Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[71] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto UtenteMike » 6 mag 2015, 0:52

il differenziale sul secondario serve per intervenire in caso di guasto a terra non franco evitando possibili tensioni pericolose per resistivita' di terra accettabile ma non ottimale


Non è proprio così, la protezione dai guasti non franchi a terra è richiesta solo negli ambienti a maggior rischio in caso d'incendio per evitare inneschi.

il criterio di protezine basato sulla Zg ha senso solo industrialmente su linee di alta potenza quantunque io cerchi di evitarlo anche in quel caso


Uno è libero di usare i differenziali dappertutto, per carità, ma che sia un criterio solo per impianti industriali e di alta potenza non è corretto, in tanti paesi tra cui gli USA la distribuzione nelle abitazioni è in TN.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[72] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 6 mag 2015, 1:33

Una cosa va detta, siete una miniera di informazioni!
Le avete scritte voi le norme Cei? :mrgreen: =D> =D>

Ma per la serie "parla come magna" devo seguire le istruzioni di Foto Utenteattilio o tra voi avete opinioni contrastanti?
Io domattina verifico a quale differenziale è collegata la presa a cui andranno collegati trafo e cnc..

P.S. Foto UtenteMike ho letto su internet che i magnetotermici tipo B sono sconsigliati per carichi che richiedono una grossa corrente in fase dinaccensione come trafo o motori, è corretto?
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

0
voti

[73] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 6 mag 2015, 7:57

mike ha scritto:cioè "non superiore a", o valore minimo "non inferiore a"

la seconda, ma che poi viste le taglie dei dispositivi modulari ad uso residenziale/terziario non si allontana poi molto da quel valore

----
i magnetotermici curva B hanno la magnetica che interviene per correnti comprese tra 3 e 5 In
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8737
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[74] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto UtenteMike » 6 mag 2015, 8:45

i differenziali non sono nati per soddisfare richieste, sono nati per proteggersi contro il guasto a terra che, anche in TN puo' essere pericoloso


Non è pericoloso il guasto a terra ma le tensioni pericolose assunte dalle masse, nei sistemi TN la protezione dai contatti indiretti si può garantire anche senza differenziale.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[75] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto UtenteMike » 6 mag 2015, 8:50

Attilio ha scritto:la seconda, ma che poi viste le taglie dei dispositivi modulari ad uso residenziale/terziario non si allontana poi molto da quel valore


Si certo, mi chiedevo solo il perché di quel valore così preciso.

Attilio ha scritto:----
i magnetotermici curva B hanno la magnetica che interviene per correnti comprese tra 3 e 5 In


Si infatti, si usano proprio dove le Icc a fondo linea sono basse.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[76] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto UtenteMike » 6 mag 2015, 8:51

alexcagliari ha scritto:P.S. Foto UtenteMike ho letto su internet che i magnetotermici tipo B sono sconsigliati per carichi che richiedono una grossa corrente in fase dinaccensione come trafo o motori, è corretto?


Si certo, non devi installarlo sul primario, ma sul secondario del trasformatore.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[77] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 6 mag 2015, 9:33

Allora, ho fatto le prove richieste da Foto Utenteattilio!
La presa elettrica a cui andrà attaccato il trafo-cnc è protetto dal magnetotermico C20 (il secondo).
Abbassando il terzo C10 non succede nulla, è collegato ad altra linea.
Abbassando il salvavita C25 si disalimentano entrambi i magnetotermici compreso quindi quello del trafo-cnc.

Quindi? :D
Devo mettere qualcosa sia sul primario sia sul secondario del trafo?

Attilio scrisse:
ne deriva che se la presa di alimentazione è inserita sul circuito protetto da 1 o 2, sei relativamente tranquillo e per la "protezione" (o per il semplice sezionamento del trasformatore) puoi mettere un C20 o un D16, ma quest'ultimo costa di più e nello specifico caso sarebbe forse sprecato


Va un D16 sul secondario?


Grazie anche a Foto UtenteMike
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

0
voti

[78] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 6 mag 2015, 17:09

quello che metti a monte del trasformatore deve tenere conto della sovracorrente di inserzione

il C20 del quadro va già bene, ma se non vuoi ogni volta inserire o disinserire la spina, il mio suggerimento era per un magnetotermico

quello che invece metti a valle ti serve come protezione dal sovraccarico e non deve logicamente tenere conto della sovracorrente di inserzione (questo oltre all'eventuale differenziale)
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8737
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[79] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 6 mag 2015, 23:21

Mi dai il modello (btcino o ciò che preferisci) da mettere a valle?
Grazie Foto Utenteattilio!

P.s. Per quanto riguarda a monte lascio una normale spina per cui collego quando serve..
Alessandro
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

0
voti

[80] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 7 mag 2015, 22:17

puoi mettere qualsiasi interruttore magnetotermico bipolare che abbia corrente nominale di 10/13 A in curva C, non mi ricordo le sigle a memoria

comunque sia non esiste un solo ed unico modo di fare una adeguata protezione,
a me ad esempio il trasformatore alimentato e poi disconnesso direttamente ed unicamente per mezzo dell'inserimento o del disinserimento della sua spina, non piace granché

saluti
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8737
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 25 ospiti