Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Routine di servizio dell'interrupt - ISR

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentedimaios, Foto Utentecarlomariamanenti

0
voti

[11] Re: Routine di servizio dell'interrupt - ISR

Messaggioda Foto UtenteRLC » 21 ago 2020, 18:00

Buonasera @WALTERmwp
Le risposte generiche entro certi limiti non mi dispiacciono in realtà...
Un programma so che cos'è, ma non ce l'ho perché non sto eseguendo un "esercizio" o niente di "pratico", sto studiando la teoria.
Gli interrupt ho compreso cosa sono.
Poi, se uno mi dice:<<l'istante in cui inizia la validità dei nuovi duty cycle (dopo interrupt2 oppure finito Ts) dipende dal programma inserito>> io sono anche a posto così.
Poi se uno mi spiega i vari casi in generale che si possono incontrare, va bene comunque.
Se è impossibile fare tutto questo, o qualcosa che ci somiglia, allora possiamo lasciare stare.
Avatar utente
Foto UtenteRLC
255 1 1 8
New entry
New entry
 
Messaggi: 94
Iscritto il: 26 ago 2018, 17:45

0
voti

[12] Re: Routine di servizio dell'interrupt - ISR

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 22 ago 2020, 0:17

Dare risposte generiche, in casi simili, comporta esercizio di fantasia, è comunque un impegno che dovrebbe essere corrisposto da una maggiore definizione del problema, reale o ipotetico che sia.
Io ne so poco ma ho il dubbio che a te sia chiaro quel che hai scritto nel post di apertura.

Comunque, a proposito di fantasia, se l'ADC richiama il vettore d'interrupt quando mette a disposizione il valore convertito(altrimenti quando e perché ?), poi tutto dipende dal tempo che occorre per rielaborare(con quale criterio ?) il duty-cycle.
Il codice(la porzione di programma) che si occupa di questo(ammesso che avvenga via software) in via ipotetica potrebbe depositare un parametro utilizzato per la regolazione: che questo avvenga all'interno della routine di irq o fuori da questa non toglie il fatto che il micro tale elaborazione la deve fare.
Non ho guardato il datasheet(anche perché non lo indichi nemmeno con certezza) quindi potrei errare, ma se si utilizzano irq in modo consequenziale è necessaria la certezza dell'intergrità dello svolgimento del codice contenuto nelle routine stesse, codice che, tra l'altro, deve essere il più minimale possibile.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
23,5k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6940
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[13] Re: Routine di servizio dell'interrupt - ISR

Messaggioda Foto UtenteSandroCalligaro » 22 ago 2020, 8:29

Mi piace lo sguardo teorico di Foto UtenteWALTERmwp

Le possibilità comunque sono quasi infinite, in teoria.
Poi, ce ne saranno comunque un discreto numero che hanno senso, specialmente in casi particolari, molte di meno quelle che si usano solitamente in applicazioni tipiche.
Il modo in cui vengono impostati (ed eventualmente re-impostati in corsa) i vari registri va a determinare il comportamento del microcontrollore. I C2000 hanno una "struttura" abbastanza complicata per gli interrupt, ma difficilmente c'è la necessità di metterli in "concorrenza". Anzi, per evitare confusione, l'ideale è avere almeno un interrupt che faccia da base dei tempi (quello legato alla PWM, per applicazioni di potenza). Altre azioni molto veloci (ad esempio reazione alla sovra-corrente) possono anche essere intraprese tramite un interrupt, ma non è detto che sia necessario, considerando anche la presenza della periferica di "Trip Zone", o eventuali altre protezioni hardware.

Imparare a programmare in generale e ad usare microcontrollori in particolare di solito lo si fa tramite esempi pratici (possibilmente mirati). Ovviamente le basi teoriche ci vogliono.

Quindi il mio consiglio "appassionato" (non spassionato) è quello di recuperare una schedina di sviluppo ed iniziare quanto prima a giocarci. Alcune (senza componenti di potenza, ad esempio le "Launchpad") non costano così tanto.
In ogni caso, anche solo installare Code Conposer Studio e vedere com'è fatto un progetto di esempio sarebbe molto utile.
Avatar utente
Foto UtenteSandroCalligaro
2.390 2 4 5
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1016
Iscritto il: 6 ago 2015, 19:25

Precedente

Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti