Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Tutti gli argomenti relativi ai veicoli elettrici

Moderatori: Foto Utente6367, Foto Utentem_dalpra

0
voti

[1] Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto Utenteboobie80 » 9 mar 2018, 18:21

Buongiorno a tutti!!!
Secondo voi è possibile prevedere prese CEE in una piccola autorimessa (< 300mq) di un albergo, per ricarica di macchine elettriche? La ricarica delle macchine elettriche è equiparata alla ricarica di batterie dei muletti, con tutte le prescrizioni che ne conseguono? (aerazione, rischio d'esplosione).
Avatar utente
Foto Utenteboobie80
58 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 873
Iscritto il: 5 mar 2007, 11:39

1
voti

[2] Re: Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto Utente6367 » 9 mar 2018, 19:13

boobie80 ha scritto:Secondo voi è possibile prevedere prese CEE in una piccola autorimessa (< 300mq) di un albergo, per ricarica di macchine elettriche?


Si tratta del modo 2 di ricarica. http://www.electroyou.it/6367/wiki/n-a
In Italia (CEI EN 61851-1) vale la famosa deviazione nazionale che obbliga il modo 3 (o 4) in aree aperte a terzi.
Quindi dovrei dire di no, non si può, non è a norma.
Però sappiamo che questa specificità nazionale è molto contestata e non rispettata.
Anche io, comunque, suggerirei un wall box modo 3 per diversi motivi.

Per l'impianto si usa la CEI 64-8-7-722.

boobie80 ha scritto:La ricarica delle macchine elettriche è equiparata alla ricarica di batterie dei muletti, con tutte le prescrizioni che ne conseguono? (aerazione, rischio d'esplosione).


No. Le batterie delle auto elettriche moderne non emettono gas.
http://antincendio-italia.it/il-rischio ... elettrici/
Dovrebbero uscire le line guida VVF per chiarire questo aspetto.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,7k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6053
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[3] Re: Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto Utenteboobie80 » 12 mar 2018, 16:11

6367 ha scritto:Anche io, comunque, suggerirei un wall box modo 3 per diversi motivi.


Ok allora vada per la wall box.... ma possono essere installate anche in parcheggi interrati? o solo all'aperto?
Avatar utente
Foto Utenteboobie80
58 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 873
Iscritto il: 5 mar 2007, 11:39

0
voti

[4] Re: Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto Utente6367 » 12 mar 2018, 19:10

Non mi risulta esistano limiti del genere.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,7k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6053
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[5] Re: Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto UtenteLucaCassioli » 17 mar 2018, 16:22

boobie80 ha scritto:
6367 ha scritto:Anche io, comunque, suggerirei un wall box modo 3 per diversi motivi.


Ok allora vada per la wall box.... ma possono essere installate anche in parcheggi interrati? o solo all'aperto?


Forse 20 o 30 anni fa magari c'era una legge che vietava di installare colonnine di ricarica nei sotterranei, perché le batterie al piombo di una volta, non sigillate, emettevano idrogeno quando si ricaricavano?
Nella normativa attuale che regolamenta il funzionamento delle colonnine di ricarica (SAE J1772) è previsto che l'auto segnali alla colonnina se ha bisogno di stare in area ventilata per essere ricaricata... Sembrerebbe proprio un retaggio del "passato al piombo" delle auto elettriche.
Quando si attacca l'auto alla colonnina tramite il cavo, l'auto imposta la resistenza del cavo su vari valori diversi in sequenza:
* Stato A: resistenza infinita = cavo non connesso
* Stato B: 2.74 kohm (resistenza sempre connessa) = veicolo comunica la sua presenza
* Stato C o Stato D = veicolo pronto per essere ricaricato
..... Stato C: resistenza di 0.882 kohm ottenuta aggiungendone una da 1.3 kohm in parallelo: ventilazione non necessaria;
.....Stato D: 0.246 kohm (ottenuta aggiungendo invece in parallelo una resistenza da 0.270 kohm): ventilazione necessaria)


Ma le batterie di oggi, al litio, non emettono idrogeno durante il normale funzionamento; al massimo possono emettere ossigeno se si guastano e vanno in fuga termica.

Nella normariva americana (NEC)si parla di etichettatura specifica delle auto elettriche, ad indicare se necessitano ventilazione o no durante la ricarica.

Però chissà come stanno le cose a livello di normativa italiana...
Avatar utente
Foto UtenteLucaCassioli
436 2 4
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 306
Iscritto il: 26 apr 2016, 19:12

0
voti

[6] Re: Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto Utente6367 » 17 mar 2018, 19:20

LucaCassioli ha scritto:Nella normativa attuale che regolamenta il funzionamento delle colonnine di ricarica (SAE J1772) è previsto che l'auto segnali alla colonnina se ha bisogno di stare in area ventilata per essere ricaricata... Sembrerebbe proprio un retaggio del "passato al piombo" delle auto elettriche.


Vero.
Tant’è che è una funzione “dimenticata” dagli stessi addetti ai lavori perché inutile, non utilizzata.


LucaCassioli ha scritto:Però chissà come stanno le cose a livello di normativa italiana...


Spero che non sia diversa da quella internazionale!
Comunque si è in attesa della linee guida dei Vigili del Fuoco.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,7k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6053
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

1
voti

[7] Re: Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto Utente6367 » 18 mar 2018, 16:37

Io confido nel buon senso dei vigili del fuoco.

Tuttavia in Italia la "politica" (politica in senso lato) ha sempre ostacolato la ricarica dei veicoli elettrici con regole vere o presunte in vigore solo in Italia.

Il PNIRE ancora dice che è "fortemente auspicabile" per motivi di sicurezza che la ricarica veloce sia effettuata in aree presidiate, in particolare aree rifornimento carburanti (per fortuna che questo auspicio non si è verificato, altrimenti non avremmo nemmeno quelle poche stazioni veloci che abbiamo).

In Italia a lungo si è sostenuto la necessità di "prese nazionali", diverse da quelle in uso all'estero, sempre per motivi di sicurezza.

Anni fa, era scritto sul report di Euroelectric che l'Italia era l'unico paese in Europa che "aveva scelto" (chi aveva scelto?) la ricarica veloce in AC anziché in DC.

Nei convegni si ripeteva che la ricarica DC in Italia fosse vietata (quando all'estero già erano centinaia le stazioni di ricarica).

A lungo si è fatto credere che la ricarica pubblica potesse essere fatta solo da Distributori o venditori di energia, o eventualmente, che non potesse essere tariffata a kWh.

Il famoso PUN (piattaforma unica nazionale), la base di dati dinamica che avrebbe catalogato e raccolto tutti i punti di ricarica pubblici più volte annunciata, pare che sia morta e sepolta.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,7k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6053
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

3
voti

[8] Re: Ricarica macchine elettriche in autorimessa

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 18 mar 2018, 18:14

Salvo poi vendere adattatori per interfacciarsi con il resto del mondo...
Ottenendo così grandi vantaggi in materia di sicurezza.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.857 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1525
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo


Torna a Veicoli elettrici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti