Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

BYPASS E DEFINIZIONE DI POTENZA TECNICAMENTE PRELEVABILE

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[31] Re: BYPASS E DEFINIZIONE DI POTENZA TECNICAMENTE PRELEVABILE

Messaggioda Foto UtenteElectron » 25 feb 2020, 16:16

GDM ha scritto:Buongiorno, premetto che sono nuovo e che quindi non ho la certezza che la mia domanda sia pertinente al resto degli argomenti trattati, ma ci provo ugualmente.
Sono stato nominato CTU per un contenzioso civile, dove l'oggetto del contendere è il pagamento di una fattura da emessa da enel, a seguito di allaccio abusivo tramite bypass, direttamente alla rete. Il quesito a cui devo rispondere è il seguente: accerti e verifichi, previo sopralluogo ed in base alla documentazione in atti, la corrispondenza dell'energia elettrica consumata dall'opponente a quella fatturata da ENEL.
l'allaccio diretto è stato effettuato con 4 conduttori di sezione 6.
Il contratto per la fornitura, regolare, è da 10 kW - 380 V - trifase (casa con ampio giardino e piscina).
la domanda che vi porgo è questa:
considerati i 4 conduttori del bypass, devo considerare il massimo prelevabile da ogni conduttore (considerata la sezione considererei 10 kW per ognuno) o devo considerare un potenza tecnicamente prelevabile 10 kW - trifase totali?
inoltre ogni fase, a detta di ENEL può prelevare solo il 40% della portata massima, ma questo solo in presenza di contatore o anche con allaccio diretto?
Vi chiedo gentilmente di aiutarmi nel modo più chiaro possibile.
Grazie anticipatamente.


Mi trovo anch'io in una situazione simile alla tua, con la differenza che nel mio caso si tratta di un'attività commerciale oramai cessata da oltre 3 anni (quindi senza possibilità di fare una valutazione dei carichi degli utilizzatori presenti, in quanto oggi i locali ospitano un'altra tipologia di attività).
Anche nel mio caso ENEL ha fatto la sua stima in base alla ricostruzione dei consumi di energia con riferimento alla portata del cavo di by-pass del contatore (4x6 mmq).
Tu, alla fine, su quale criterio ti sei basato per quantificare i consumi da inserire nella tua relazione di CTU?
Avatar utente
Foto UtenteElectron
8 1 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 29 giu 2007, 11:09

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti