Pagina 3 di 4

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 16 set 2020, 18:42
da Duffr
elektronik ha scritto:nei letamai i vermi ci sguazzano ne deduco che ci stanno bene.
É vero, ma dipende comunque da quali vermi. Il letame, come tutto ció che si decompone, va incontro a variazioni di ph (bla bla bla) e vermi diversi preferiscono condizioni diverse. I lombrichi, ad esempio, ne vanno ghiotti, ma solo di quello stagionato almeno 6 mesi. Tipo Parmigiano!
a parte i miei scherzi, nel mio caso, sceglierlo come mezzo di riscaldamento non funzionerebbe, essendo i contenitori troppo piccoli per mantenere un ambiente adatto.

Foto Utentelino9999, Foto Utentestefanopc. Effettivamente mi é sfuggita l'idea di sfruttare tensioni piú basse #-o. Non saprei quale sia la "tensione massima" dei lombrichi, ma comunque 24 V sono meno di 220 V...
Su aliexpress ho trovato un cavo, sempre per riscaldamento a pavimento, da 33 Ω/m. Immaginando di usarne da 2 a 4 metri, e alimentandoli con 19,5V, avrei una potenza di 3-4 W in tutto. Non so se é tanto o poco, essendo progettati per tensioni piú alte e quindi per dissipare di piú. Avreste suggerimenti riguardo la potenza? Dovrei conoscere il calore specifico dell'humus...

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 16 set 2020, 22:47
da stefanopc
Se usi il termostato per esempio nella vasca del liquido. E la scaldi da sotto col lamierone e le resistenze secondo me dovresti stare almeno intorno ai 20 - 25w..
Ciao

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 18 set 2020, 15:32
da Duffr
Allora, finalmente tra la fitta selva di prodotti uguali su Aliexpress, ho trovato due fili con resistenze piú basse e quindi utili per maggiore potenza alla tensioni che useró.

Filo rivestito di silicone
Filo rivestito di teflon

Come avrete notato, i venditori cinesi non usano la resistivitá, bensí la resistenza AL metro :shock: . Chissá perché...
  • Alimentazione: 19,5V, 3A max
  • Posso scegliere tra 2-4-5-10 Ω/m
  • Lunghezza filo: da 3 a 5 metri
Potenza dissipata:
\frac{\left [{V^{2}}\right ]}{ \left [\frac{\Omega}{m}  \right ] \cdot \left [{m}\right ]} = P_{dissipata} \left [{watt}\right ]

dati.jpg

Ho intenzione poi di disporre il filo nella vasca piú bassa, adeso a una lastra in acciao, facendo attenzione che stia isolato dal percolato sottostante. In base a qualche calcolo ho bisogno di 4 metri di filo. Quale vi sembra meglio isolato (elettricamente) tra silicone e teflon (e relativi spessori)?

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 18 set 2020, 15:36
da Duffr
Inoltre, nella descrizione sotto agli articoli c'é questa nota:
nota_el.jpg

stefanopc ha scritto:la scaldi da sotto col lamierone e le resistenze secondo me dovresti stare almeno intorno ai 20 - 25w..
Neanche a farlo apposta!

In tutti i casi evidenziati in verde del post precedente, la potenza é 4,8 - 6 W/m.

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 18 set 2020, 15:52
da stefanopc
Io lo metterei sotto la vasca del percolato.
Nell'ordine dal basso
polistirene estruso 4cm
Filo riscaldamento
lastra metallica
Vasca percolato
Percolato lasciare sempre almeno un cm.
Quale tra silicone e teflon non saprei per certo.
Per esperienza direi teflon se c'è anche la minima sollecitazione meccanica.
Silicone è più delicato e dopo parecchi anni si fessura o si screpola.
Parere personale...

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 18 set 2020, 21:51
da Kagliostro
Il silicone resiste bene al passar del tempo

ma, come dici, quanto a resistenza meccanica niente di paragonabile a quella del teflon

K

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 13 nov 2020, 16:45
da Duffr
Aggiornamenti:

Filo riscaldante arrivato stamattina (quasi 60 giorni, così é con Aliexpress :ok: ).
4 metri di filo a 5 Ω/m, rigido, in lega di Nickel-Cromo (in inglese Nichrome). Totale 20 Ω.
Me lo aspettavo piú morbido, dato che sulla pagina diceva "copertura di silicone".

Sotto ci sono foto recenti. Non ho ancora installato la lastra metallica, sinceramente non ho trovato un foglio sottile se non i fogli di rame per tecnica a sbalzo. Non so cosa possa succedere al rame se si trova sotto terra... Mi manca anche il coibentante: il polistirene non va bene perché a contatto del filo si ammorbidisce. Appena trovo dei fogli piccoli di isolante (poliuretano, lana di vetro o roccia) ovvio anche a questo.
lombricompostiera-con-filo-riscaldante.jpg


Per la misurazione della temperatura, ho riempito la vasca con strisce di carta ben compatta e utilizzato una termocoppia. Ottengo 40 gradi a contatto diretto e circa 24 gradi affondando la sonda 1 cm nella carta. Considerate che ho fatto la misura in casa, in una stanza che era a 19 gradi. In garage, non si scende sotto i 5 gradi in inverno. Il tutto poi verrà controllato con un termostato digitale, dopo aver individuato a che altezza misurare la temperatura per un giusto compromesso tra calore latente e isteresi del termostato.

Dal post [23], vedete che ho a disposizione un alimentatore (switching) per PC da 19,5V e 3A max.

Oltre a chiedervi cosa ne pensate, aggiungo:
se avessi bisogno di maggiore tensione per la resistenza, mi consigliereste di utilizzare un convertitore boost (quelli DC-DC) o comprare un alimentatore 24 V? Con il convertitore sicuramente avrei migliore regolazione e minore spesa, ma mi preoccupa la dissipazione dei transistor.

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 13 nov 2020, 17:19
da MarcoD
Il rame a contatto con acqua e impurità crea il solfato di rame, che forse protegge le piante di vite dalla peronospera; da bambino, mi avevano detto di non metterlo in bocca perché velenoso.
Anche le pentole in rame devono venire stagnate all'interno per evitare contatti con gli alimenti.

Forse è velenoso anche per i lombrichi :-)

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 13 nov 2020, 17:26
da setteali
Ciao Daniele,
E' tutta realtà quanto ha detto @MarcoD, il trattamento invernale sui tronchi viene fatto proprio per eliminare gli insetti e simili che vi si annidano e senz'altro il solfato di rame nel terreno lo rende velenoso.
Si è velenoso anche per l'uomo.

Non è necessario che tu la alimenti in CC, Puoi benissimo alimentarla con un trasformatore che puoi controllare con un regolatore a triac.

Re: Riscaldare vasca lombrichi in vista dell'inverno

MessaggioInviato: 13 nov 2020, 19:35
da Duffr
Riguardo il foglio metallico, allora per il momento soprassiedo nell'acquisto. Appena si risistemano le cose nella mia zona faccio un giro nei bricò e vedo se hanno fogli di alluminio o acciaio sottili.

La comodità (per me) di alimentare in CC é che, usando un alimentatore per PC, questo ha le sue protezioni integrate in caso di corto o per sovraccarico :D, e mi sento più sicuro, soprattutto considerando che l'apparato starà in un garage con accesso settimanale. A scanso di problemi, penso anche che potrei mettere un fusibile in serie alla resistenza.

Economicamente, costa meno un convertitore DC, no? Alla fine ne servirebbe uno da 5A (penso rimanere sempre sotto i 30W dissipati dalla resistenza). In questo modo potrei muovermi da 19,5 a magari 25V al bisogno.