Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Differenziali di tipo B

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

2
voti

[11] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 5 apr 2018, 13:56

Danielex ha scritto:
atomorama ha scritto:Inoltre tutti i differenziali a monte dovrebbero essere di tipo B


perché?


Si veda la Norma CEI EN 50178: “Apparecchiature elettroniche da utilizzare negli impianti di potenza”, art. 5.3.2.3.
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
799 1 3 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 875
Iscritto il: 1 gen 2015, 17:04

1
voti

[12] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 5 apr 2018, 13:56

6367 ha scritto:
atomorama ha scritto:La domanda è: ne avete mai visto montato uno in vita vostra?


Tantissimi, e più vai al nord (Europa) più ne vedi.


Io son di Trento e non ne vedo mai: forse a Bolzano ce n'è qualcuno in più!

:mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
799 1 3 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 875
Iscritto il: 1 gen 2015, 17:04

0
voti

[13] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto Utente6367 » 5 apr 2018, 14:03

atomorama ha scritto:Si veda la Norma CEI EN 50178: “Apparecchiature elettroniche da utilizzare negli impianti di potenza”, art. 5.3.2.3.



Esatto: anche la CEI EN 62477-1.
Avatar utente
Foto Utente6367
17,6k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5770
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[14] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 5 apr 2018, 14:08

Partendo dal fatto che ogni centrale termica ha pompe con inverter (lo richiedono la Magna3 e la TPE della Grundfos), ne discende che dovrei installare differenziali di tipo B o B+ sia nel quadro CT che in tutti quelli a monte: circa 600 € e rotti in più a quadro!

?%
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
799 1 3 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 875
Iscritto il: 1 gen 2015, 17:04

0
voti

[15] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 5 apr 2018, 14:19

atomorama ha scritto:Si veda la Norma CEI EN 50178: “Apparecchiature elettroniche da utilizzare negli impianti di potenza”, art. 5.3.2.3.


Non conoscevo la Norma, grazie della segnalazione!

Effettivamente nella figura A3 della Norma è riportato un differenziale di tipo B collegato a monte di tutti gli altri differenziali.

Ma ha senso questa prescrizione?
Ricordo alcuni anni fa, ad un corso per la progettazione di impianti fotovoltaici, feci al docente una domanda:
"ma sto benedetto differenziale di tipo B, lo devo prevedere eventualmente solo a protezione dell'inverter oppure su tutto l'impianto, cioè, quello a monte selettivo deve essere anch'esso di tipo B?"

Risposta:
grosse risate da parte di tutti (la risposta è poi stata un secco no).

P.S.
lasciamo perdere il fatto che poi i costruttori di inverter si sono adeguati e hanno risolto il problema da sè, quindi niente tipo B.

O_/
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.664 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2266
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[16] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto Utente6367 » 5 apr 2018, 14:21

Danielex ha scritto:Ma ha senso questa prescrizione?


Sì.

Se ti aspetti una elevata dispersione DC (oltre 6 mA), questa può impedire il funzionamento di un differenziale di tipo A o di tipo F.
Se non ti aspetti una elevata dispersione DC, il differenziale di tipo B non serve.
Avatar utente
Foto Utente6367
17,6k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5770
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[17] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 5 apr 2018, 14:35

Però se io installo il differenziale tipo B a protezione dell'utenza che cosa me ne faccio del tipo B anche a monte?

Forse perché l'utenza potrebbe essere soggetta ad una dispersione di corrente con valore <1/2 corrente nominale (15mA) pertanto il differenziale non interviene.
Questa corrente potrebbe andare a sommarsi, a monte, ad eventuali correnti disperse da altre apparecchiature, rendendo però inefficace un interruttore differenziale di tipo A o AC, il quale non sarebbe in grado di rilevare la corrente con componente continua.

Sto ragionando mentre scrivo, è questa la spiegazione?
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.664 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2266
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

1
voti

[18] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto UtenteMike » 5 apr 2018, 15:46

Non ho capito. Se installo un differenziale di tipo B a valle direttamente per proteggere l'utenza (per esempio pompa ad inverter) perché dovrei installare anche un differenziale di tipo B a monte?
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,2k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14111
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[19] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 5 apr 2018, 16:33

"Considerando che gli interruttori differenziali di tipo B sono impiegati in presenza di carichi in grado di provocare correnti di guasto anche di tipo continuo, nella progettazione dell’impianto elettrico è necessario che altri eventuali interruttori differenziali installati a monte di un interruttore di tipo B, attraversati dalla medesima corrente di guasto, siano anch’essi di tipo B. Questo perché le eventuali dispersioni continue pregiudicherebbero il corretto funzionamento dei differenziali a monte di tipo AC, A o F, non idonei in caso di correnti differenziali continue. Infatti, anche se l’interruttore differenziale di tipo B protegge dalle correnti di guasto continue, il valore d’intervento (per esempio, 60 mA per un interruttore con I∆n = 30 mA) è sufficientemente elevato per compromettere il regolare funzionamento di un altro interruttore non di tipo B. È, quindi, necessario derivare l’alimentazione del differenziale di tipo B a monte di eventuali interruttori differenziali di tipo diverso, oppure, se è necessario il differenziale a monte, scegliere anche per questo un tipo B."
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
799 1 3 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 875
Iscritto il: 1 gen 2015, 17:04

0
voti

[20] Re: Differenziali di tipo B

Messaggioda Foto UtenteMike » 6 apr 2018, 9:24

atomorama ha scritto: Infatti, anche se l’interruttore differenziale di tipo B protegge dalle correnti di guasto continue, il valore d’intervento (per esempio, 60 mA per un interruttore con I∆n = 30 mA) è sufficientemente elevato per compromettere il regolare funzionamento di un altro interruttore non di tipo B.

Ok, questo l'avevo intuito. Gentilmente mi dai il riferimento normativo da cui è stato estratto questo? Quello che non ho capito è se questa scelta viene relegata al progettista che a sua volta di basa su dati concreti, come per esempio la corrente di guasto in corrente continua dichiarata dal costruttore/produttore, oppure va fatta di default.
atomorama ha scritto:
È, quindi, necessario derivare l’alimentazione del differenziale di tipo B a monte di eventuali interruttori differenziali di tipo diverso, oppure, se è necessario il differenziale a monte, scegliere anche per questo un tipo B."

Ecco, questo è il punto che mi interessa. Nella maggioranza dei casi nei sistemi TT piccola industria o terziario, il DG comprende anche un differenziale tarato a 1A/1s che mi garantisce il coordinamento delle protezioni dai contatti indiretti di ultima istanza e una ottima selettività con i dispositivi differenziali a valle. Quello che vorrei capire è se ho delle utenze a valle protette da differenziali di tipo B sono obbligato ad installare un DG con differenziale di tipo B.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,2k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14111
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 36 ospiti