Pagina 1 di 29

Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 1:44
da gianniniivo
Buon giorno Forum.
Sono alla mia prima richiesta di aiuto e spero di non commettere errori di forma e di sostanza, può capitare, in tal caso chiedo di accettare le mie scuse.

Parecchi anni fa costruii un carica batterie al piombo di Nuova Elettronica. Il circuito ha sempre svolto il suo lavoro dignitosamente, tranne che per incidenti dovuti alla mancanza di protezione da inversione di polarità o per il deterioramento rapido del relay.

Il progetto non è sofisticato, anzi direi che è piuttosto semplice e l’automatismo è gestito praticamente dal solo integrato. Capisco anche che qualcuno potrebbe pensare: ma perché perde tempo a cercare di migliorare un dispositivo che ha le caratteristiche del reperto archeologico? Naturalmente mi rendo conto che in commercio si trovino dei carica batteria automatici, economici, leggeri e migliori di questo e che costano pochi euro, ma con quel apparecchietto esiste un legame storico e affettivo, l’ho costruito io in un’epoca che non esisteva internet e la “fabbrica del mondo”, poi dispongo di parecchi componenti che altrimenti non utilizzerei più. Personalmente trovo che non siano motivazioni banali, almeno dal mo punto di vista…

Ciò premesso passo alla descrizione del problema.

Risolto il problema della protezione dall'involontaria inversione di polarità, mi è rimasto da risolvere il problema dell’eliminazione e sostituzione funzionale del relay del caricabatteria, relay tipo Finder a 12 V. 3 scambi (che poi sostanzialmente è come se ne utilizzasse 2). Qui il problema è che non saprei quale soluzione adottare per eliminare quel relay. Quel sistema di commutazione non è affidabile perché quando commuta sfiamma e dopo un po’ di commutazioni si ossidano i contatti del relay e il circuito funziona male.

Di quel relay a 3 vie, uno scambio è utilizzato per commutare l’ingresso del trasformatore di alimentazione da rete, mentre gli altri due sono utilizzati in parallelo per cortocircuitare il condensatore C7 e permettere di avviare la carica della batteria. Dichiaro subito che non c’è modo di eliminare la sfiammata con condensatori o altri componenti tipo snubber. Ho provato in tutti i modi, la sfiammata si è ridotta leggermente ma il relay sfiamma sempre.

Dunque, riepilogando, una commutazione è per l’alta tensione e in alternata, mentre l’altra commutazione è per la bassa tensione e in continua.

Qualche idea per sostituire il relay con qualche soluzione più affidabile? Un’idea che non ecceda con gli ingombri e che possa occupare (magari) lo spazio utilizzato dal relay sulla PCB originale?

La realizzazione è molto compatta e all'interno del contenitore è rimasto poco spazio.

Pubblico anche l’immagine dello schema elettrico. Il kit è LX327 pubblicato sulla rivista N° 64 di NE.

Rimango in fiduciosa attesa, grazie.

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 10:02
da elektronik
La sfiammata la fa solo sulla parte relè collegato alla linea 220 V alternata o anche sulla parte continua?

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 12:32
da gianniniivo
Sfiamma su tutti i contatti. Sulla commutazione della continua il deterioramento è più lento mentre in alternata è rapido e si verifica un fenomeno di annerimento “carbonioso” con un notevole consumo anche del materiale del contatto.

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 13:08
da donciccio
Il conttatto in c.a. lo puoi sostituire con un triac quello in c.c. lo puoi sostituire con un transistor di potenza o con un fet di potenza,questi saranno opportunamente comandati dal TRS 3

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 15:25
da gianniniivo
Ok Foto Utentedonciccio, grazie per la risposta. Se funzionasse occuperebbe anche poco spazio.

Ma il commutatore della continua non potrei sostituirlo con un SCR oppure anche con un TRIAC? In fin dei conti deve comportarsi soltanto come un interruttore.

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 15:32
da setteali
Ciao,
prima di fare interventi invadenti, proverei a fare queste due piccole aggiunte e cioè di mettere in parallelo ai contatti del relè una rete RC in modo da ridurre lo sfiaccolio al momento del distacco, userei dei condensatori in poliestere da 630V AC 100nF e resistenze da 20-30ohm 1W.

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 15:43
da gianniniivo
Foto Utentesetteali, ho provato con diversi valori ma la situazione è migliorata in modo minimale, ho utilizzato anche snubber come da immagine allegata ma poco è cambiato, specialmente in alternata...

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 18:33
da donciccio
gianniniivo ha scritto:
Ma il commutatore della continua non potrei sostituirlo con un SCR oppure anche con un TRIAC? In fin dei conti deve comportarsi soltanto come un interruttore.

No perche in cc,sia il triac che l'scr dopo che sono stati eccitati rimangono permanentemente in continuità

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 18:47
da gianniniivo
Foto Utentedonciccio, ma quando si apre il TRIAC che alimenta il trasformatore, si interrompe il flusso anche in continua e dovrebbe aprirsi anche i secondo TRIAC in DC, o sbaglio?

Re: Relay Carica batterie LX 327 (NE)

MessaggioInviato: 25 feb 2019, 19:44
da setteali
Dovrebbe aprirsi anche il triac in CC, ma senz'altro dopo che i condensatori si sono scaricati.
Io quel triac lì non ce lo metterei anzi non ci metterei niente, farei il collegamento diretto, cosa ti succede? Ti rimane alimentato dalla batteria il circuito che rivela la carica della batteria, non mi sembra un grosso problema.
Metti un triac con la rete RC sul primario del trasformatore e sei a posto, se poi hai o compri un SSR hai già i pin da alimentare in continua, innescano/disinnescano da 3 a 32 VDC.
O_/