Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto Utenteschiopp » 18 mag 2013, 7:09

Salve a tutti,
ho bisogno del vostro aiuto per poter realizzare un semplice progetto recensito sulla seguente rivista alla pagina 286 :

http://www.introni.it/pdf/Elettronica%2 ... 985_05.pdf

posso utilizzare un normale trasformatore di alimentazione e con quali caratteristiche ?

un grazie a tutti per la vostra pazienza

Alessandro
Avatar utente
Foto Utenteschiopp
15 1
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 23 mar 2013, 8:32

0
voti

[2] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 18 mag 2013, 7:19

schiopp ha scritto:recensito sulla seguente rivista alla pagina 286


Il PDF ha 68 pagine.

:-k
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9927
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

2
voti

[3] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto UtenteSparafucile » 18 mag 2013, 8:09

Ciao Foto Utenteschiopp,

schiopp ha scritto:... posso utilizzare un normale trasformatore di alimentazione e con quali caratteristiche ? ...


No, non puoi usarlo, perché ci siano molto grande perdite per le frequenze medie e le frequenze alte. Possa provare con un trasformatore d'uscita da un vecchio ricevitore a transistor.

Spero che il libro "100 Schemi Transistor" (1961) possa essere utile.
http://www.introni.it/pdf/100SchemiTransistor_1961.pdf
Ultima modifica di Foto UtenteSparafucile il 18 mag 2013, 8:24, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto UtenteSparafucile
4.306 4 8
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 634
Iscritto il: 22 gen 2012, 19:57

0
voti

[4] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 18 mag 2013, 8:13

Scusate ma di quale progetto (a quale pagina) si sta facendo riferimento :?:

Perché OK che io sono imbranato ma la pagina 286 nel PDF non esiste.. #-o

Ohibò. :(
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9927
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

1
voti

[5] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto UtenteSparafucile » 18 mag 2013, 8:21

Si tratta del progetto "Corso di avviamento alla conoscenza della radio" sulla pagine 284 della rivista (30 in pdf). La pagine 286 é pagine 32 in pdf.
Ultima modifica di Foto UtenteSparafucile il 18 mag 2013, 8:26, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto UtenteSparafucile
4.306 4 8
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 634
Iscritto il: 22 gen 2012, 19:57

0
voti

[6] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 18 mag 2013, 8:25

OK grazie Foto UtenteSparafucile !
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9927
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

0
voti

[7] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto Utenteschiopp » 18 mag 2013, 10:37

Sparafucile ha scritto:
No, non puoi usarlo, perché ci siano molto grande perdite per le frequenze medie e le frequenze alte. Possa provare con un trasformatore d'uscita da un vecchio ricevitore a transistor.

Spero che il libro "100 Schemi Transistor" (1961) possa essere utile.
http://www.introni.it/pdf/100SchemiTransistor_1961.pdf



Grazie prendo per buono quel che tu mi dici ... dovrò trovarne uno adatto al transistor 2n1711, cosa non affatto facile per un novello come me...ma le sfide mi caricano...
riguardo alla domanda l'ho posta dopo aver letto un articolo letto sul web con un buon spunto riguardo il rapporto del numero spire da cui ricavare l'impedenza...ma che non fa riferimento alle perdite a media frequenza...etc etc...ecco il link :

http://www.diyitalia.eu/forum/viewtopic ... 84&start=0

PS pagina 286 della rivista 32 del PDF...scusate
Avatar utente
Foto Utenteschiopp
15 1
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 23 mar 2013, 8:32

1
voti

[8] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto UtenteSparafucile » 18 mag 2013, 15:47

schiopp ha scritto: ...ma che non fa riferimento alle perdite a media frequenza...

Nel articolo citato si parla di trasformatori di alimentazione, dove la frequenza è 50Hz (60 Hz).

La larghezza di banda del segnale ottenuto d'un ricevitore a modulazione di ampiezza sia nella gamma da 100 Hz a 4,5 kHz. Si vede, che il trasformatore dovrà funzionare con frequenze molto più elevate.

Le perdite nel trasformatore sono dovute ai motivi diversi. Nel nostro caso più importanti siano (aumentano con la frequenza):
a. perdite per isteresi magnetica (perdite nel ferro);
b. perdite per correnti parassite nel nucleo (correnti di Foucault).

Per diminuire le perdite per isteresi si usa un materiale ad isteresi "stretta". Per ridurre le le perdite per correnti parassite si usa un materiale ad alta resistenza specifica, le lamelle del nucleo si fanno da una lamiera molto sottile e sono isolati elettricamente fra loro.
Avatar utente
Foto UtenteSparafucile
4.306 4 8
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 634
Iscritto il: 22 gen 2012, 19:57

0
voti

[9] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto Utenteschiopp » 18 mag 2013, 16:10

Intesi...
quindi se uso un trasformatore non adatto al tipo di circuito in oggetto...a quali rischi vado incontro ?
Avatar utente
Foto Utenteschiopp
15 1
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 23 mar 2013, 8:32

0
voti

[10] Re: Trasformatori di alimentazione come Trasformatori Uscita

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 18 mag 2013, 17:11

:-) Che il circuito non funzioni come dovrebbe o che non funzioni affatto; ci sono esempi di p... ehm, scriteriati :mrgreen: che usano dei trasformatori di alimentazione come trasformatori di uscita in circuiti audio, magari valvolari (...hi-end...) che però lavorano su frequenze al massimo di una ventina di kHz, il che non mi pare che sia il tuo caso; inoltre un'altra differenza sostanziale tra un trafo di alimentazione e uno di uscita è che nel primo non c'è un traferro (presente invece nei trafo di uscita per evitare la saturazione indotta dalla componente continua) e quindi, in quel caso, interpongono un condensatore che blocca la componente continua ma è anche un ulteriore filtro che va a modificare la risposta in frequenza. O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
18,5k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12842
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 54 ospiti