Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Oscilloscopio da 10 euro?

Apparecchi di misura: oscilloscopi, multimetri, analizzatori di rete ecc
0
voti

[41] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 22 mar 2018, 22:50

venexian ha scritto:No, non sono d'accordo.
. Non sapere che a ogni singola misura è legata la sua incertezza.....


Verissimo,però mi hai fatto venire in mente un fatto.
Mi chiedo se la maggior parte degli elettricisti utilizza un multimetro con vero valore Efficace.,visto che costano parecchio, è forse non tutti se lo possono permettere.
Se la stessa analogia la applico ad uno studente che non ha soldi a sufficienza per acquistarne uno professionale, alla fine per uso didattico va bene lo stesso.
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,7k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

0
voti

[42] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 22 mar 2018, 22:55

E secondo me sfugge il fatto che viviamo nell'epoc dei like e delle apparenze...l'assenza di dati tecnici magari è voluta...prima lo si fa piacere, poi chi vorrà e sarà capace lo studierà e ne.sfrutterà tutte le possibilità.

Agli altri basterà l'interfaccia e qualche funzione base
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7594
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

6
voti

[43] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utentebrabus » 22 mar 2018, 23:03

venexian ha scritto:(...)
Chi approccia l'elettronica in questo modo non ha speranza di raggiungere alcun risultato di successo, magari tanti 'like', ma con quelli non si mangia.


Mi sa che c'è un grande fraintendimento di fondo.

Quella non è elettronica. È solo divertimento.
Qualche individuo con un po' di creatività e buona volontà ha magari messo insieme strumenti musicali nuovi, ha realizzato oggetti che prima non c'erano, ha fatto "qualcosa" - è la comunità dei maker. Individui senza alcuna pretesa di essere progettisti, ma animati da un'idea e dalla voglia di vederla realizzata. Spesso le creazioni sono tutt'altro che banali, vedi http://www.hackaday.com - c'è gente che fa roba davvero interessante.

Poi ci sono i progettisti veri, quelli con gli oscilloscopi analogici a fianco dei digitali, quelli che fanno convertitori da megawatt, quelli che lavorano su silicio, insomma, quelli che con l'elettronica ci mangiano. Ma parliamo di una cosa radicalmente diversa.
Poi ci sono i progettisti che lavorano con componentistica ultra high-end, ma che a casa hanno pure un arduino e lo usano quando serve.

Porto un esempio pratico. Stavo riparando un amplificatore combinato, costituito da una serie di PCB separati e connessi da una rete I2C. Uno dei circuiti integrati collegati alla rete I2C, da qualche parte, non stava funzionando, mandando il sistema in protezione con codice "IIC" (che fantasia). Quale IC era colpevole? Avrei dovuto dissaldarli tutti e provarli, per poi risaldarli - un lavoraccio inutile.
Soluzione: ho collegato un Raspberry Pi alla rete I2C e ho fatto girare uno script che interrogava tutti gli indirizzi I2C, uno per uno. Ho ottenuto una mappa completa della rete, individuando gli indirizzi di ogni singolo IC e scovando subito il colpevole. Certo, avrei potuto programmare un AVR per fare la stessa cosa, ma ci sarebbero volute alcune ore. Con la Raspi ho risolto in... dieci minuti. :!:
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
18,6k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2608
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

-2
voti

[44] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utentevenexian » 22 mar 2018, 23:05

Mi aspetto che tra un po' l'oscilloscopio da 10 Euro sarà buono perché di sinistra, mentre il Rigol da 500 Euro verrà tacciato di essere fascista perché costa troppo e non tutti possono permetterselo. Anzi, a dire il vero questo concetto è già serpeggiante tra le righe.

Se un elettricista non può permettersi un multimetro a vero valore efficace CAMBIA LAVORO! Gli strumenti che adopera servono non solo a lui, ma anche alla qualità del lavoro che svolge! Se non si mettono questi paletti, allora dobbiamo accettare che i bambini vengano portati a scuola con gli scuolabus senza revisione e senza sedili perché i poveri autisti non possono permettersi un mezzo adeguato.

Su ciò che fa lo studente riguardo il famoso oscilloscopio, vanno dette due cose: io ritengo che come fa i sacrifici per pagare le tasse, e per mangiare fuori sede, così dovrebbe farli anche per acquisire uno strumento che dovrebbe essere parte del suo DNA, ma questo non è un obbligo. L'obbligo è quello di conoscere cosa si adopera e l'oscilloscopio da 10 Euro, tema di questo thread non consente di fare valutazioni in merito. Questo è inaccettabile.

La critica che continuo a fare non è sullo studente che decide di acquistarlo, anzi, ben vengano. La critica totale e su chi ha sviluppato quel progetto che è l'antitesi di ciò che un dipartimento di misure dovrebbe fare.

richiurci ha scritto:...viviamo nell'epoc dei like e delle apparenze...l'assenza di dati tecnici magari è voluta...prima lo si fa piacere...

Ecco, proprio questo. Accettabile per l'arduinata da mettere sul cruscotto dell'auto, non per uno strumento sviluppato a scopo didattico da un'università.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
6.249 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[45] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 22 mar 2018, 23:11

A parte che hai tagliato la mia frase.....l'università come la intendi tu non è detto sia migliore.

Lavoravo da pochi anni e mi ritrovai a dover scegliere tra due software di simulazione, uno dei miei prof sviluppato con lavoro degli studenti (anche il mio), con inserimento testuale di elementi e variabili.

L'alrro sviluppato dall'ESA con una delle prime interfacce grafiche e inserimento drag and drop degli elementi.

Indovina quale scelsi...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7594
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[46] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utentevenexian » 22 mar 2018, 23:18

richiurci ha scritto:A parte che hai tagliato la mia frase.....

Ho riportato i concetti che volevo evidenziare. Se credi che il mio editing ne abbia modificato il senso, ti autorizzo da subito a chiedere a un moderatore di riportarla per intero.

richiurci ha scritto:l'università come la intendi tu non è detto sia migliore.

Certo, convinzione di molti. Il fatto che molti non si rendano conto del disastro, ritengo sia parte fondamentale del problema.

richiurci ha scritto:Lavoravo da pochi anni e mi ritrovai a dover scegliere tra due software di simulazione, uno dei miei prof sviluppato con lavoro degli studenti (anche il mio), con inserimento testuale di elementi e variabili.

L'alrro sviluppato dall'ESA con una delle prime interfacce grafiche e inserimento drag and drop degli elementi.

Indovina quale scelsi...

Non lo so, non ho capito cosa c'entra con la discussione.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
6.249 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

6
voti

[47] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utentebrabus » 22 mar 2018, 23:19

Aggiungo un altro pensiero delle 22:10...

Il progettista ama talvolta essere perfezionista. Ma come disse qualcuno, "il meglio è nemico del bene".

Prendiamo questo Forum, che stiamo usando insieme in questo momento. Il framework che lo fa girare è sicuramente poco ottimizzato, ci saranno righe di codice scritte da uno stagista, avrà pure i suoi bug e potrebbe essere fatto molto, molto meglio. Però lo stiamo usando, tutto sommato funziona bene e nessuno si lamenta.
Se investissimo un milione di euro, facendo lavorare un team di 10 persone per un anno, se lo perfezionassimo al 100%, forse le pagine verrebbero caricate in qualche decimo di secondo in meno, ma sotto sotto... a chi importa?

Scusate, ma voi comprereste una lavatrice a 1000€ in più, solo perché il firmware del microcontrollore è stato sviluppato in un IDE più professionale di un altro, e da gente più esperta?

L'elettronica (DI CONSUMO) sta prendendo questa piega. Oggetti sviluppati in fretta, pieni di bug, destinati a essere gettati via entro qualche anno. Riflette bene la mentalità arduinesca, tant'è che l'ultima Raspberry PI 3 B+ è certificaca FCCe CE, proprio per facilitarne l'integrazione in prodotti commerciali. Non mi stupirei di vedere un televisore 4K HDR nuovo di zecca, funzionare su una singola Raspberry.

Poi invece parliamo dell'elettronica professionale, quella che sta dentro i macchinari per la rianimazione e la TAC, quella che tiene su reti di telecomunicazioni intercontinentali, quella contenuta nei satelliti, quella dei pacemaker.

Come vedete, parliamo di cose radicalmente diverse, che hanno ragione di esistere nel loro contesto.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
18,6k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2608
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

1
voti

[48] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 22 mar 2018, 23:33

brabus ha scritto:L'elettronica (DI CONSUMO) sta prendendo questa piega.

Poi invece parliamo dell'elettronica professionale, quella che sta dentro i macchinari per la rianimazione e la TAC,..

A buon intenditor poche parole.
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,7k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

6
voti

[49] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 22 mar 2018, 23:33

Secondo me è meglio mettere le cose nel loro contesto. :cool:
Dietro quella schedina c'è un progettino semestrale di un paio di studenti che è poi stato ripreso da altri e probabilmente un po' migliorato. Mi sa che il professore o la professoressa aveva dato ai ragazzi una schedina Nucleo per imparare un STM32 e ha lasciato loro il campo libero per sviluppare qualcosa di interessante.
Ora, in un contesto di quel genere quello che viene fuori è magari qualcosa di divertente ma con qualche ingenuità, come è buono e giusto per degli studenti poco più che ventenni. Se sono partiti solo con una vaga idea di cosa sia un STM32, è già un risultato di ottimo livello e spero per loro che abbiano ricevuto un buon voto.

Veniamo all'oscilloscopio. Al mio fianco, nel mio laboratorio casalingo ho due Tektronix modulari della serie 5000, prodotta per vent'anni come alternativa a prezzo medio della più nota serie 7000. Ho parecchi moduli e quando ne capita uno che mi interessa su eBay, di solito rotto, lo compro a poche decine di euro e lo riparo con grande soddisfazione.

Quando la serie 5000 è uscita dai cataloghi Tektronix dove costava comunque il prezzo di una berlina media, io avevo 12 anni, avevo letto qualcosa sugli oscilloscopi ed avevo deciso di provare a costruirmene uno. Avevo montato 100 diodi led (rossi) in array 10x10 ed avevo usato un LM3914 in modalità punto per pilotare le righe ed un CD4017 pilotato da un NE555 per le colonne. L'accrocchio funzionava più o meno e qualcosa mostrava, solo che non sapevo cosa fosse un trigger e quindi era quasi impossibile fissare l'immagine :lol:

Ora, i miei adorati Tek oggi sono obsoleti ma non li scambierei con una schedina da 10 euro. Ciò non toglie che oggi con un hardware minimalista oggi si possano fare delle cose egrege. Secondo me oggi i giovani sono fortunati, all'epoca non sapevo neppure dove trovare un datasheet. Se a 12 anni avessi avuto una schedina Nucleo o anche un Arduino, ne sarei stato felicissimo :ok:
Non parliamo poi di un mini-oscilloscopio anche se pieno di difetti!!!
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
25,3k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3559
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

0
voti

[50] Re: Oscilloscopio da 10 euro?

Messaggioda Foto Utentevenexian » 22 mar 2018, 23:50

brabus ha scritto:Ma come disse qualcuno, "il meglio è nemico del bene".

Vero, ma incompleto.

C'è il 'bene', c'è il 'meglio', ma ci sono anche le cose sbagliate, come presentare un valore a sei cifre decimali letto da un ADC a 12 bit.

Se degli studenti di ingegneria fanno un progetto in cui presentano una misura in questo modo, poco importa quanto fico sia il risultato estetico: è sbagliato. E' un lavoro insufficiente. Se poi è approvato dal docente, con tanto di sito web e fanfara tanta, lo stesso giudizio si estende anche a lui.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
6.249 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

PrecedenteProssimo

Torna a Strumentazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti