Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzionale

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentedimaios, Foto Utentecarlomariamanenti

0
voti

[31] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 3 giu 2015, 21:14

g.schgor ha scritto:
vitellocromato ha scritto:Al momento no, non so che equazioni e parametri cercare.

Abbiamo definito i due principali: Ti e Tp.
Perché non incominci da quelli ipotizzando di conoscerne i valori
(ad es Ti=250ms e Tp=50ms).
Torno a chiedere se sei in grado di tradurre in diagramma di Bode
tale schematizzazione del sistema pneumatico (magari non sarà
completa, ma è una buona base di partenza).


Se ho capito si tratta di un sistema passabasso con un polo in (2*pi)/Ti e un ritardo di Tp. Sono arrugginito sull'argomento ma sono in grado di farne il diagramma di Bode (riprendendo in mano appunti di qualche anno fa).

Non avevo afferrato al volo questa richiesta, così mi ero fatto anche un modello un po' più dettagliato del sistema, a questo punto lo condivido sperando sia utile:

Senza titolo.jpg
Ultima modifica di Foto Utenteadmin il 3 giu 2015, 23:49, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: allegata immagine evitando server esterno
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

0
voti

[32] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 3 giu 2015, 21:21

vitellocromato ha scritto:Di seguito uno schema del sistema che spero sia sufficiente a chiarire.

Immagine


Guarda che penso sia sufficiente un controlo di pressione sula camera superiore del cilindro , sempre che la pressione esercitata dal peso del sistema mobile + rullo non sia eccessiva per il rotolo.

adert ha scritto:Se con il rullo 3 stai premuto sul rotolo con una pressione fissa da te selezionabile , controllo di pressione , con l'encoder angolare del rullo 3 rilevi il diametro del rotolo e fai quello che ti serve.
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
172 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 190
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

1
voti

[33] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentedimaios » 3 giu 2015, 22:35

A questo punto sorge spontanea la domanda sul tipo di valvola proporzionale utilizzata.

E' una valvola proporzionale di controllo direzione oppure un regolatore di pressione proporzionale ?

Da quello che dici sembra la seconda. Magari la sigla della valvola farebbe intendere la tipologia.
Ingegneria : alternativa intelligente alla droga.
Avatar utente
Foto Utentedimaios
29,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3232
Iscritto il: 24 ago 2010, 14:12
Località: Behind the scenes

0
voti

[34] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 4 giu 2015, 8:08

dimaios ha scritto:A questo punto sorge spontanea la domanda sul tipo di valvola proporzionale utilizzata.

E' una valvola proporzionale di controllo direzione oppure un regolatore di pressione proporzionale ?

Da quello che dici sembra la seconda. Magari la sigla della valvola farebbe intendere la tipologia.


Confermo la seconda.
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

0
voti

[35] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 4 giu 2015, 8:16

adert ha scritto:Guarda che penso sia sufficiente un controllo di pressione sula camera superiore del cilindro , sempre che la pressione esercitata dal peso del sistema mobile + rullo non sia eccessiva per il rotolo.


Se controllo solo la pressione e non la posizione, non rischio di ottenere diametri diversi a seconda di quanta carta viene messa dentro al rotolo?

Se faccio un rotolo molto soffice di diametro 100 mm con dentro 20m di carta ho bisogno di una contropressione alta in modo che il rullo mi fluttui sopra il log senza quasi toccarlo;
se faccio un rotolo molto denso ancora di 100 mm di diametro ma con 100m di carta ho bisogno di andare a premere molto con la pressina sopra il log per compattarlo.

In questa applicazione, che risulta essere di tipo economico, si usa una valvola proporzionale per limitare i costi; su linee più performanti (e costose) si usa al posto dell'elettrovalvola proporzionale un motore brushless controllato in posizione (con il quale non si sgarra).
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

0
voti

[36] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 4 giu 2015, 9:03

Provo a dire la mia come filosofia di controllo.. dovresti partire con una pressione già ragionevole in funzione del tipo di rullo che stai producendo, poi verificare che l'accrescimento di posizione sia quello previsto ed eventualmente correggere lentamente la pressione per riportare l'accrescimento al tasso voluto. Naturalmente più facile a dirsi che a farsi..
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.545 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3429
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

1
voti

[37] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 4 giu 2015, 11:17

vitellocromato ha scritto:Confermo la seconda

Sei sicuro? Perché se vuoi un posizonamento (come da titolo)
devi controllare la portata, non la pressione.
Vedi qui le differenze.
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
54,3k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16363
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[38] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto UtenteeAlucarD » 4 giu 2015, 11:27

se non altro la macchina progettata è peggiore del suo controllo :mrgreen:
E l’uomo si addormentò e nel sogno creò il mondo
Avatar utente
Foto UtenteeAlucarD
1.210 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 4 lug 2014, 11:01

1
voti

[39] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentedimaios » 4 giu 2015, 11:33

Il problema è piuttosto complesso se lo si vuole risolvere analiticamente.
La "compattazione" della carta dipende dal tiro che si sviluppa all'altezza del rullo deflessore inferiore.
A questo deve essere "sommato" l'effetto della spinta del cilindro che agisce nuovamente sul materiale una volta che viene avvolto sul rotore.
La carta può essere compattata sfruttando due criteri :

1. Portatandola in regime plastico aumentando la tensione delle fibre come illustrato nel diagramma \sigma - \epsilon ( agendo per esempio in modo deciso con il rullo pressore ).
2. Sfruttando l'attrito tra i diversi strati della spirale dopo averla "stirata" in regime elastico. L'attrito evita che il foglio ritorni nella posizione iniziale. Si tira pertanto il materiale all'ingresso dell'avvolgitore e si confida nell'attrito per evitare che la deformazione elastica svanisca una volta superato il primo rullo di deflessione.

Nel secondo caso il protagonista è il differenziale di velocità tra il feeder della carta e la velocità di rotazione del motore del rotore ( nonchè del raggio variabile del coil di carta ).
Questa tecnica è sicuramente più efficace rispetto alla deformazione plastica che potrebbe degradare la qualità del prodotto finito.

A mio avviso converrebbe agire sul punto [2]. prima di impiegare le potenzialità del punto [1].
Dato un tiro della carta si conosce il coefficiente di Poisson e quindi la riduzione di spessore.
Ingegneria : alternativa intelligente alla droga.
Avatar utente
Foto Utentedimaios
29,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3232
Iscritto il: 24 ago 2010, 14:12
Località: Behind the scenes

0
voti

[40] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 8 giu 2015, 22:37

EcoTan ha scritto:Provo a dire la mia come filosofia di controllo.. dovresti partire con una pressione già ragionevole in funzione del tipo di rullo che stai producendo, poi verificare che l'accrescimento di posizione sia quello previsto ed eventualmente correggere lentamente la pressione per riportare l'accrescimento al tasso voluto. Naturalmente più facile a dirsi che a farsi..


In realtà è quello che è già implementato, ma le performance del sistema risultano scarse, secondo me si può ottenere di più
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

PrecedenteProssimo

Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti