Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Moduli supervisionati e diodi

Impiantistica dedicata alla sicurezza antincendio, iter procedurali e sicurezza nel luogo di lavoro

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utenteiosolo35

0
voti

[1] Moduli supervisionati e diodi

Messaggioda Foto Utentearabino1983 » 20 lug 2020, 23:54

Buonasera.
Per quanto ne so io, i moduli supervisionati dell'impianto di rivelazione incendi, facendo l'esempio di controllo e comando di un efc a solenoide, realizzano il controllo della linea stessa invertendo la polarità di uscita quando sono in stand by. Se l'apparecchio che è gestito da tale modulo non ha il diodo a bordo, qust'ultimo va installato in serie sul positivo, in quanto quando il modulo è in stand by (quindi con polarità in uscita invertita),non ho passaggio di corrente e quindi vuol dire che la linea non è in corto. Viceversa nel caso in cui il modulo (comandato dalla centrale) debba attivare il solenoide, manda la polarità giusta cosicchè il diodo lasci passare corrente e attivi il solenoide.
Per rilevare se la linea è aperta (distacco del carico) viene messa una resistenza in parallelo al solenoide cosicchè il modulo "legga" quel dato valore di resistenza. E fin qui credo di esserci.
Ma mi domandavo perché viene messo un diodo in parallelo sui magneti di tenuta delle porte tagliafuoco. Serve per anti inversione di polarità. Ok ma come funziona? Se inverto la polarità ho la linea in corto e quindi il modulo se ne accorge?
Alcuni mettono anche dei diodi antidisturbo. A cosa servono?
grazie
Avatar utente
Foto Utentearabino1983
415 2 4 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1825
Iscritto il: 30 ott 2009, 18:28

4
voti

[2] Re: Moduli supervisionati e diodi

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 21 lug 2020, 1:18

Buonasera.

Da quanto ho capito dalla descrizione, il circuito con il solenoide, il diodo in serie ad esso e la resistenza per rilevare l'interruzione della linea dovrebbe esser fatto come in "A". La polarità indicata è quella normale, non invertita, quindi con il solenoide attivo.

All'invertire la polarità il diodo smette di condurre, il solenoide non è più attivo, ma un po' di corrente continua a passare nella resistenza. Questo permette di rilevare che la linea non è interrotta.


Il circuito con il diodo in parallelo, se ho ben capito, è come in "B". Il diodo in (anti)parallelo al solenoide serve ad evitare sovratensioni all'atto dell'interruzione dell'alimentazione del solenoide.

Il solenoide infatti ha una certa induttanza che si oppone ad eventuali variazioni di corrente. Se si utilizza un contatto di un relè per togliere alimentazione al solenoide, il solenoide tendendo a mantenere la corrente genera un'extratensione che provoca un arco o scintilla sul contatto, e a lungo andare lo consuma.

L'extratensione è dannosa anche nel caso in cui, al posto di contatti di relè, si utilizzino componenti elettronici per comandare la linea.

La presenza del diodo in antiparallelo al solenoide permette di dare alla corrente un percorso alternativo. All'atto dell'apertura della linea, la corrente che il solenoide tende a mantenere manda in polarizzazione diretta il diodo, e si richiude sul solenoide stesso. In breve tempo, la resistenza del solenoide dissipa l'energia e la corrente diminuisce rapidamente con legge esponenziale. L'energia quindi si dissipa sul solenoide e non provoca una scintilla sul contatto, allungandone la vita utile.


Non so cosa siano i "diodi antidisturbo". Ipotizzo che siano dei Transil. Questi componenti limitano l'escursione delle extratensioni (generate dai solenoidi all'atto dell'apertura) a un valore non dannoso, e sarebbero quindi un'alterativa ai diodi in antiparallelo (schema "C").
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
16,1k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2441
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

0
voti

[3] Re: Moduli supervisionati e diodi

Messaggioda Foto Utentearabino1983 » 21 lug 2020, 9:28

perfetto. Chiarissimo.
Avatar utente
Foto Utentearabino1983
415 2 4 8
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1825
Iscritto il: 30 ott 2009, 18:28


Torna a Sistemi di sicurezza ed antincendio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite