Pagina 1 di 2

obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 12:22
da ithanith
Buongiorno, come da titolo chiunque abbia una risposta plausibile e non contraddittoria come le decine e decine che ho letto per piacere faccia chiarezza. Per un impianto ove è installato un contatore con potenza contrattuale di 6 kW ( che poi sono 6,6 per il 10% in più) il progetto è obbligatorio o no? Se il contatore fosse di 10 kW è ovvio di sì ma se il contatore è di 6? Grazie in anticipo a chiunque voglia aiutarmi.

Re: Chiamatemi scemo ma ancora non capisco

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 12:24
da PietroBaima
Ah, le grandi domande che l’uomo rivolge alla Natura...

Cerca di mettere dei titoli significativi e non fare premesse inutili che potrebbero indisporre chi vuole risponderti.

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 13:30
da Goofy
Quali contraddizioni, lette dove?
E' tutto regolato dal DM 37/2008, art.5 dove c'è chiaramente scritto "potenza impegnata (*) superiore a 6 kW"
Non c'è scritto potenza disponibile, o potenza istantanea, o potenza media su una settimana nei mesi pari degli anni bisestili.

(*) Visto che quando si installa l'impianto di solito non ci sono ancora il contatore e il contratto, va inteso come "potenza massima impegnabile" come indicato nel modello della dichiarazione di conformità

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 21:20
da ithanith
Perdonami ma sono duro di comprendonio.. vuol dire che se a valle del contatore ad esempio monofase installo un quadro con un generale da 32 ampere che senza stare a far calcoli di potenza reattiva ecc mi consente di prelevare dalla rete 7360 watt allora serve il progetto mentre se installo un 25 ampere che di watt me ne restituisce 5750 allora non serve?

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 2 mag 2019, 7:28
da Goofy
Il valore decisivo è quello indicato nella dichiarazione di conformità alla voce "potenza massima impegnabile"
Se dichiari 6 kW non serve il progetto e l'azienda elettrica non dovrebbe concedere aumenti di potenza impegnata sopra quel valore.
Se li concede poi sono problemi loro, non tuoi.

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 2 mag 2019, 8:13
da Giuliano58
Goofy ha scritto:Il valore decisivo è quello indicato nella dichiarazione di conformità alla voce "potenza massima impegnabile"
Se dichiari 6 kW non serve il progetto e l'azienda elettrica non dovrebbe concedere aumenti di potenza impegnata sopra quel valore.
Se li concede poi sono problemi loro, non tuoi.


Sono completamente d'accordo con questa affermazione.
Infatti in un caso, per mia distrazione, ho indicato in una DICO: "potenza impregnabile 6,6 kW". Il Tecnico del comune mi ha contestato la mancanza del progetto dal professionista

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 2 mag 2019, 9:26
da lillo
prima di andare OT per colpa mia, ovviamente vale quanto scritto da Foto UtenteGoofy in [3] e [5]. Amen.
giusto o sbagliato che sia, ne possiamo parlare.


per usare un termine del grande prof. Carrescia, continuo a ritenere che alcuni punti della 37/08 vi sia stata dabbenaggine da parte del legislatore.
e questo della potenza, dei limiti, della superficie, delle lampade fluorescenti a catodo freddo, degli impianti all'interno o all'esterno e compagnia bella è uno di quei punti di cui si farebbe tranquillamente a meno.
segnalo a proposito un interessante articolo pubblicato dalla ACCA nel suo giornale dell'Ingegnere nel numero di Aprile.
allego l'estratto del pdf quasi certo di non fare nulla di male:
Il_Giornale_dellIngegnere_n.3_aprile_.pdf
(163.71 KiB) Scaricato 40 volte

se vi va potremmo aprire un confronto.

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 2 mag 2019, 12:05
da Redlight
Per eliminare questo tipo di dubbi, molto comune, ed anche per sensibilizzare di più sulla sicurezza, sarebbe necessaria una norma in cui sia prevista la consegna della DICO al distributore di energia (oltre al progetto del tecnico se obbligatorio), per poter ottenere l'allaccio. In sostanza prima consegni DICO o DIRI (ed eventuale progetto) e solo dopo ti faccio l'allaccio.

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 2 mag 2019, 13:13
da Goofy
E' già previsto dal DM 37/2008: se non si manda la dichiarazione di conformità viene sospesa la fornitura.

Re: obbligo progetto redatto da professionista

MessaggioInviato: 2 mag 2019, 15:30
da Redlight
Goofy ha scritto:E' già previsto dal DM 37/2008: se non si manda la dichiarazione di conformità viene sospesa la fornitura.


Si sulla carta è scritto, ma non mi sembra che in realtà la norma si rispetti molto o quantomeno in tempi brevi. Conosco situazioni in cui dopo quasi un anno dall'allaccio, l'elettricità continua ad essere fornita anche senza aver trasmesso la DICO. Ecco perché sarebbe meglio chiedere i documenti prima.