Pagina 1 di 2

Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 10:45
da Brugio
Un artigiano ha ideato degli apparecchi di illuminazione così fatti:
Ha preso delle pietre di grosse dimensioni, le ha la scavate sul fronte ed ha inserito un portalampada. Dopodichè ha sigillato la parte anteriore dopo aver messo dei vetri (non ho foto).
Postriormente ha forato la pietra per il passaggio del cavo fino al portalampada.

L'apparecchio è artigianale e non ha nessuna certificazione.

L'impiantista elettrico collega il circuito luce direttamente nel portalampada.

In caso di incidente, dove finisce la responsabilità dell'installatore?

Per me l'installatore poiché si collega direttamente al portalampada è responsabile in caso di incidente, se ci fosse stata una presa e spina invece la sua responsabilità terminava alla presa.

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 11:20
da SerTom
Nel momento in cui ad un portalampada ci metti attorno qualsiasi altra cosa hai realizzato un "apparecchio di illuminazione" e chiunque lo realizza ne è responsabile.
L'elettricista che esegue i collegamenti elettrici sarà poi responsabile della sua parte.

In caso di incidente, la responsabilità dipenderà dalla causa che l'ha provocato e sul relativo responsabile; non escludendo una corresponsabilità se la causa fosse imputabile ad entrambi.

Bye O_/ Ser.Tom

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 11:50
da gabrisav
La responsabilità ricade completamente sull'istallatore, diverso era se la lampada aveva il suo cavo di alimentazione con relativa spina elettrica.
E' lo stasso discorso capiato a me , nel fare un impianto nuovo l'architetto di turno ha voluto un punto di alimentazione dietro gli armadi per installare dei led con relativi driver.
l'impianto di illuminazione l'ha fatto il falegname con i driver nascosti dietro i cassetti, io per non saper ne leggere ne scrivere ho installato dei punti prese incassati e la mia reponsabilità si è fermata alla presa elettrica

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 11:55
da Goofy
Brugio ha scritto:
In caso di incidente, dove finisce la responsabilità dell'installatore?


In caso di incidente si va in mano a giudici, avvocati e consulenti tecnici d'ufficio.

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 12:22
da Mike
Brugio ha scritto:...
L'apparecchio è artigianale e non ha nessuna certificazione.


Non c'è nessun obbligo di legge se non viene immessa nel mercato, non è un prodotto ma un manufatto.

Brugio ha scritto:L'impiantista elettrico collega il circuito luce direttamente nel portalampada.
In caso di incidente, dove finisce la responsabilità dell'installatore?


Installando l'apparecchio artigianale l'installatore ha verificato che era idoneo per gli usi previsti e per l'ambiente di installazione e se ne assume la responsabilità non solo della corretta installazione ma anche del prodotto visto che è privo di marcatura CE e/o certificazioni. Quel prodotto è coperto dalla dichiarazione di conformità e in caso di infortunio ne risponde l'installatore.

Brugio ha scritto:Per me l'installatore poiché si collega direttamente al portalampada è responsabile in caso di incidente, se ci fosse stata una presa e spina invece la sua responsabilità terminava alla presa.


Esattamente, se l'apparecchio avesse la presa a spina l'installatore non è necessario per la sua installazione e di conseguenza la responsabilità passa a chi lo utilizza collegandolo a una presa a spina.

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 18:14
da Brugio
Volevo aggiungere che è un apparecchio che verrà installato all'esterno, in un giardino.

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 18:22
da Brugio
Bene avete confermato i miei dubbi.
... e se volessi verificare che l'apparecchio è idoneo ad essere installato all'esterno cosa dovrei verificare. E come dovrei farlo.
Un progettista o un piccolo l'installatore cosa può fare in questi casi dove un apparecchio gli viene dato da un architetto ?

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 18:39
da Goofy
Brugio ha scritto:Un progettista o un piccolo l'installatore cosa può fare in questi casi dove un apparecchio gli viene dato da un architetto ?


Mi viene in mente:
Verificare la qualità del portalampada e del foro per il passaggio del cavo (che non sia tagliente)
Verificare che il portalampada sia protetto dall'acqua
Verificare che non sia sigillato troppo bene altrimenti rischia di riempirsi di acqua di condensa
Collegare un cavo da esterno con guaina
Controllare che la lampada non abbia una potenza esagerata (senza imbarcarsi in calcoli di dissipazione termica, se c'è una LED da 10 W magna tranquillo)
Il pericolo principale credo possa essere quello di tagliarsi se si rompe il vetro.

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 2 lug 2016, 19:00
da 6367
Anche io consiglio lampadine a led: costano ormai poco e non scaldano tanto.

Re: Limite impianto elettrico - apparecchi illuminazione

MessaggioInviato: 3 lug 2016, 8:32
da Brugio
Lampade a Led gia previste. alimentazione a 230Vac