Pagina 1 di 1

È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomestico?

MessaggioInviato: 6 feb 2019, 22:25
da Bencio
Esiste il modo di limitare l'assorbimento di un elettrodomestico, nello specifico una pompa di calore o una piastra ad induzione ad un certo valore di watt o di Ampere. In modo tale che l'elettrodomestico possa continuare a funzionare senza oltrepassare un certo valore, inferiore ovviamente alla potenza impegnata con la fornitura elettrica.

Re: È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomesti

MessaggioInviato: 7 feb 2019, 1:22
da claudiocedrone
A meno che nell'elettrodomestico stesso non sia prevista appositamente una qualche modalità di funzionamento a potenza ridotta la risposta è no.

Re: È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomesti

MessaggioInviato: 7 feb 2019, 9:37
da PietroBaima
Bencio ha scritto:ad un certo valore di watt o di Ampere.

"ad un certo valore di potenza o corrente."

Grammatica tecnica by Foto Utenteadmin

Re: È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomesti

MessaggioInviato: 7 feb 2019, 9:45
da MarcoD
accendilo a intermittenza 2 minuti on, 2 minuti off !!
Mi pare che Il contatore enel scatti su una media di assorbimento calcolata su 10 minuti.
Però è meglio non farlo !!!

Re: È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomesti

MessaggioInviato: 7 feb 2019, 15:32
da Bencio
Grazie a tutti per le risposte, anche quella di Marco che ovviamente non è consigliabile con pompe di calore inverter (ma neanche con quelle on-off).
L'unica opzione potrebbe essere la funzionalità notturna, quando credo che diminuiscano le potenze ed il livello di intensità delle ventole e del rumore.
Vi chiedo un ulteriore info. con un contratto da 6 kW si può assorbire fino da 6,6 kW a 8kw per 180 minuti?
Da un punto di vista elettrico, non normativo, cosa succede se si accoppiano i due cavi del positivo di due pod e i cavi del negativo? Le potenze disponibili (6 kW una 3 kW l'altra) si sommano oppure salta tutto?

Re: È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomesti

MessaggioInviato: 7 feb 2019, 15:52
da paolo a m
Bencio ha scritto:si sommano oppure salta tutto?

Le utenze monofase sono derivate dalla distribuzione trifase. Mettendo in parellelo due utenze è possibile, anzi molto probabile, che si mettano in corto due fasi diverse. Il risultato un bel botto.
Questo al netto degli aspetti contrattuali e legali.

Re: È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomesti

MessaggioInviato: 7 feb 2019, 15:58
da magoxax
Vi chiedo un ulteriore info. con un contratto da 6 kW si può assorbire fino da 6,6 kW a 8kw per 180 minuti?

A meno che non mi sia perso qualcosa l'esubero di 1/3 vale per 90 minuti non per 180.

Da un punto di vista elettrico, non normativo, cosa succede se si accoppiano i due cavi del positivo di due pod e i cavi del negativo? Le potenze disponibili (6 kW una 3 kW l'altra) si sommano oppure salta tutto?

Tanto per essere chiari:
NON AZZARDARTI A FARE QUELLO CHE HAI SCRITTO, RISCHI DI RIMANERCI SECCO.
(Volutamente urlato)

Re: È possibile limitare l'assorbimento di un elettrodomesti

MessaggioInviato: 7 feb 2019, 16:18
da Bencio
Grazie per l'avvertimento, mi era arrivata voce su tale rischio tant'è che era una delle risposte che avevo anticipato.
Tale soluzione forse potrebbe andare bene se i due contatori fossero entrambi trifase, nell'ipotesi di accoppiare le tre fasi giuste.
Riguardo al tempo massimo, i vecchi contatori da 3 kW potevano arrivare a 4kw per 180 minuti (scritto nell'opuscolo enel), quelli nuovi non ho certezze.