Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Tecniche per la costruzione e la riparazione di apparecchiature elettriche e non. Ricerca guasti. Adattamenti e riutilizzazioni

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[41] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentebrabus » 15 mar 2018, 13:31

elektronik ha scritto:volevo solo ricordarvi che si può riparare una scheda anche senza oscilloscopio con altri strumenti autocostruiti ed arrivare alla risoluzione del problema con una velocità che non potete neppure immaginare.


:shock:

Ti posso spedire una scheda che non riesco a riparare? È di un piccolo laptop. Se ci riesci, ti regalo tutto, compreso schermo, hard disk, batteria e tutto il resto.

Certamente ho riparato anch'io alimentatori switching cambiando un condensatore praticamente a caso; devo però ammettere onestamente di non poter chiamare tale operazione "riparazione", bensì dicesi "botta di culo". :mrgreen:
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
18,6k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2613
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

1
voti

[42] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentevenexian » 15 mar 2018, 13:39

Questo è l'altro onnipresente luogo comune: i calcoli e le misure portano via tempo, il colpo d'occhio e l'esperienza risolvono tutto molto più velocemente.

Come dicevo altrove, deve essere il clima, visto che c'è anche chi vuole fare sistemi meccanici con motoriduttori e cremagliere che ciclano in 190 ms con motori da 3W. Quando gli fai notare che è una cosa assurda ti ignorano... ;-)
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
6.249 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[43] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 15 mar 2018, 14:04

visto che volete continuare a fare polemiche, io vi saluto e chiudo qui
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
3.547 4 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 2070
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[44] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 15 mar 2018, 15:38

elektronik ha scritto: volevo solo ricordarvi che si può riparare una scheda anche senza oscilloscopio con altri strumenti autocostruiti

Per il tuo punto di vista sono riparazioni,ma quale garanzia offrono per definirsi tali?
Se ad esempio devi misurare il Ripple (ondulaziolne residua)sull'uscita dell'alimentatore come fai senza oscilloscopio?
ripple.jpg
Ripple
ripple.jpg (11.9 KiB) Osservato 1095 volte

Se il guasto dell'alimentatore e' di tipo PWM,e' quindi necessario e scontato misurare l'oscillatore formato dal segnale a dente di sega comparato con il segnale modulante,con quale strumento lo misuri?
elektronik ha scritto:ed arrivare alla risoluzione del problema con una velocità che non potete neppure immaginare.

Quindi ti definisci un super riparatore?

p.s.
Non ho capito pero' che tipo di riparazioni fai,sopratutto quali schede maneggi.
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,7k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

1
voti

[45] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentevenexian » 15 mar 2018, 16:46

elektronik ha scritto:visto che volete continuare a fare polemiche, io vi saluto e chiudo qui

Sei TU che continui a scrivere cose senza senso e poi fai l'offeso se te lo si fa notare!

Vieni a dirci che noi non possiamo capire quanto si possano facilmente fare queste riparazioni anche senza strumentazione. Bene, allora... arrangiati! Cosa vuoi da noi? Noi siamo capaci solo di perdere tempo con giocattoli come gli oscilloscopi, quindi non possiamo esserti utili. Non è questione di polemiche.

Brabus si era dimostrato di una disponibilità incredibile e rara. Cagato zero. Serve dire altro?
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
6.249 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[46] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentesedetiam » 15 mar 2018, 21:03

venexian ha scritto:...un laureato in ingegneria elettronica oggi non sa neppure connettere un transistor a un microcontrollore, mentre un perito elettronico diplomato negli anni '70 era in grado di progettare amplificatori retroazionati multistadio (funzionanti) in un paio d'ore...


leggero OT (ma neanche tanto):

sarei curioso di avere l'opinione del conterraneo Foto Utentevenexian (e di chiunque voglia dire la sua) sui motivi che hanno portato a questo, considerando che non credo in un'involuzione della Specie, anzi, probabilmente i giovani d'oggi hanno più potenzialità dei ragazzi del '70.

O_/
"dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior" - Fabrizio De Andrè
Avatar utente
Foto Utentesedetiam
2.040 1 3 9
Master
Master
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 11 gen 2013, 12:04

2
voti

[47] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentebrabus » 15 mar 2018, 21:12

La ragione è secondo me molto semplice: è cambiato il significato del termine "ingegnere".

Una volta l'ingegnere aveva studiato più del tecnico ed era chiamato a fare prevalentemente il progettista. Ecco che lo studio delle tecniche di controllo, la microelettronica e un po' di meccanica completavano egregiamente la conoscenza pratica acquisita nel percorso del perito.

Oggi la Facoltà è a numero aperto, chiunque decida di iscriversi, prima o poi ne esce, indipendentemente dalla qualità del professionista che diventerà in futuro. Fra tutti i miei colleghi d'Università, forse meno del 10% fa il progettista. Tutti gli altri hanno banalmente sfruttato il "titolo" per accedere a posizioni più elevate nelle aziende presso le quali lavorano.

Non credo esista un'etica unica. Se uno vuol fare ingegneria per poi fare il manager, buon per lui. Chi vuol fare il progettista sa già come interfacciare un microcontrollore a un transistor ben prima di iniziare il percorso accademico.

Per quanto mi riguarda, le conoscenze più importanti che ho acquisito all'università riguardano la teoria dei controlli*. Che si tratti di un oscillatore al quarzo, un controllo a catena chiusa, la rigidezza di un tornio o il progetto di una biella, tutto può essere generalizzato nella teoria del controllo. È uno strumento matematico incredibilmente potente, che consente di avere davvero il controllo sul sistema che si sta progettando.

