Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

L'auto elettrica secondo Marchionne

Tutti gli argomenti relativi ai veicoli elettrici

Moderatori: Foto Utente6367, Foto Utentem_dalpra

0
voti

[181] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 23 lug 2018, 18:49

Belle parole :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7561
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

3
voti

[182] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto UtenteMike » 25 lug 2018, 18:04

"Allergico alle cosiddette mode manageriali, anche sull’elettrico Marpionne è stato a dir poco pragmatico: quando si trattò di produrre la 500 elettrica per poter vendere auto in California, disse chiaramente:”La 500 elettrica l’abbiamo fatta, ma per favore non compratela, ci perdiamo 12.000 $ su ogni esemplare”, facendo crollare la cortina di ipocrisia su una verità che tutti nel settore sapevano, ma nessuno aveva il coraggio di dire. Più recentemente, insignito di una laurea honoris causa in ingegneria, ha ancora una volta parlato chiaro sul fatto che il “solo elettrico” sia una soluzione inefficiente, soprattutto in un mondo che produce energia elettrica bruciando carbone.
L’elettrico rimarrà ancora per decenni un giocattolo per ricchi, ed a questi ricchi Alfa Romeo, Maserati e Jeep venderanno auto solo elettriche estremamente costose, che non faranno perdere soldi e anzi daranno un utile. Pragmatismo, solo pragmatismo, in una parola."


Estratto dal più bel coccodrillo su Marchionne, il non italiano.

https://ziofrango.blogspot.com/2018/07/ ... liano.html
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[183] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto Utente6367 » 25 lug 2018, 23:17

Marchionne è stato sicuramente molto pragmatico.
Non ha spinto sull’elettrico sin quando l'elettrico era una nicchia del mercato automobilistico (ora solo un po’ superiore al 2% in Europa ma con una decisa tendenza alla crescita), sin quando la massa critica non era stata raggiunta e la tecnologia ancora costosa e non matura (soprattutto le batterie), sin quando le stazioni veloci disponibili sul territorio rare.
Tutte condizioni destinate a cambiare adesso, e Marchionne lo sapeva benissimo. Si pensi alle migliaia di punti di ricarica ultraveloci che Ionity (per esempio) installerà nei prossimi anni. E’ quello che in marketing si chiama fast follower: non guida l’innovazione ma è pronto non appena diventa profittevole. E inoltre proprio adesso FCA ha azzerato il grande debito.

Di certo FCA non è stata con le mani in mano.
La Fiat 500 elettrica, sia pure antieconomica, è un’auto elettrica interessante che si vende meno della domanda (da aggiornare oggi, ma a suo tempo all’avanguardia). Molti lo hanno dimenticato, ma a suo tempo Marchionne aveva anche dichiarato che la 500 elettrica era la palestra ove FCA avrebbe imparato a costruire le auto elettriche. Anche la Pacifica plug-in è tra le plug-in più riuscite. E qualcuno dice che FCA non dispone della tecnologia elettrica! Senza dimenticare la Magneti Marelli.

Poi, da tempo, FCA è membro del consorzio CharINev, quello che sviluppa e promuove la ricarica ultraveloce (e che ci fa lì dentro ?), come pure sta sottoscrivendo accordi con Ionity.


Mike ha scritto:Più recentemente, insignito di una laurea honoris causa in ingegneria, ha ancora una volta parlato chiaro sul fatto che il “solo elettrico” sia una soluzione inefficiente, soprattutto in un mondo che produce energia elettrica bruciando carbone.
L’elettrico rimarrà ancora per decenni un giocattolo per ricchi, ed a questi ricchi Alfa Romeo, Maserati e Jeep venderanno auto solo elettriche estremamente costose, che non faranno perdere soldi e anzi daranno un utile. Pragmatismo, solo pragmatismo, in una parola."


Be’, qui mentiva e sapeva di mentire. Del resto è prevista anche la Fiat 500 rinnovata in versione elettrica. Probabilmente se n’è pentito.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,7k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6053
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

1
voti

[184] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto UtenteMike » 26 lug 2018, 8:57

6367 ha scritto:Tutte condizioni destinate a cambiare adesso, e Marchionne lo sapeva benissimo.

Certo, ma la sua visione era corretta, l'elettrico inizialmente sarà roba per ricchi per cui puntiamo su automobili di lusso, infatti è prevista la Maserati elettrica.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[185] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 26 lug 2018, 10:14

Ieri sera ho seguito interessato i due video trasmessi da LA7.
Forse per qualcuno scrivo un'ovvietà, ma quel ch'è stato trasmesso m'ha restituito l'idea per la quale Marchionne, negli anni, in merito all'auto elettrica(ma anche altro), abbia detto o raccontato quel che sotto vari aspetti poteva fornire un tornaconto alla FIAT (e poi FCA).
Non s'è mai trattato di valutazioni assolute né tanto meno d'esternazioni sovrapponibili a personali aspettative.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6400
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[186] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 26 lug 2018, 10:50

Mike ha scritto:"Allergico alle cosiddette mode manageriali, anche sull’elettrico Marpionne è stato a dir poco pragmatico: quando si trattò di produrre la 500 elettrica per poter vendere auto in California, disse chiaramente:”La 500 elettrica l’abbiamo fatta, ma per favore non compratela, ci perdiamo 12.000 $ su ogni esemplare”, facendo crollare la cortina di ipocrisia su una verità che tutti nel settore sapevano, ma nessuno aveva il coraggio di dire"



Non capisco niente di marketing né di economia industriale, ma vorrei capire che senso ha una simile affermazione.
L'auto è in catalogo, quindi tutti i costi di progettazione, test, produzione stampi ecc sono già stati affrontati...

Possibile sia in perdita anche scorporando questi costi? perché se non li si scorpora a non venderne è peggio..

E perché non si alza semplicemente il prezzo? E' vietato dalle leggi americane? Che senso ha tenere un prezzo "in perdita" e poi far dire pubblicamente all'AD "non compratele"?
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7561
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[187] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 26 lug 2018, 10:53

Mike ha scritto:Certo, ma la sua visione era corretta, l'elettrico inizialmente sarà roba per ricchi per cui puntiamo su automobili di lusso, infatti è prevista la Maserati elettrica.


mah... certe affermazioni andrebbero memorizzate e tirate fuori quando i cinesi domineranno il mercato con utilitarie elettriche a prezzi abbordabili...

Credo che il costo industriale di un veicolo elettrico sia già oggi inferiore ad un equivalente termico, fanno pagare i numeri risicati, in pratica il costo di sviluppo ... chi ne produce un certo numero ha già oggi costi accessibili (es Renault) e non solo auto "da ricchi", non esiste mica solo Tesla
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7561
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[188] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto Utente6367 » 26 lug 2018, 11:02

Mike ha scritto:Certo, ma la sua visione era corretta, l'elettrico inizialmente sarà roba per ricchi per cui puntiamo su automobili di lusso, infatti è prevista la Maserati elettrica.


Ti avrei dato ragione 5 anni fa. Sei indietro.

L'elettrico era per ricchi, lo sarà ancora per poco.
A breve l'elettrico sarà per i "medi". Tra cinque anni per tutti.

Ovviamente in Europa, in Italia lasciamo perdere.

Tra l'altro, in questi giorni, numerosi amici e colleghi che provengono dall'estero (diversi paesi), mi riferiscono stupiti di quanto siano molto più diffuse che da noi le auto elettriche e le stazioni di ricarica. C'è poco da fare: l'Italia è indietro di 10 anni.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,7k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6053
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

2
voti

[189] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto Utente6367 » 26 lug 2018, 11:08

richiurci ha scritto:E perché non si alza semplicemente il prezzo? E' vietato dalle leggi americane? Che senso ha tenere un prezzo "in perdita" e poi far dire pubblicamente all'AD "non compratele"?


Perché le vogliono vendere, nelle quantità previste.
Del resto esistono diversi modelli elettrici per i quali la disponibilità (la produzione) è inferiore alla richiesta del mercato.
Per esempio, mi sembrava di aver letto che per l'Italia la Kona elettrica sarà disponibile il primo anno in 120 pezzi (chi la vuole si affretti a prenotarla).

Nessuno conosce i numeri esatti, ma tutti i costruttori oggi vendono elettrico con margini risicati se non negativi (probabilmente i 10000-12000 dollari di perdita per ogni 500 venduta sono ormai superati per la riduzione del prezzo delle batterie).

Ma è una situazione destinata a mutare in poco tempo.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,7k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6053
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

2
voti

[190] Re: L'auto elettrica secondo Marchionne

Messaggioda Foto Utentefpalone » 26 lug 2018, 11:17

richiurci ha scritto:E perché non si alza semplicemente il prezzo? E' vietato dalle leggi americane? Che senso ha tenere un prezzo "in perdita" e poi far dire pubblicamente all'AD "non compratele"?

Nello specifico il tutto nasceva dall'obbligo, imposto dal governo Californiano a ciascun costruttore, di vendere almeno un TOT di auto elettriche ogni 1000 auto termiche.
Di conseguenza FIAT, come gli altri, dovette sviluppare un modello apposito e venderlo sottocosto (anche considerando i contributi governativi).
Oggi l'elettrico può, forse, sostenersi solo per modelli di lusso, la cui utilità pratica sia relativamente ridotta.
TESLA ad oggi ancora non riesce a ottenere un profitto neanche sul lusso; forse (auspicabilmente) ci riuscirà nel breve periodo.
Per il resto credo sia sotto gli occhi di tutti che per chi deve usare intensivamente l'auto per lavoro l'elettrico puro non sia ancora una soluzione economicamente vantaggiosa.
Inoltre ad oggi il rischio di obsolescenza tecnologica (soprattutto sulle batterie) limita molto l'acquisto di un bene semi-durevole come un'automobile elettrica.
Mano a mano che le batterie miglioreranno per prestazioni e costo le cose cambieranno, ma oggi ancora non siamo vicini al break-even.
Sicuramente il break-even già è stato raggiunto per l'ibrido, sul quale diverse ditte (Toyota in primis) realizzano oggi bei profitti.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
11,7k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2287
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

PrecedenteProssimo

Torna a Veicoli elettrici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite