibile che il tutto sia dovuto ai carichi induttivi?
Avatar utente
Foto UtenteCorsari
16 1 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 201
Iscritto il: 14 ott 2009, 23:06

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 17 ospiti