Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

misurare una portata

Sensori, trasduttori, regolatori...

Moderatore: Foto UtenteDirtyDeeds

1
voti

[1] misurare una portata

Messaggioda Foto Utentelcua31989 » 11 mar 2017, 0:32

Buonasera a tutti,

Come si può misurare una portata senza utilizzare un misuratore ad elica?

E' possibile utilizzare dei sensori particolari che sentono il passaggio del fluido da un punto A ad un punto B di un tubo sapendo lunghezza, diametro calcolandone così il tempo che impiega il fluido a raggiungere B partendo da A? Che tipo di sensori potrei usare?

Grazie a tutti
Avatar utente
Foto Utentelcua31989
53 1 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 28 nov 2012, 23:37

1
voti

[2] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto Utenteboiler » 11 mar 2017, 0:58

Di misuratori di portata non meccanici ce ne sono di diversi tipi. I tipi piú comuni sono quelli a effetto Coriolis, magnetici, termici e a ultrasuoni. Questi ultimi fanno esattamente quello che descrivi tu.

Il tipo migliore dipende da diversi fattori: tipo di liquido, tipo di tubo, portata...

Di solito il primo criterio di scelta è la portata:
- nanolitri :shock: al minuto --> Sensirion
- litri al minuto --> Bronkhorst
- 50'000 litri al secondo :cool: --> Endress+Hauser

Se ci dici cosa vuoi fare, vediamo di approfondire.

Ciao, Boiler

P.S.: argomento spostato in "Sensoristica"
Avatar utente
Foto Utenteboiler
13,0k 4 6 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2163
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

1
voti

[3] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto Utentemir » 11 mar 2017, 10:27

La portata di un fluido, rappresenta la quantità di fluido (Q) che attraversa una determinata sezione (A) di una tubazione nell'unità di tempo; considerando come fluido un liquido, un gas o vapore.
La portata può essere divisa in due categorie, di tipo volumetrica (Qv), o di massa, o peso (Qm).

La portata volumetrica Qv, vale : Qv=A\cdot V, con A l'area della sezione di passaggio in (m^{2}) e con V la velocità media di efflusso del fluido in (m/s). Le sue unità di misura sono m^{3}/s,m^{3}/h,L/h.
La portata in massica Qm, vale : Qm=A\cdot V\cdot \rho, dove \rho rappresenta la densità di flusso (kg/m^{3}).Le unità di misura sono kg/h,kg/s.
C'è poi la portata volumica riferita, Qn , utilizzata per i gas,data dal rapporto fra il volume di gas normalizzato e l'unità di tempo. La sua unità di misura Nm^{3}/h, NL/h. Le caratteristiche del gas normalizzato a cui si riferisce questa unità di misura sono la pressione di 1,013 bar (760 mm hg) e la temperatura di 273 °C.
Relativamente alle due categorie di portata, Volume e Peso i sistemi di misura più diffusi sono:
Portata in Volume=
-tubi di Pilot
-a vortici
-a turbina
-sonici
-con dispositivo di strozzamento
-ad area variabile
-elettromagnetici
Portata in peso=
-ad effetto Coriolis
-Termici.
C'è l'imbarazzo della scelta,fatte le debite considerazioni/valutazioni, di misura, installazione, elemento da misurare e costo.
Avatar utente
Foto Utentemir
56,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19323
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[4] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto Utentelcua31989 » 11 mar 2017, 15:13

Ciao Boiler,

purtroppo per politiche aziendali non posso descriverti cosa fa la macchina, ma posso dirti qualcosa in più.

Il prodotto è vernice miscelata con un altro prodotto di solito catalizzatore. Sui due rami indipendenti colore e catalizzatore ho già dei misuratori di portata meccanici. Il problema è che quando si incontrano i due prodotti e si miscela, in uscita non ho un controllo di portata devo affidarmi ai due misuratori precedenti. Tieni conto che la vernice può essere più o meno viscosa dipende dall'applicazione. Io devo fare un controllo di portata in uscita ma non vogliono usare un ulteriore misuratore meccanici causa costi troppo alti. Mi era venuto in mente quella soluzione che avevo chiesto nel primo thread ma non ho la più pallida idea di che hardware mettere. Tieni conto che generalmente le portate vengono espresse tutte in L/sec.

Spero che ti sia tutto più chiaro :)

Che tipo di sensori consigli? Io pensavo con l'ultrasuono. L'ultrasuono va bene per qualsiasi prodotto? Tu cosa consigli??

