Pagina 1 di 3

Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 17 apr 2016, 19:33
da atomorama
In seguito a discussione interna allo studio con il quale collaboro sto facendo una ricerca per individuare un software adatto a noi, attualmente ne utilizziamo uno "fatto in casa".

Vorrei avere qualche opinione personale dagli "esperti" del forum: in particolare sono interessato a capire quanto un software riesce ad influenzare la qualità della progettazione.

Grazie a tutti!

:ok:

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 18 apr 2016, 8:23
da Goofy
C'è il quorum? :D
Io uso quello per cui ho votato (Tisystem) perché:
- è possibile mascherare marca e codici degli interruttori;
- ormai sono abituato e di conseguenza più veloce, tanto è vero che stento a passare dalla versione 5 alla 7;
- non 99% dei miei lavori non devo fare calcoli più complessi che in software non fa;
- il restante 1% mi arrangio con la calcolatrice.

Per gli schemi planimetrici uso un cad compatibile dwg economico (progecad)
Per i computi un foglio di calcolo (libreoffice calc)
Per le relazioni ... vorrei scriverle a penna o con la macchina da scrivere, purtroppo non è più possibile e le cappelle da copia-incolla sono sempre in agguato

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 18 apr 2016, 8:37
da iosolo35
Autocad con integrazioni fatte da noi

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 18 apr 2016, 14:13
da blueice80
x atomorama
Secondo me devi specificare meglio cosa cerchi.
Se devi solo disegnare potrebbe bastarti l'autocad...

Io uso la combinata Ampere (per il calcolo delle linee) + Cadelet (per il disegno) e tuttosommato mi ci trovo abbastanza bene.
Ampere è intuitivo e si impara ad usarlo abbastanza in fretta, invece cadelet è decisamente più ostico e
impegnativo.

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 18 apr 2016, 14:44
da atomorama
blueice80 ha scritto:x atomorama
Secondo me devi specificare meglio cosa cerchi.
Se devi solo disegnare potrebbe bastarti l'autocad...

Io uso la combinata Ampere (per il calcolo delle linee) + Cadelet (per il disegno) e tuttosommato mi ci trovo abbastanza bene.
Ampere è intuitivo e si impara ad usarlo abbastanza in fretta, invece cadelet è decisamente più ostico e
impegnativo.



Grazie per le risposte: mi serve qualcosa per dare al committente un livello di progetto elevato.

Attualmente uso Autocad per le planimetrie e I-Project per quadri-unifilare; per i pollai che faccio al momento basta ed avanza...

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 18 apr 2016, 14:44
da Mike
Uso prodotti della electrographics dal 1998, prima Cadelet, ora Elplus + Ampére professional + Sigma e li trovo eccezionali, semplificano e aiutano molto nella progettazione. Chiaramente vale la pena fare l'investimento per lavori di un certo livello e tieni conto che per arrivare a regime devi metterci del tuo per personalizzarlo a tuo uso e consumo.

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 18 apr 2016, 14:46
da atomorama
Mike ha scritto:Uso prodotti della electrographics dal 1998, prima Cadelet, ora Elplus + Ampére professional + Sigma e li trovo eccezionali, semplificano e aiutano molto nella progettazione. Chiaramente vale la pena fare l'investimento per lavori di un certo livello e tieni conto che per arrivare a regime devi metterci del tuo per personalizzarlo a tuo uso e consumo.


Ehehe, di che livello? Ospedali?

:mrgreen:

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 18 apr 2016, 16:11
da Mike
atomorama ha scritto:Ehehe, di che livello? Ospedali?
:mrgreen:


Il livello che: ti pagano e bene :mrgreen:

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 19 apr 2016, 8:28
da atomorama
Mike ha scritto:
atomorama ha scritto:Ehehe, di che livello? Ospedali?
:mrgreen:


Il livello che: ti pagano e bene :mrgreen:



Non il mio allora!

:ok:

Automazione industriale?

Re: Software impianti elettrici civili

MessaggioInviato: 19 apr 2016, 11:50
da Mike
atomorama ha scritto:Automazione industriale?


Intendevo che non c'è un settore specifico, si spazia dal terziario avanzato all'industriale, fino al residenziale di lusso.