Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Progettazione impianti Media/Alta tensione

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto UtenteMike, Foto Utentesebago

4
voti

[11] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto Utentefpalone » 7 nov 2019, 19:46

Salve Foto Utenteandreadantoni95,
se il 95 è la tua data di nascita, vuol dire che sei un giovane ingegnere desideroso di continuare la sua formazione! Ottimo :ok:

Visto che il focus della tua attività sembra essere le stazioni (e non le linee), ti consiglio il green book CIGRE "Substation", che è un manuale molto generale ed autoconsistente.
Se la tua azienda ha voglia di investire sulla tua formazione non dovrebbe avere problemi a comprartelo.
(consiglio: ti conviene iscriverti al CIGRE e comprarlo a prezzo ridotto, risparmi rispetto al prezzo pieno ed hai accesso a tutta la bibliografia CIGRE).
Sempre in ambito CIGRE, cercando "substations" sul portale di ricerca, ottieni oltre 50 risultati tra le sole brochures.

Tra questi ti segnalo:

- 740 Contemporary design of low cost substations in developing countries
- 439 Turnkey Substations
- 380 The impact of new functionality on substation design
- 354 Guidelines to Cost Reduction of Air Insulated Substations
- 300 Guidelines to an optimized approach to the renewal of existing air insulated substations
- 161 General guidelines for the design of outdoor AC substations. (2nd version)
- 069 General guidelines for the design of outdoor AC substations.

Altro testo molto generale, di facile reperibilità, è "electric power substations engineering della CRC press".


Se vuoi dare un'occhiata a cosa fanno oltreoceano, dai un'occhiata anche a questo documento dell'USDA:
"Design Guide for Rural Substations"
https://www.rd.usda.gov/files/UEP_Bulle ... 4E-300.pdf


Come ti hanno detto, sarà importante almeno quanto i libri, l'esperienza che riesci a carpire da colleghi, fornitori, concorrenti. Ne sia esempio il fatto di cui sicuramente ti accorgerai: una guida di tuttonormel non è che l'inizio per acquisire le competenze sulle cabine secondarie!
Un altro consiglio ad un "giovanissimo ingegnere" è quindi quello di sbirciare, tra i documenti di autorizzazione che trovi sul portale del ministero dell'ambiente, quello che fa la concorrenza.
Esaminando le liste di progetti in autorizzazione potrai vedere tante soluzioni tecniche, alcune più buone di altre, ma vale comunque la pena vederle (sopratutto se lavori in una realtà medio-piccola ed hai poche possibilità di vedere qualcosa di diverso dal routinario) .
Avatar utente
Foto Utentefpalone
13,6k 5 7 11
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2625
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[12] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto Utentealbertagort » 7 nov 2019, 20:11

Comunque un perito con decine di anni di esperienza ha un bagaglio di conoscenze che non è confrontabile con qualsiasi "neo ingegnere", come lo sono io. Massimo dei voti o meno.
Avatar utente
Foto Utentealbertagort
478 4 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 267
Iscritto il: 30 set 2013, 18:34

2
voti

[13] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto Utenteandreadantoni95 » 14 nov 2019, 13:11

Salve Foto Utentefpalone ,
si è la mia età! :D

Grazie mille per tutto il materiale che mi stai fornendo, in questi giorni mi sto dedicando alla progettazione realizzazione e poi vedrò anche la produzione di cabine di media 24kV e 36kV quindi sto cercando di carpire tutto ciò che posso e devo dire che mi sto arricchendo parecchio sia al livello ingegneristico sia a livello "manageriale" dato che mi occupo anche di contattare i fornitori, valutare le offerte, combinare i costi ed ottenere così il costo, il prezzo di vendita (verificando quello che il contratto ha stabilito etc.) quindi devo dire che sono piuttosto contento di affrontare questa sfida!

Sicuramente da "quadristi" stazioni, sottostazioni etc. sono molto più il linea con il know-how aziendale quindi grazie infinitamente dei consigli e del materiale che mi stai fornendo, parlerò con il mio manager per il CIGRE e se non vorrà allora lo farò privatamente, il primo che deve investire su di me sono IO!

Grazie infinitamente

albertagort ha scritto:Comunque un perito con decine di anni di esperienza ha un bagaglio di conoscenze che non è confrontabile con qualsiasi "neo ingegnere", come lo sono io. Massimo dei voti o meno.


Posso essere d'accordo in parte perché la pratica può essere anche forviante e l'ho constatato in questi primi 8 mesi qui in azienda apportando diverse migliorie, dove la pratica aveva portato ad ottimizzazioni errate nate da concetti errati dettati dal campo! Ciò non toglie che la teoria va sempre applicata e contestualizzata!
Avatar utente
Foto Utenteandreadantoni95
100 1 4
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 ott 2019, 11:32

1
voti

[14] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto UtenteAria » 14 nov 2019, 22:03

Fai un lavoro abbastanza ampio, saprai un po' di tutto ed un po' di niente ma non sarai uno specialista in niente.
Sono scelte lavorative.
Progettare in che senso? A che livello di dettaglio?
Fai i basic e allinei le offerte tecniche? Compri i pezzi più grossi da subfornitori e coordini ingegneria esterna? Fai le specifiche? Definisci package?
Vuol dire tutto e niente progettare.
Mi interesserebbe sapere quali migliorie hai apportato, se possibile senza polemica, giusto per capire il tuo livello e/o quello dei tuoi colleghi/società per cui lavori e sopratutto in che ambito.
Le migliorie sono finalizzate al miglioramento della tecnica degli impianti o alla riduzione dei costi?
È chiaro che l'approccio supportato dalla teoria e dal metodo che potrebbe avere un ingegnere dovrebbe essere superiore a quello di un perito con esperienza che fa tutto a spanne. Ma questo dipende in che ambito.
Non è detto che se uno diventa vecchio diventi saggio ma sicuramente con il passare degli anni l'approccio alle problematiche cambia in maniera meno istintiva.
Avatar utente
Foto UtenteAria
241 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 6 lug 2019, 8:53

3
voti

[15] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto Utentealbertagort » 14 nov 2019, 22:23

Occhio che da come scrivi stai peccando un pó di supponenza. Ne ho conosciuti diversi, anche discretamente capaci, che avevano il tuo atteggiamento e purtroppo finiscono con il risultare antipatici all interno delle aziende. Non metto in dubbio le tue conoscenze teoriche ma applicarle al mondo dell'Industria non è così facile.
Io, pur essendo "studiato" ho sempre cercato di mantenere un profilo basso di fronte agli altri, soprattutto se hanno esperienza. Non c'è niente di più umiliante di sentire discorsi del tipo " studiano tanto e dopo non sono capaci di attaccare due fili insieme".
Alcuni colleghi si sono divertiti quando ho detto la frase" voi dovete partire dal presupposto che io non so un c. "
Le cose le devi dimostrare con i fatti ma senza farlo notare. Saranno gli altri che le noteranno.
Avatar utente
Foto Utentealbertagort
478 4 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 267
Iscritto il: 30 set 2013, 18:34

0
voti

[16] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 nov 2019, 10:21

La competenza non è l'acquisizione di un titolo di studio, la competenza si acquisisce con la pratica e per acquisirla ci vuole esperienza. Fine del palo.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14293
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[17] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto Utenteandreadantoni95 » 15 nov 2019, 11:37

Salve Foto UtenteAria,
Non ho interesse nel diventare uno specialista di "qualcosa" in questo periodo della mia vita ma piuttosto mi piace l'idea di poter vedere quante più parti possibili del progetto. Abbiamo una sezione di disegno elettrico che si occupa di tutta la parte di schema io mi occupo poi di controllare la correttezza e la coerenza degli schemi, il coordinamento delle protezioni, dei cavi, l'anali dei carichi. Mi interfaccio con uno studio di ingegneria esterna solamente in caso di calcoli strutturali perché non abbiamo personale in grado di svolgerli.

Aria ha scritto: Mi interesserebbe sapere quali migliorie hai apportato, se possibile senza polemica, giusto per capire il tuo livello e/o quello dei tuoi colleghi/società per cui lavori e sopratutto in che ambito.


Nascendo quadristi il core business rimane comunque la progettazione e realizzazione di quadri di media tensione, in questo ambito mi sono occupato delle prove di tipo per la certificazione delle specifiche presso il CESI, ho quindi curato sia la parte economica che la parte di campo assistendo a tutte le prove e elaborando poi le eventuali modifiche da fare al volo per ottenere i rating che ci eravamo prefissati (è stata questa la parte più difficile perché il problema si poteva presentare in qualsiasi momento e dovevamo risolverlo in poche ore). Svolgo calcoli sulla portata del rame all'interno dei nostri quadri, calcoli di corto circuito sempre sul condotto di sbarre principale (CEI 11-26) in condizioni comunque differenti da quelle di norma. Questo mi ha permesso di individuare sezioni più idonee e accorgimenti "strutturali" da apportare a seconda dei rating termici e di corto, mentre prima tutto veniva fatto da un perito che applicava la norma e dimensionava tramite un vecchio catalogo di costruttori di sbarre. Oltre a questo mi sono occupato dello sviluppo di un nuovo prodotto che è il quadro di stringa fotovoltaico, con e senza controllo, nelle sue taglie canoniche 8-16-32 canali. Per quanto il quadro sia tecnicamente banale ha già portato diversi contratti e opportunità lavorative e quindi rivendico con fierezza questa mia "creazione". Queste sono le migliorie tecniche apportate fin ora, ma si punta sempre a migliorare ancora di più.

Spero di essere stato esaustivo nel rispondere alle tue domande :-)

Salve Foto Utentealbertagort,
non mi sento arrogante nell'affermare che ho una certa preparazione, sicuramente abbiamo caratteri diversi perché io non mi farei dare del c. o mi farei dire "non sai mettere due fili insieme" perché il mio mestiere è differente e superiore a livello intellettuale oggettivamente. Se il pretendere rispetto per me come persona e per il mio percorso è vista come arroganza non ho problemi ad essere arrogante. Non ho interesse ad essere simpatico perdendo i miei valori o tenendo il profilo basso, come se mi dovessi vergognare di chi sono e del mio percorso, io ne vado fiero e tengo moltissimo al rispetto e lo pretendo per cui lo scherzo è ben accetto e sono il primo a volerlo ma ci sono modi e modi, tempi e tempi, luoghi e luoghi. Tutti i giorni scendo in produzione durante la pausa e osservo ed imparo da chi collauda, da chi monta, da chi taglia e piega il rame, da chi cabla e non ho mai avuto mezza discussione con nessuno in 8 mesi. Magari non siamo diventati migliori amici ma c'è rispetto e collaborazione e per me conta questo. Spero di aver espresso il mio pensiero al meglio :-) Ci tengo anche a dire che non ti sto attaccando ne giudicando ma sto esprimendo il mio punto di vista, se i riferimenti a ciò che dici nel tuo post non sono stati colti correttamente ti prego di dirmelo!

Salve Foto UtenteMike,
mi trovi perfettamente d'accordo! Per questo dico che solo la commistione di pratica e teoria da la competenza. Ma senza la conoscenza c'è pratica ma non competenza ne padronanza. Quindi si la competenza si acquisisce con il tempo, la pratica e lo "scontro" con il mondo reale ma con la teoria alle spalle, senza rimane pratica fallace che conduce ad errori che chiamo "a spanne". (non so cosa significhi fine del palo, non si usa dalle mie parti quindi per evitare di sbagliare non rispondo se non con un sorriso! :lol: )

Grazie come sempre a tutti per l'impegno nell'aiutarmi in questo mio percorso di formazione e nei consigli, che posso poi giudicare positivamente o negativamente magari, ma che sono sempre ben accetti e dei quali vi ringrazio perché so che scaturiscono dalla voglia di aiutare!
Avatar utente
Foto Utenteandreadantoni95
100 1 4
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 ott 2019, 11:32

0
voti

[18] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 nov 2019, 12:35

andreadantoni95 ha scritto:mi trovi perfettamente d'accordo! Per questo dico che solo la commistione di pratica e teoria da la competenza. Ma senza la conoscenza c'è pratica ma non competenza ne padronanza. Quindi si la competenza si acquisisce con il tempo, la pratica e lo "scontro" con il mondo reale ma con la teoria alle spalle, senza rimane pratica fallace che conduce ad errori che chiamo "a spanne".


Certo, la conoscenza è fondamentale, ti permette di limitare gli errori e raggiungere prima il risultato. L'ho scritto nella mia firma:

"Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)" :mrgreen:

andreadantoni95 ha scritto: (non so cosa significhi fine del palo, non si usa dalle mie parti quindi per evitare di sbagliare non rispondo se non con un sorriso! :lol: )


E' un detto che si rifà all'ippica dove il palo indica l'inizio e la fine del percorso. Da qui "fine del palo", fine della discussione, in questo caso speciosa.
Non giudico le persone per il pezzo di carta o l'appartenenza a qualche ordine professionale, infatti sono per l'abrogazione del valore legale del titolo di studio e l'abolizione degli ordini professionali, compreso quello a cui appartengo.
Giudico le persone solo in base a quello che fanno e ai risultati che ottengono, questa è l'unica cosa che conta.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14293
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[19] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto Utenteandreadantoni95 » 15 nov 2019, 13:05

Mike ha scritto:Giudico le persone solo in base a quello che fanno e ai risultati che ottengono, questa è l'unica cosa che conta.

Siamo in due allora! :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteandreadantoni95
100 1 4
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 ott 2019, 11:32

0
voti

[20] Re: Progettazione impianti Media/Alta tensione

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 nov 2019, 13:37

andreadantoni95 ha scritto:Siamo in due allora! :mrgreen:

Fortunatamente siamo di più di quello che si pensi, ma gli altri fanno più casino :ok:
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14293
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 59 ospiti