Pagina 3 di 4

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 23 mar 2015, 19:44
da Mike
Calma, l'individuazione delle utenze da mettere sotto alimentazione di sicurezza spetta alla struttura sanitaria in base anche al DM 18/09/2002. Altrimenti detta così ogni ambulatorio dentistico dovrebbe avere un gruppo elettrogeno. In ogni caso l'alimentazione di sicurezza di classe 15 richiede autonomia di 24 ore ma possono essere ridotte a 1 ora se le attività mediche lo consentono.

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 24 mar 2015, 10:24
da studiocampo
No sono in cascata e' chiaro.
per le 24 ore dei carichi che intervengono entro 15 s. la direzione sanitaria dice che il max intervento non dura piu' di 60 minuti.

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 24 mar 2015, 11:03
da marco76
Se le attività mediche lo consentono e posso ridurre l'autonomia ad un'ora che riesco a coprire con l'UPS già installato non metterei il GE. L'affidabilità degli UPS non è da meno di quella dei generatori. Il tutto è convincere il tizio. Se insiste chiederei un parere motivato per capire bene che vuole O_/

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 24 mar 2015, 17:00
da alphabit
Scusa, ma esattamente che cosa è questa struttura sanitaria? E' solo un day hospital? La gente entra viene operata e va a casa? Un saluto

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 25 mar 2015, 13:09
da studiocampo
Si fanno piccoli interventi in day hopital.
Dove la durata max dell'intervento e' 30 minuti

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 25 mar 2015, 13:14
da alphabit
Ho capito, ma hanno un laboratorio, avranno dei frigoriferi, ecc.

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 25 mar 2015, 13:19
da studiocampo
si certo.
hanno vari ambulatori e dei frigoriferi con azoto con un consumo totale di circa 2kw.
Ho fatto dei calcoli, l'UPS esistente ha autonomia di quasi 8 ore. con tutti i suoi carichi inseriti

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 25 mar 2015, 13:47
da marco76
posso chiedere che calcoli hai fatto?

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 25 mar 2015, 13:51
da studiocampo
20kVA kVA / somma carichi sotto UPS (circa 2,6 kW)
Non mi ero mai preoccupato di spaccare il pelo poiche pensavo che bastassero 3 ore, che con 20 kvar kVA sono sicuramente raggiungibili.
di fatto ho 2 frigo, luci emergenza e la lampada sopra il tavolo operatorio.

Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

MessaggioInviato: 25 mar 2015, 13:56
da marco76
non credo sia una procedura corretta se dividi kW per kW non ottieni un tempo.
Per batterie ci sono dei grafici che indicano il tempo di scarica in funzione del carico.
Non avrai mai una situazione dove al raddoppiare del carico dimezzi la durata, potrebbe essere un quarto o meno. Contatta il produttore dell'UPS e ti darà la documentazione necessaria. Le batterie sono divise in stringhe? Visto che si parlava di affidabilità :ok: