Pagina 1 di 1

Esercizio

MessaggioInviato: 16 apr 2018, 12:58
da Cescu30
Buongiorno ragazzi
Al corso base antincendio abbiamo fatto una esercitazione ricadente in attività n. 70.1.B DEL D.P.R. 151/11, deposito (materiali legno,plastica e muletti).
Ho applicato il D.M. 9 marzo 2007 "Prestazioni di resistenza al fuoco delle costruzioni nelle attività soggette al controllo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco" e l' attività ricade nel livello II di prestazione quindi REI 30.
Vengo alla mia domanda...
Ma ora per definire le protezioni attive quale/i decreto/i devo applicare?
Cioè sono io (progettista) a decidere se mettere la rivelazione fumi, se mettere la rete di idranti, ed ecc.. oppure devo applicare un altro D.M.?

Re: Esercizio

MessaggioInviato: 16 apr 2018, 16:16
da paolo a m
Essendo l'attività priva di norma verticale puoi applicare il DM 3 agosto 2015.

Re: Esercizio

MessaggioInviato: 17 apr 2018, 8:34
da Cescu30
Grazie Paolo....ma prima del D.M. 2015 (codice), voi cosa applicavate?
Paolo già mi avevi risposto in una discussione precedente e posso applicare il D.M. 10/03/98
allegato III,IV e V.....

Re: Esercizio

MessaggioInviato: 17 apr 2018, 17:29
da Cescu30
Buongiorno riprendo il post...
Sto provando ad applicare D.M. 3 agosto 2015.
Ma non capisco se con il D.M. 09/03/2007 mi sono ricavato la prestazione di resistenza al fuoco della costruzione, lo devi rifare applicando il D.M. 3 agosto 2015?

Re: Esercizio

MessaggioInviato: 17 apr 2018, 17:37
da paolo a m
Trovi la risposta all'articolo 1 del DM 2 3 agosto 2015.


edit: corretto errore di digitazione.

Re: Esercizio

MessaggioInviato: 17 apr 2018, 17:46
da Cescu30
Grazie domani me lo leggo...adesso completo come se applico direttamente il codice....
D.M. 02 agosto 2015 o 3 agosto 2015?

Re: Esercizio

MessaggioInviato: 18 apr 2018, 9:02
da Cescu30
Buongiorno...
Ho applicato il D.M. 10/3/98 all'esercitazione.
L'attività non ha regola tecnica di prevenzione incendi emanata dal ministero dell' interno, sul sito dei VVF di ascoli piceno leggo:"Per le attività non regolamentate da specifiche disposizioni di prevenzione incendi, la necessità di prevedere l'installazione di una rete di idranti, la definizione dei livelli di pericolosità
e le tipologie di protezione, nonché le caratteristiche dell'alimentazione idrica, ai fini dell'applicazione
della norma UNI 10779, ove applicabile, sono stabilite dal progettista sulla base della valutazione del rischio d'incendio di cui alla normativa vigente."
Il rischio per la mia attività essendo che ricade nel D.P.R. 151/11 e rischio medio, quindi entrando nella UNI 10779 dimensiono la reti di idranti considerando livello 2( rischio medio)?