Grazie
Avatar utente
Foto Utentelcua31989
53 1 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 28 nov 2012, 23:37

1
voti

[5] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto UtenteBrianz » 11 mar 2017, 15:33

Domanda:

hai due flussi di cui sai la portata singola. Si miscelano ed escono da un unico condotto.
Esiste un motivo per il quale la quantità in uscita dovrebbe differire dalla somma delle quantità in ingresso?
Avatar utente
Foto UtenteBrianz
5.823 5 10
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 891
Iscritto il: 24 mar 2016, 11:27

0
voti

[6] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto Utentelcua31989 » 11 mar 2017, 16:56

Ciao a tutti,

Brianz ha scritto:Domanda:

hai due flussi di cui sai la portata singola. Si miscelano ed escono da un unico condotto.
Esiste un motivo per il quale la quantità in uscita dovrebbe differire dalla somma delle quantità in ingresso?


Il motivo è che il miscelato va alle pistole che possono distare per diversi metri.

UtenteCancellato ha scritto:il fluido è conduttivo ?

se si il meglio su liquidi è sempre il magnetico


Il fluido può o non può essere conduttivo dipende dal tipo di prodotto. Quindi se ho capito bene se i liquidi sono conduttivi è meglio usare il magnetico, se no l'ultrasuono? Non esiste un sensore che possa fare entrambi?

Grazie
Avatar utente
Foto Utentelcua31989
53 1 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 167
Iscritto il: 28 nov 2012, 23:37

0
voti

[7] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto Utenteboiler » 11 mar 2017, 18:55

lcua31989 ha scritto:
Brianz ha scritto:Esiste un motivo per il quale la quantità in uscita dovrebbe differire dalla somma delle quantità in ingresso?

Il motivo è che il miscelato va alle pistole che possono distare per diversi metri.


Io continuo a non capire...

Il fluido può o non può essere conduttivo dipende dal tipo di prodotto. Quindi se ho capito bene se i liquidi sono conduttivi è meglio usare il magnetico, se no l'ultrasuono? Non esiste un sensore che possa fare entrambi?


Non avrebbe senso...
Visto che non sempre è conduttivo scartiamo il magnetico.
Se hai particelle nel fluido (pigmenti?) scartiamo anche l'ultrasuono.

Vai con un sensore a effetto Coriolis. Visto che è per un'applicazione professionale, chiama il rappresentante di Bronkhorst e di Endress+Hauser, che ti spiegheranno tutto nei dettagli e ti consiglieranno il prodotto piú adatto.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
13,0k 4 6 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2163
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[8] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto Utentemir » 12 mar 2017, 0:20

Avatar utente
Foto Utentemir
56,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19323
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[9] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto UtenteMassimoB » 12 mar 2017, 1:25

Per le misure sul campo uso un misuratore di portata ad ultrasuoni portatile, è una soluzione altamente costosa, ma utile quando devi fare misure su impianti esistenti.(per esempio verifiche e collaudi), attenzione che ad ultrasuoni lo strumento richiede la disponibilità di un tratto lineare di conduttura che in base al diametro della stessa può risultare spesso difficile da disporre, oltre al fatto che non sempre sia applicabile per il tipo di fluido.

Concordo con Foto Utenteboiler in [8] per la sua valutazione.
MCSA Windows Server 2012 R2 - Comptia A+
Avatar utente
Foto UtenteMassimoB
13,3k 6 12 13
Expert free
 
Messaggi: 3020
Iscritto il: 28 ott 2012, 9:56
Località: Milano

0
voti

[10] Re: misurare una portata

Messaggioda Foto UtenteBrianz » 12 mar 2017, 11:17

Non per insistere, ma non mi pare ancora risolta la questione posta.

Ho due flussi unidirezionali di fluido la cui portata è misurata.
I due flussi si mescolano e vanno per alcuni metri di tubatura.
Che utilità ha apporre un misuratore di flusso dopo la miscelazione?
Per non fare la somma delle due misure?

A meno di perdite o apporti o reazioni chimiche insospettabili tra la miscelazione ed il nuovo misuratore, quale dovrebbe essere la ragione per cui la quantità di fluido dopo la miscelazione sia diversa dalla somma dei due in entrata?
Il fatto che il fluido vada all'esterno delle tubature dopo pochi centimetri o molto metri, non mi pare sposti i termini della questione.
Quello che entra è quello che esce, che sia dopo pochi centimetri o molti metri è indifferente.
Avatar utente
Foto UtenteBrianz
5.823 5 10
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 891
Iscritto il: 24 mar 2016, 11:27


Torna a Sensoristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite