Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

calcolo linea montante

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[21] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteninus750 » 18 ott 2015, 21:45

Ciao Attilio , pensi che la differenza sia tanta?
Avatar utente
Foto Utenteninus750
0 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 9 ott 2015, 20:34

0
voti

[22] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteninus750 » 18 ott 2015, 21:48

Ciao Attilio, ho provato ad inserire nel calcolo il butilico e sempre 25mm2 mi viene
Avatar utente
Foto Utenteninus750
0 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 9 ott 2015, 20:34

0
voti

[23] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteattilio » 18 ott 2015, 21:50

non è che lo penso io...

in termini di idoneità chimico-fisica in relazione al tipo di posa e in merito alla portata del cavo (maggiore resistenza alle sollecitazioni termiche da effetto Joule) il butilico ha prestazioni ben superiori al cavo isolato in pvc
l'isolamento di cavi come l'FG7 supporta una temperatura di esercizio di una ventina di gradi maggiore rispetto a quella del pvc (90°C contro 70°C se non ricordo male), in proporzione quindi ti consente, a parità di sezione, una portata maggiore
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8737
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[24] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteninus750 » 18 ott 2015, 21:53

Si ma il problema non è la resistenza meccanica o termica in quanto il cavo è sovradimensionato il problema è soltanto di cdt
Avatar utente
Foto Utenteninus750
0 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 9 ott 2015, 20:34

0
voti

[25] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteattilio » 18 ott 2015, 21:56

sì ok, era sottinteso, ti facevo solo notare la discordanza nei dati inseriti rispetto a quanto detto a parole
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8737
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[26] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteninus750 » 18 ott 2015, 21:57

Attilio ha scritto:sì ok, era sottinteso, ti facevo solo notare la discordanza nei dati inseriti rispetto a quanto detto a parole

Invece riguardo al mio quesito che ne pensi?
Avatar utente
Foto Utenteninus750
0 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 9 ott 2015, 20:34

0
voti

[27] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteninus750 » 18 ott 2015, 22:01

Ci vorrebbe una linea stile enel 3x25 e N da 50 mm2[youtube][/youtube]
Avatar utente
Foto Utenteninus750
0 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 9 ott 2015, 20:34

0
voti

[28] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 19 ott 2015, 9:05

Qui stiamo andando sempre più su, la linea è provvisoria giusto?

Il 25 mmq è più indicato se vuoi una bassa caduta di tensione.


Io uso Schneider I-Project ad ogni modo.
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
809 1 3 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 875
Iscritto il: 1 gen 2015, 17:04

0
voti

[29] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteninus750 » 19 ott 2015, 13:02

Ciao atomorama, siamo tutti arrivati alla stessa conclusione. Già il cavo è stato ordinato.P.S. oggi ho misurato la tensione al punto di fornitura, e siamo a 400 V quindi una cdt superiore al 4% va anche bene.
Avatar utente
Foto Utenteninus750
0 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 9 ott 2015, 20:34

1
voti

[30] Re: calcolo linea montante

Messaggioda Foto Utenteattiliovolpe » 19 ott 2015, 13:30

CDT superiore al 4%?

Guarda che il 4% è il massimo ammesso, non hai 400V perché ENEL ha il surplus da vendere, ma le tensioni sono state normalizzate a 400V e 230V (400/1.732=230), non più 380 V e 220 V (380/1.732=220):

"Le linee elettriche sono dimensionate in modo che in ogni condizione di normale funzionamento la caduta di tensione ΔU sia sempre molto contenuta (entro pochi punti percentuali dalla tensione di alimentazione), per garantire che ai carichi siano applicate tensioni che si scostino di poco dalla tensione nominale. La massima caduta di tensione ammissibile è dettata dagli utilizzatori, in particolare:

Lampade ΔU < 4%
Motori ΔU < 10%
Queste condizioni devono essere rispettate soprattutto per le reti BT, in quanto queste sono sprovviste di dispositivi di regolazione della tensione; quindi nel progetto di una linea la ΔU diventa una specifica.

Inoltre la norma CEI 64-8 (Impianti elettrici utilizzatori di bassa tensione, fino a 1000 V in c.a. e a 1500 V in c.c.) consiglia di attestare la caduta di tensione a valori inferiori al 4% della tensione nominale dell'impianto (eccezion fatta per gli impianti di illuminazione esterna per i quali il limite massimo è portato al 5%).

Ci si pone lo scopo di dimensionare una linea elettrica in MT (media tensione ~ U>1000V) e in BT (bassa tensione ~ U=230V o 400V), conoscendo le dislocazione e le potenze dei carichi."
Attilio Volpe
LinkedIn - Facebook
Avatar utente
Foto Utenteattiliovolpe
835 1 5 12
Expert
Expert
 
Messaggi: 155
Iscritto il: 4 nov 2009, 23:44

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 34 ospiti