Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili

Moderatore: Foto UtenteFranco012

0
voti

[31] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 27 lug 2019, 12:25

Proprio questo vorrei capire, cioè se esistono casi in cui solo una strumentazione professionale può prevedere la dipartita, più o meno imminente, della batteria. Sul web ho visto criticare la misura della resistenza interna come parametro di prevedibilità, leggendo che è predittiva come se la si volesse usare per stabilire la durata delle vecchie lampadine a filamento che si fulminavano di botto, ovvero per nulla. Poi ho fatto mente locale a quell'estratto di Ducelier sui corti e le rotture improvvise ed ho quindi chiesto se la prevedibilità di tali casi sfuggisse alla valutazione basata sulla resistenza, da cui la proposta dell'oscilloscopio e la valutazione della sola tensione in accensione; tutto ciò per valutare l'acquisto di tale strumento al posto del misuratore di resistenza.

Approfitto se posso della vostra esperienza in merito all'oscilloscopio. Sul web avevo letto di un tizio che aveva acquistato un oscilloscopio e monitorava l'andamento della tensione della sua batteria durante l'accensione, che mi sembra essere quanto aveva indicato franco nel post#9 in riferimento a certi CB
Franco012 ha scritto:acquistare un caricabatterie con integrato il misuratore di efficienza della batteria. L'apparecchio misura la tensione della batteria sia a riposo che durante l'avviamento del motore, e in base alla capacità teorica della batteria e al calo di tensione durante l'avviamento è in grado di determinare, anche se con una certa approssimazione, lo stato di carica e di efficienza della batteria;

Questo tizio, come avevo proposto io sopra, lo faceva "a occhio" interpretando il grafico della tensione d'avviamento e questo, in merito all'ultima misurazione, era il seguente
batteria 8 anni 2 mesi prima che morisse.png

A giudizio del tizio indicava un ottimo SoH ma dopo 2 mesi la batteria gli è morta all'improvviso, dopo circa 8 anni di operatività.
Io, da profano, mi sarei aspettato che una batteria di 8 anni che sta per morire avesse dato sei segni di cedimento gli ultimi 2 mesi di vita, riscontrabili sul grafico in oggetto. Vi chiedo se il fatto che non è andata così è da attribuire a: 1) una errata valutazione del grafico, 2) una forte non linearità tra la aspettativa di vita restante della batteria e l'andamento della tensione d'accensione, 3) una assenza di correlazione certa tra le 2 cose?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[32] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 27 lug 2019, 17:14

Per essere sicuri di un sintomo bisognerebbe una buona e molto ampia casistica di eventi ovvero aver visto e monitorato centinaia di batterie.Per esperienza ti posso dire che una batteria funziona fino alle ore 15 ed alle 15 e 01 sei a piedi,poi col tester prevedi abbastanza il calo prestazionale.Per quanto riguarda le tue domande l errore di valutazione capita spessissimo in questo settore dove vi sono una miriade di marche di prodotto,spesso costruite diversamente le une dalle altre.In oltre a mio avviso le due cose sono correlate.
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
325 3 4
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 516
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia

0
voti

[33] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 28 lug 2019, 15:27

Mi sembra di capire però che hai ben altro scopo che quello dichiarato di sostituire la batteria di una vecchia auto...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,9k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7682
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[34] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 28 lug 2019, 16:03

Ho voluto dare un "taglio" generico al thread mettendo quel titolo proprio per poter chiedere "di tutto e di più" attorno alla batteria auto, spero dunque che sia ammesso a codice del forum di poter aprire discussioni su un argomento benchè omnicomprensive. Non so se mi fai questa osservazione perché sono andato OT, forse chiedo troppi approfondimenti tutti assieme?
In effetti e detto nel modo più sintetico e forse ingenuo possibile, la finalità che ha assunto questo thread è provare a rispondere alla domanda: "che si può fare per evitare di restare a piedi con l'auto causa morte della batteria, senza che ci sia nessuno nei paraggi che può soccorrerci"? ovvero: "quanto mi costa, di strumentazione, riuscire a prevedere per tempo la morte della batteria?"
Purtroppo credo che per il mio caso non ci sia nulla da fare, basandomi sulle risposte argomentate da franco, ducelier e tu stesso. Come ultima spiaggia mi ero orientato verso un booster/avviatore ma, anche in quel caso e se si replicano gli 8 anni di vita per la nuova bosch come la vecchia, stiamo parlando di mantenere costantemente carico un booster per 8 anni e sperare che la batteria che non si avvia non sia del tutto morta e sperare infine che tale booster sia ancora efficiente dopo 8 anni di "sonno".
Per questo motivo credo d'aver perso qualsiasi speranza e non ho più replicato. Chiaramente se avete proposte a tema sono ben accette ma mi pare che sia stato detto tutto sull'argomento, anche per il solo ma fondamentale aspetto sottolineato nell'ultimo post di ducelier della mancanza di una buona base di dati di esperienze di utenti utilizzatori della strumentazione discussa (oscilloscopi, misuratori resistenza interna, etc); insomma sembra che tale argomento interessi solo i possessori di auto elettriche (vedi nissan, per es.). Io resto comunque in ascolto O_/
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[35] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteedgar » 28 lug 2019, 17:33

Jim80 ha scritto: "che si può fare per evitare di restare a piedi con l'auto causa morte della batteria, senza che ci sia nessuno nei paraggi che può soccorrerci"?

In caso di guasti senza preavviso, la cosa migliore, secondo me, è sfruttare il servizio di recupero offerto gratuitamente da molte assicurazioni. Ci sarà da attendere un po' ma almeno hai un professionista che risponde in caso di errori

ovvero: "quanto mi costa, di strumentazione, riuscire a prevedere per tempo la morte della batteria?"

Probabilmente più della batteria nuova
Avatar utente
Foto Utenteedgar
5.562 3 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 2698
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[36] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 28 lug 2019, 17:53

Essendo io possessore di auto elettrica di test ne ho fatti diversi...

La mia osservazione deriva dal fatto che 8 anni di durata non giustificano spese aggiuntive, tutto qui.
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,9k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7682
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[37] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 28 lug 2019, 18:00

Quoto a pieno Richiurci.
Jim80 per quanto riguarda l aprire un topic specifico per poter chiedere di tutto hai fatto benissimo sia in un forum ed io credo che argomentare al massimo sia doveroso,in modo da non lasciare lati oscuri si nessuna parte dell argomento.
L unica speranza per non rimanere a piedi è avere sempre in macchina l avviatore o i cavi tutto qui,oppure fare come giustamente dice Edgar.
Io per esperienza personale ti posso dire che ogni batteria o almeno ogni marchio è se a livello di guasti ,durata ed avvisaglie.
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
325 3 4
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 516
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia

0
voti

[38] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 28 lug 2019, 19:15

richiurci ha scritto:La mia osservazione deriva dal fatto che 8 anni di durata non giustificano spese aggiuntive, tutto qui.

Il problema, ma credo sia superlfuo sottolinearlo perché lapalissiano in questa sede, è il giorno (anzi il "momento") in cui la batteria defunge, a prescidere che siano 8 anni o 2 anni da produzione o inizio d'utilizzo. Io mi trovo nella spiacevole situazione in cui non mi conviene:
- acquistare uno strumento professionale (150-250euro), forse l'unico in grado di dare certezza sull'aspettativa di vita restante;
- acquistare un booster perché dopo 8 anni di continue ricariche sarà molto difficile che sarà sufficientemente efficiente;
- acquistare oscilloscopio o altri strumenti di costo entry level perché non c'è una base d'esperienza degli utilizzatori che ne legittima l'efficacia;
- attendere a braccia incrociate la dipartita della batteria perché la mia assicurazione non copre un soccorso del genere ed i cavi risolvono solo se c'è gente nei paraggi, quindi una roulette.

Purtroppo mi sa che anche io, come la stragrande maggioranza dell'utenza, dovrò fissare un tot di anni dopo cui sostituire la batteria a prescindere da tutto. Non so se sia una richiesta campata in aria, comunque chiedo pareri in merito al mio personale caso, di cui conoscete ampiamente i pregressi: considerato che l'auto è la stessa, l'utilizzo il medesimo, il modello della batteria è identico, se la vecchia è durata 8 anni, quanto durerà l'attuale? Io sarei orientato a fissare il limite a 5 anni perché 1) l'auto è più vecchia e, di conseguenza, la parte elettrica ha perso efficienza, 2) ho cominciato l'utilizzo della batteria dopo 10 mesi dalla sua produzione [3) la qualità delle batterie è in declino costante, basta vedere il passato, ma questo è più uno sbotto da piga vecchia al bar dello sport :mrgreen: ].
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[39] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 28 lug 2019, 19:21

edgar ha scritto: In caso di guasti senza preavviso, la cosa migliore, secondo me, è sfruttare il servizio di recupero offerto gratuitamente da molte assicurazioni.

Mi sembra anche questo un ottimo consiglio. Anche alcune case costruttrici (ad esempio, Seat e probabilmente altri marchi del gruppo Volkswagen) offrono gratuitamente il servizio recupero in caso di fermo macchina, sia durante i primi 24 mesi di garanzia (nel qual caso anche la riparazione è in garanzia), sia durante i primi dieci anni di vita della vettura, purché le manutenzioni previste vengano effettuate presso la rete ufficiale di assistenza della Casa.
Altrimenti, nel caso di acquisto di una vettura nuova, conviene rivolgersi a quelle più attrezzate tecnologicamente, che effettuano il monitoraggio continuo dello stato della batteria (vedi post [9]).
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.883 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1235
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[40] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteedgar » 28 lug 2019, 19:42

Jim80 ha scritto:la mia assicurazione non copre un soccorso del genere

Potrebbe essere il caso di cambiarla e magari scoprire che risparmi pure sul premio.
Col risparmio ci compri la batteria nuova :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
5.562 3 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 2698
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

PrecedenteProssimo

Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti