Pagina 4 di 4

Re: Sfilabilità dei cavi CEi 64-8

MessaggioInviato: 12 nov 2018, 16:20
da Franco012
La legge prevede che il lavoro sia eseguito a regola d'arte. Per ottenere questo, non è necessariamente obbligatorio osservare la norma (che è una norma tecnica, non una norma di legge). Se però la norma tecnica in vigore viene rispettata, allora l'impianto si può automaticamente considerare realizzato a regola d'arte.
Se la ditta che ha eseguito l'impianto non ha seguìto puntigliosamente la norma tecnica, non vuol dire che l'impianto NON sia a norma, ossia fuorilegge. La ditta che ha effettuato i lavori (e quindi rilasciato la dichiarazione di conformità - brevemente, la DICO) si assume in ogni caso la responsabilità di quanto realizzato, e dovrebbe aver indicato nella stessa DICO a quale norma ha fatto riferimento (ad esempio, può anche essere una norma europea) oppure indicare dove la norma tecnica non è stata rispettata, descrivendo in breve la soluzione alternativa adottata.
Non esistono soluzioni del tipo "ravvedimento operoso".

Re: Sfilabilità dei cavi CEi 64-8

MessaggioInviato: 12 nov 2018, 16:30
da ettorecastallo
Molto chiaro grazie

La ditta dichiara nella DiCo di aver rispettato la 64-8 senza altro appunto
quindi (credo) sia responsabile in funzione di quanto prescritto in tale norma.

O sbaglio ?

Re: Sfilabilità dei cavi CEi 64-8

MessaggioInviato: 8 dic 2018, 0:40
da ettorecastallo
Sono nuovamente a voi per un ultimo chiarimento sul diametro interno dei tubi corrugati con minimo 16 mm.
In alcuni interventi, a questo proposito vedo citato l'art. 37.2
in altri l'art. 522.8.1.1
--- Cosa è che non capisco ? quale è la citazione esatta?

Grazie