Pagina 3 di 24

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 0:09
da edgar
woodcat ha scritto:Da parte mia ho trasportato lo schema su fidocadj

=D> =D> =D> =D> =D>

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 0:44
da setteali
Elyon ha scritto:Ciao Foto Utentesetteali permetti una domanda.

Hai detto che possiedi già i kit, ma personalmente hai mai provato a realizzare un esemplare e verificare il funzionamento?

Te lo chiedo perché dalle tue risposte sembrerebbe di no.....


Personalmente non li ho montati, ma li ho venduti ad amici e alcuni li ho provati dopo montati.
Ho anche un PS305D in laboratorio e ne sono soddisfatto ed è per questo che ho chiesto in [ 1 ] " Considerando che me lo costruisco, è conveniente fare delle prese e cambiare tensione in base alla richiesta?" e come ho già detto, sarebbe senz'altro più veloce da costruire, ma volevo valutare un circuito diverso, anche forse da proporre, ho guardato i link che ha messo Foto Utenteedgar e devo dire che quello della B&O è interessante.

Voglio valutare attentamente tutte le V/ risposte e vedere gli schemi proposti per adattare alle caratteristiche che vorrei.

Intanto discutendo su un probabile circuito a singola uscita, la costruzione del trasformatore potrebbe essere interessante farlo con un secondario con 3 prese e diversificate in corrente?
Ad esempio
>0-15VAC 10A
>15-25VAC 5A
>25-35VAC 3A
?

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 8:24
da lucaking
setteali ha scritto:Ho anche un PS305D...

Anch' io ne avevo uno, e per come lo uso io, anch' io lo reputo soddisfacente.
Tanto che quando ho avuto le tue esigenze del post [1], ho fatto due conti e alla fine ho deciso di comprarne un secondo, quando mi serve una tensione duale o superiore a 30 V li collego in serie.
Personalmente ritengo sia la soluzione piu economica, forse non è il massimo, ma finora per me è sempre bastato.
Se invece la tua intenzione è costruirtelo per sperimentare o comunque per passione scusa il mio intervento. O_/

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 8:34
da setteali
lucaking ha scritto:....
Se invece la tua intenzione è costruirtelo per sperimentare o comunque per passione scusa il mio intervento. O_/


Non ti devi scusare, non ce n'è bisogno, senz'altro si fa sempre avanti la passione di costruirselo :-), ma ripeto che accetto volentieri tutte le idee che vengono proposte.

Aggiungo che per ora ho del tempo a disposizione e quindi la costruzione è privilegiata, ma se anche tra una settimana mancasse questo tempo, sarà privilegiata la soluzione più veloce.

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 9:05
da edgar
setteali ha scritto:Intanto discutendo su un probabile circuito a singola uscita, la costruzione del trasformatore potrebbe essere interessante farlo con un secondario con 3 prese e diversificate in corrente?
Ad esempio
>0-15VAC 10A
>15-25VAC 5A
>25-35VAC 3A

In linea di massima è una buona scelta ai fini della riduzione della dissipazione, se vuoi che la commutazione sia automatica bisogna prevedere un circuito con 2 o 3 relè con portata opportuna, mentre con due portate ne basterebbe uno.


Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 9:06
da lucaking
setteali ha scritto:..... ma se anche tra una settimana mancasse questo tempo, sarà privilegiata la soluzione più veloce.

Sinceramente te lo auguro, sarebbe un buon segno. :D O_/

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 9:31
da lucaking
Scusa Foto Utenteedgar, ma non capisco lo schema che hai postato.
Per diversificare tensioni e corrente, non si dovrebbe mettere in serie o parallelo i due avvolgimenti sul lato AC del ponte diodi?

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 9:36
da lucaking
Io pensavo qualcosa del genere:

Cosa piu semplice sarebbe ridurre la tensione mantenendo la corrente disponibile invariata.

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 10:06
da edgar
lucaking ha scritto:Cosa piu semplice sarebbe ridurre la tensione mantenendo la corrente disponibile invariata.

E' il caso dello schema che ho postato, che ho visto usare in alcuni alimentatori.

Re: Alimentatore da autocostruirsi.

MessaggioInviato: 17 mag 2020, 10:36
da lucaking
Ok, scusa ancora ma in quel caso io pensavo si facesse cosi:

Posso immaginare ci sia un motivo per cui lo hai disegnato cosi, ma ho bisogno di un aiuto.
Ci provo (siate clementi :D ): con il tuo schema nel caso si colleghi il riferimento alla presa centrale si usa solo mezzo ponte e si ha metà della caduta per effetto dei diodi?