Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnimento.

Telefonia, radio, TV, internet, reti locali...comandi a distanza

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteMassimoB, Foto Utentejordan20

0
voti

[1] Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnimento.

Messaggioda Foto Utentemrc » 28 mar 2014, 11:59

Buon giorno.

Il seguente schema si riferisce ad un ricevitore super reattivo utilizzante un transistor:



Lo schema elettrico l' ho ricavato dalla rivista ELECTRONICS del Novembre 1991 pag. 25

http://www.introni.it/riviste_electronics_projects.html

Il circuito è formato sostanzialmente da due circuiti oscillanti che fanno capo all' unico transistor presente.
Il primo oscillatore è quello relativo alla frequenza di ricezione composto da L1 C2 e da C3 che è collegato in modo da provocare una reazione positiva adatta all' innesco dell' oscillazione.
Il secondo oscillatore è composto da J2 e C6 e provoca la generazione di un segnale di spegnimento del primo oscillatore.
Genericamente la rivista afferma che il valore della frequenza del segnale di spegnimento è di 30KHz circa.

Ho calcolato la frequenza del segnale di spegnimento basandomi sulla seguente relazione:

f=\frac{1}{2\cdot \pi \sqrt{J2\cdot C6}}

la quale risulta di 3,104MHz invece di 30KHz.

Avreste la possibilità, per favore, di indicarmi se effettivamente la frequenza del segnale di spegnimento è data dalla relazione di cui sopra?

Oppure occorre considerare anche altri componenti per ricavare il valore della frequenza di quel segnale?

Grazie.
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,1k 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3862
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32

2
voti

[2] Re: Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnime

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 3 feb 2019, 23:18

Meglio tardi che mai :-) .

Credo che non sia così facile calcolare quella frequenza e che quella formula non vada affatto bene perché l'oscillazione non è sinusoidale, si tratta di impulsi, quindi sicuramente entrano in ballo delle soglie che dipendono dai valori di inizio conduzione del transistor e di spegnimento dell'oscillazione ad alta frequenza e di mezzo, tra un impulso e l'altro, c'è anche il tempo che ci impiega l'oscillazione ad alta frequenza ad estinguersi dopo che il transistor si è spento, tempo che dipende dal Q del circuito risonante principale e da come quel circuito è sollecitato dall'eventuale segnale ricevuto in antenna, quindi...
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,0k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6167
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

1
voti

[3] Re: Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnime

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 4 feb 2019, 8:53

Andando molto a spanne, l'induttanza J2 serve soltanto a consentire l'oscillazione a radiofrequenza mentre la frequenza di spegnimento è (debolmente) legata invece a una costante di tempo RC. Dovrebbe essere principalmente R3-C6 ma.. siamo sicuri che C4 va collegato in quel modo?
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.340 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3191
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[4] Re: Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnime

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 4 feb 2019, 9:03

Sì, ho controllato e lo schema è quello. Mi arrendo. Non è più il tempo in cui impazzivo a copiare dalle riviste. Se vogliamo uno schema che sia sperimentato con successo non c'è problema.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.340 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3191
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

0
voti

[5] Re: Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnime

Messaggioda Foto Utentemrc » 4 feb 2019, 17:41

Grazie per l' interessamento.

Il ricevitore lo avevo realizzato, nel periodo a cui si riferisce il primo post, e ha funzionato al primo colpo.

Per il condensatore variabile C2 ho utilizzato la sezione FM di una capacità variabile, recuperata da una vecchia radio e ponendogli in serie un condensatore da 10 pF.
Siccome volevo l' uscita su altoparlante gli ho aggiunto un amplificatore BF ed inoltre avevo previsto, per poter sostituire la bobina di sintonia, la presenza nei relativi punti di collegamento, un paio di "prese per CI" tagliando uno zoccolo per integrati.

Sostituendo di volta in volta la bobina di sintonia riuscivo a sentire dalla FM 88/108 MHz, fino alla banda dei radioamatori, sensibilità permettendo.

Tra i limiti, dati dal tipo di circuito, c' è un fruscio abbastanza accentuato.
Per questo motivo mi ero interessato a capire quali componenti del circuito intervengono per determinare la frequenza del segnale di spegnimento, in modo da provare di modificarne i valori per cercare di attenuare il fruscio.
Da qui mi era nata l' idea di proporre la domanda, tramite questo thread, al forum.


P.S.
Nel continuare a fare delle prove ero arrivato al punto che il ricevitore non funzionava più.
Quindi l' ho smontato.
Ora mi sto riproponendo di ricostruirlo, tempo libero permettendo.
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,1k 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3862
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32

0
voti

[6] Re: Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnime

Messaggioda Foto Utentemrc » 6 feb 2019, 17:22

BrunoValente ha scritto:...Credo che non sia così facile calcolare quella frequenza e che quella formula non vada affatto bene perché l'oscillazione non è sinusoidale, si tratta di impulsi....

Sì, in effetti è così, Foto UtenteBrunoValente.
Ho usato quella formula cercando di arrivare al risultato di ottenere i 30KHz, dichiarati sulla rivista, e l' unico modo a me conosciuto per relazionare i due componenti menzionati, cioè J2 e C6, per il calcolo era di usarli come ho scritto.
In realtà come tu dici la cosa è molto più complessa, anche perché occorre, da quello che ho letto, considerare anche il layout del circuito con annesse le perdite e le capacità parassite che inevitabilmente si vengono a formare considerando la frequenza a cui viene fatto funzionare il ricevitore.
Inoltre per determinare la frequenza di spegnimento, considerando il tutto, occorre far ricorso ad equazioni differenziali.

L' asciando Lasciando da parte la teoria, che sta alla base a questo tipo di circuiti, per me un po' ostica, sopratutto dal punto di vista matematico; come già ho riportato, mi riprometto, tempo libero permettendo, di ricostruire il circuito curando, con maggiore attenzione, il layout, magari seguendo il disegno del PCB riportato sulla rivista.
In questo modo, magari, riesco ad ottenere dei risultati migliori.

Comunque ho appreso che questo tipo di circuiti vengono ancora usati per vari telecomandi, quindi non sono completamente obsoleti, come si è portati a pensare.
Ultima modifica di Foto Utentemrc il 7 feb 2019, 15:48, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Corretto un mio errore!
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,1k 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3862
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32

0
voti

[7] Re: Ricevitore super reattivo: calcolo frequenza di spegnime

Messaggioda Foto Utentemrc » 7 feb 2019, 15:47

mrc ha scritto:...L' asciando...

#-o :shock: :shock: #-o

Me ne sono reso conto solo ora rileggendo; questo è un errore da meritarmi delle bastonate sulle gengive!

E dire che prima di postare il "messaggio" lo avevo riletto varie volte!

oops sorry
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,1k 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3862
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32


Torna a Telecomunicazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite