Pagina 1 di 3

domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 26 mar 2020, 12:56
da nucleopi
ciao a tutti,

ho un motore trifase a 4 poli, 50 Hz, da 1350 giri al minuto. Se ne controllo la velocità attraverso un inverter (monofase in ingresso e trifase in uscita) cambio anche la frequenza di alimentazione.
Al variare di questa frequenza è corretto dire che varia il proporzione il numero di giri?
Cioè se a 50 Hz mi fa 1350 giri/min, a 10 Hz me ne fa 270...

Ovviamente trascuro lo scorrimento che potrà esserci con il carico (è calcolabile? come potrei valutarlo?).

Grazie

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 26 mar 2020, 14:30
da g.schgor
Vedi qui

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 26 mar 2020, 17:59
da nucleopi
Ok, grazie.

Circa lo scorrimento.
Potrei ricavarlo conoscendo la velocità angolare N (dichiarata dal costruttore) e la velocità di sincronismo. Ma, mi chiedo, lo scorrimento resta costante in tutto il campo delle velocità possibili per quel motore? Oppure mi deve venir dato dal costruttore del motore?

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 26 mar 2020, 20:58
da g.schgor
Bisognerebbe avere i dati del motore necessari
per tracciare le curve coppia/velocità alle varie frequenze.
Nota la coppia resistente, si ricavano i relativi scorrimenti.

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 27 mar 2020, 1:12
da nucleopi
Il mio problema è definire se è necessario o meno strumentare il sistema mosso da questo motore.
In breve, il motore, attraverso un riduttore, muove una piccola coclea (diametro 25 mm, lunga 300 mm) che viene caricata di polveri. Vorrei ricavare la piccola portata (in qualche unità di misura) in funzione del numero di giri. La velocità di rotazione verrà regolata con un inverter. Sull'inverter posso settare la frequenza ma non il numero di giri.
Mi chiedo se è corretto assumere che variando la frequenza avrò una variazione lineare della velocità di rotazione e quindi della portata.
Quali problemi potrei avere? So che a bassa frequenza (pochi Hz) è necessario declassare il motore. Ce ne potrebbero essere altri?
In base a queste considerazioni, secondo te è opportuno equipaggiare il sistema con un encoder?

ti ringrazio

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 27 mar 2020, 9:46
da g.schgor
Il numero di giri che corrisponde al dosaggio non ha niente a che vedere
con la velocità di rotazione, cioè dalla frequenza dell'inverter.
Il riduttore serve per evitare frequenze troppo basse.
Se si potesse conoscere la coppia resistente della coclea,
si potrebbe stabilire la velocità ottimale del motore (quindi
la frequenza dell'inverter) in base alla potenza nominale del motore.

Per il dosaggio, un encoder mi sembra sprecato: un sensore di giri
dovrebbe bastare.

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 27 mar 2020, 10:36
da nucleopi
g.schgor ha scritto:Il numero di giri che corrisponde al dosaggio non ha niente a che vedere
con la velocità di rotazione

Questa cosa mi sfugge.
perché? L'idea che abbiamo in lab è caricare il serbatoio che rifornisce la coclea, farla girare ad una certa velocità, per un certo tempo, pesare la massa in uscita e stabilire la portata. Dovremmo farlo per diverse velocità in modo da calibrare il sistema e avere un grafico massa/velocità (o magari frequenza inverter), ricavando magari una banale equazione descrittiva.
Per esempio: faccio girare per 1 min il motore a 1200rpm (a cui corrisponde una certa frequenza impostata sull'inverter), ho in uscita 1 kg (per dire) di materiale. Quindi ho 0,8 g/giro. Ripeto l'esperienza a 1000 rpm, poi a 500 rpm, ecc...
Dici che non è corretto?

La cosa che mi preoccupa sono le possibili non linearità e la variabilità per via di slip, risposta transitoria del motore o altri effetti. Variazioni di coppia non dovrebbero essercene (credo), se non nella fase iniziale quando è ancora scarica la coclea, che però è lunga solo 30 cm.

g.schgor ha scritto:un encoder mi sembra sprecato: un sensore di giri
dovrebbe bastare.

tipo un sensore ad effetto Hall?

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 27 mar 2020, 12:02
da g.schgor
Se il peso del prodotto dipende dai giri della coclea
la velocità non c'entra.
E' però ovvio che questa influisce sulla produzione (kg/h).
Concordo quindi per il dosaggio su un conteggio da sensore
e sulla ricerca sperimentale della più opportuna frequenza
dell'inverter.

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 27 mar 2020, 12:54
da nucleopi
g.schgor ha scritto:Se il peso del prodotto dipende dai giri della coclea
la velocità non c'entra.

Continuo ad avere delle perplessità a riguardo. La coclea verrà controllata da remoto con un apparato di acquisizione di cui devono essere ancora definite alcune caratteristiche dipendenti da cosa sarà meglio monitorare/controllare. Idealmente vorremmo gestire l'inverter controllandone la frequenza (non so se è regolabile qualche altro parametro utile); è fortemente probabile che sia necessario avere un feedback sul numero di giri della coclea (attraverso il sensore che si diceva). Quest'ultimo parametro direi che dipende dalla velocità della coclea (in rpm), che dipende dal riduttore con cui viene meccanicamente accoppiata al motore (assumo quindi il trasferimento rigido del moto, senza slittamenti o smorzamenti).
perché la portata non dovrebbe dipendere dalla velocità della coclea? I numeri di giri dipendono dalla velocità, essendo n.giri = rpm/min).
Dove sbaglio?

Re: domanda su motore sotto inverter e numero di giri

MessaggioInviato: 27 mar 2020, 13:30
da Girogiro
Se tu acquistassi un contatore di giri, da contare le rotazioni della coclea..

..che raggiunte ad esempio 23156 rotazioni, semmai ti servissero quelle,
(le quali avevi impostato, indipendentemente dai giri impostati) facessi staccare un relè spegnendo il motore...

..tu volessi far trasportare una certa quantità ..forse in un sacco?

..o vuoi soltanto stabilire la portata in dipendenza dei giri ..e con quale precisione?