Ricordo un interessante aneddoto legato alla teoria dei controlli. Nasce dal quesito: quale traiettoria deve seguire un aereo per raggiungere la massima quota nel minor tempo possibile? Intuitivamente, daremmo piena potenza ai motori puntando il muso in alto; in realtà bisogna salire per poi puntare al suolo e risalire di nuovo. Quando la dimostrazione matematica va contro l'intuito, capiamo davvero quanto sia utile e importante.

*nrd: non parliamo di PLC, ma di trasformata di Laplace, diagramma di Nyquist e criteri di stabilità.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
18,6k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2613
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

3
voti

[48] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentevenexian » 16 mar 2018, 1:43

brabus ha scritto:Chi vuol fare il progettista sa già come interfacciare un microcontrollore a un transistor ben prima di iniziare il percorso accademico.

Chi fa ingegneria meccanica o elettronica dovrebbe mirare solo a fare il progettista. Junior. Per poi, se acquisisce sufficienti capacità, fare il progettista senior. Per poi, se acquisisce sufficienti capacità, fare il direttore tecnico. Non prendere la laurea come ticket per un salario più alto con una mansione diversa. Per questo ci sono le varie 'ingegnerie gestionali' o altre strane trovate dei nuovi ordinamenti.

Chi vuole dedicare la propria vita alla progettazione, non può sopravvivere senza acquisire quelle conoscenze e quella manualità che sono per lui un'impellente necessità fisiologica, non solo un'imposizione per poter staccare il cartellino dell'esame 'sfangato'.

La prima domanda che faccio ad un ingegnere (meccanico) quando devo selezionare personale è 'hai un tornio o una fresa a casa tua?'. Se non ce l'ha, il candidato non mi interessa (*). Se dovessi fare un colloquio a un ingegnere elettronico gli chiederei se a casa ha un oscilloscopio, e userei lo stesso metro di valutazione.

Se un ingegnere non investe i quattro soldi necessari all'acquisto degli strumenti che sono destinati ad accompagnarlo per tutta la vita, vuol dire che non ha interesse in ciò che sta facendo, vuol dire che non è merce di valore.

Ho letto su queste pagine di studenti che si lamentano per le poche ore di laboratorio nei propri percorsi di studio... Che razza di discorsi sono questi? Vuoi imparare la tecnica elettronica dedicandoci due ore alla settimana per un paio d'anni? Facendo solo quello che ti viene imposto da altri? Insieme a colleghi magari ancora meno interessati di te? Che scuse penose.

Quando studiavo al biennio, dopo cena lavoravo in una piccola officina meccanica due traverse a lato del monolocale in periferia della città dove risiedevo per studio. Lavoravo gratis, ovvio. In cambio potevo adoperare le macchine nei fine settimana che passavo sempre li, tornando a casa 'vera' una volta al mese. Senza quelle notti, senza quei fine settimana, adesso sarei una persona molto diversa.

Un ingegnere deve essere il completamento di un perito industriale, non il suo complemento come purtroppo è oggi. Quelli che si sono laureati negli anni '80 lo erano, completi, oggi sono forse 1/20. Se poi consideriamo che quelli che valgono qualcosa, o se ne vanno per conto loro, oppure trovano gente come me che li spedisce comunque fuori da questo Paese... non siamo messi bene. Anche perché qui, alla fine, resteranno solo gli altri, gli arduinomani.

(*) L'anno scorso ho selezionato, per il mio cliente principale, un gruppo di tecnici da mandare negli USA. Il responsabile del laboratorio meccanico doveva essere un ingegnere 'con esperienza' e invece ho scelto un neolaureato. Al colloquio, nel corso della noiosa parte teorica e formale, ho notato che si era grattato a sangue sotto le unghie per togliere (senza successo) il filino nero che l'olio da taglio usato lascia indelebilmente su chi maneggia i pezzi che escono dalle macchine utensili. Quando gli ho chiesto se aveva un laboratorio suo, si è illuminato e mi ha risposto: ho una Bridgeport! Assunto.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
6.249 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2188
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[49] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentesedetiam » 16 mar 2018, 5:52

grazie Foto Utentebrabus e Foto Utentevenexian per gli ottimi spunti di riflessione ! :ok:
"dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior" - Fabrizio De Andrè
Avatar utente
Foto Utentesedetiam
2.040 1 3 9
Master
Master
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 11 gen 2013, 12:04

0
voti

[50] Re: Riparare alimentatore atx Corsair GS 600

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 16 mar 2018, 8:13

Io penso che non sia una questione di cambiamento dei termini, ingegnere rimane un ingegnere come da definizione:
1.Laureato in ingegneria abilitato alla professione, che soprintende al progetto e alla realizzazione di costruzioni (edilizie, stradali, idrauliche, ecc.) oppure ad attività industriali: i. edile, navale, elettronico, minerario, meccanico, nucleare.

2.
Professionista specializzato in un moderno settore scientifico-tecnologico.


Adesso nella ricerca delle figure sopra citate, ci sono aziende che cercano anche gli addetti ai lavori con Laurea triennale.. Ovvero il Post diploma di Laurea.
Una volta non era così.
Quindi anche le facoltà si sono adeguate ai cambiamenti della società attuale.
Vuol dire che alcune aziende si accontentano di trovare candidati che non sono arrivati alla Laurea quinquennale.

Questo mi fa capire che sono sempre più pochi coloro che scelgono di specializzarsi in determinati settori.
Il fatto che oggi non si trovino figure tecniche rispetto agli anni precedenti vuol dire che non stiamo investendo nella direzione giusta.
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,7k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, riparazione, riutilizzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti